CANTONE
11.03.19 - 15:190

«L'Sms di Sanvido è figlio di una cultura sbagliata»

I Verdi attacano il comportamento del presidente del Cda dell'EOC e stigmatizzano il silenzio delle principali forze politiche: «In Ticino le istituzioni sono ormai solo un mezzo di potere»

BELLINZONA - Nonostante l'annunciato decreto di abbandono da parte del procuratore generale, non si placa la polemica attorno all'Sms inviato da Paolo Sanvido a Giovanni Pedrazzini. «Esso è figlio di una cultura totalmente sbagliata», deplorano i Verdi del Ticino in una nota odierna  stigmatizzando il comportamento del presidente del Cda dell'EOC e attaccando «il silenzio» delle principali forze politiche cantonali. «In Ticino la cultura della cosa pubblica è quasi spenta. Le istituzioni sono ormai solo un mezzo di potere».

E questo caso, secondo gli ecologisti, è solo la punta dell'iceberg in un cantone dove «non si indigna più nessuno». Neppure quando il presidente dell'EOC offre via messaggio il posto da primario a un suo amico «in barba a qualsiasi procedura di concorso». 

La punta dell'iceberg perché secondo i Verdi questo è diventato «lo specchio di un Ticino nel quale non ci riconosciamo più, come probabilmente non vi si riconoscerebbero più i principali protagonisti della vita politica di qualche decennio fa». Gli ecologisti vedono un disamore per la cosa pubblica e verso lo Stato. «Le numerose vicende controverse di questo quadriennio, come Argo 1, o le modalità in cui si è glorificato il settore della moda, rivelatosi in realtà nient’altro che una lavatrice fiscale sono lì a provarlo».

I Verdi, quindi, ritengono «corretto» chiedere un passo indietro a Sanvido. «Siamo comunque consapevoli che difficilmente avverrà proprio per mancanza di cultura ed etica» e per questo «chiediamo agli elettori valutare le forze politiche anche in rapporto alla gestione del proprio potere». Perché il 7 aprile si avvicina a grandi passi. «Vi è la possibilità di lanciare un bel segnale».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Nmemo 2 anni fa su tio
Va bene i Verdi e l’MPS, comunque piccoli numeri. Ma dove stanno il partitone, quello che insegna etica della politica a tutti, il partito che ha ovunque orecchie, il multi talento ciellino e su tutto i compagni? Tira aria di una strana coalizione di preoccupanti silenzi, PLRT, PPD,PS e UDC.
tip75 2 anni fa su tio
ma basta fare gli ipocriti su, lo sanno tutti che funziona così, quanto all indignazione beh non si dimettono nemmeno quando rubano quindi c’è ancora qualcuno che ci crede? quanto si conflitti di interesse bisognerebbe fare una legge che li impedisca per principio insieme al casellario pulito e alla professionalità di un politico per poter occupare una carica,allora forse si potrebbe ricominciare ad avere un briciolo di fiducia nel sistema ma e’ pura utopia
marco17 2 anni fa su tio
E certi politicanti di chi sono figli?
Gus 2 anni fa su tio
Questa è la cultura leghista?
casi89 2 anni fa su tio
ormai lo si sa.qui puzza.non resta che:cardiocentro deve rimanere quello che e.sanvido va mandato fuori dal eoc senza possibilita della lega a opporsi e pedrazzini trovera sicuramente un posto in politica.ai super inutili,e dico tutti i 5 alle orsoline,cominciate almeno nel ultimo mese a farvi valere.
marco17 2 anni fa su tio
I Verdi hanno ragione al 100%: a parte la Lega, la discrezione degli altri partiti è davvero imbarazzante. Purtroppo, per la loro storia che li ha visti spesso cambiare orientamento e per l'inconsistenza di certi loro esponenti, i Verdi possono ben difficilmente costituire l'alternativa in questa tornata elettorale. Peccato.
Nmemo 2 anni fa su tio
Per il fatto, se il presidente e membro EOC, di suo non si dimette, e/o l’autorità di nomina non decidesse di rimuoverlo dalla carica, allora il Ticino della politica potrà essere definito una Repubblica delle banane.
F/A-18 2 anni fa su tio
@Nmemo Ma smettila...!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
19 min
«È un caso isolato, il disagio sociale non c'entra»
Il capo dicastero sicurezza pubblica Samuel Maffi commenta i fatti accaduti venerdì notte nel parco di Villa Argentina.
CANTONE
19 min
«A noi giovani piace avere il destino nelle nostre mani»
Il movimento ticinese delle bocce è in fermento e la Federazione svizzera è alla ricerca di giovani leve
BELLINZONA
8 ore
«Inverno infinito, ma ci siamo sempre stati»
Alba Masullo, direttrice della Lega Ticinese Contro il Cancro, fa il suo bilancio dopo mesi e mesi di Covid.
FOTO
CANTONE
9 ore
Nuovi statuti e organi associativi per la Lega dei Ticinesi
Saranno un Consiglio esecutivo e un'Assemblea generale, con a capo un coordinatore, a guidare il Movimento
VIDEO
VERZASCA
10 ore
Auto contro il guardrail in Val Verzasca
C'è un ferito, le sue condizioni non sarebbero gravi
LUGANO
18 ore
Inchiesta ex Macello: i municipali saranno interrogati martedì
Entrano nel vivo le verifiche ordinate dal Ministero pubblico rispetto alla procedura di demolizione dello stabile.
CANTONE
1 gior
Siete pronti a riaprire l'ombrello?
Da domani in Ticino ritornano temporali e la pioggia ci accompagnerà fino a venerdì tirandoci fuori dalla zona canicola
FOTO E VIDEO
CANTONE
1 gior
Ecco qui i nuovi treni delle FLP
Presentati oggi ad Agno sostituiranno i “veterani” del 1978. Zali: «Un passo non da poco verso il futuro»
FOTO
ACQUAROSSA
1 gior
Centauro cade, la moto prende fuoco
Incidente poco prima delle 6 sulla strada cantonale, all'altezza di Lottigna
MENDRISIO
1 gior
La versione degli studenti: niente aggressione alla polizia
I presenti ai fatti avvenuti nelle prime ore di venerdì contestano la ricostruzione su ogni punto.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile