TiPress
CANTONE
05.11.18 - 18:270
Aggiornamento : 19:11

Semafori tra Quartino e Cadenazzo: si rivoterà

Accolte con 47 voti favorevoli, 24 contrari e 5 astenuti le conclusioni del rapporto commissionale che proponevano di accogliere la mozione di Giorgio Pellanda

BELLINZONA - La richiesta di credito per la realizzazione dei semafori tra Cadenazzo e Quartino, bocciata lo scorso 18 giugno dal Gran Consiglio ticinese, sarà rimessa in votazione. Le conclusioni del rapporto della Commissione della gestione delle finanze - che proponevano di accogliere la "mozione Pellanda", accogliere parzialmente quella di Badasci, considerare evasa quella di Crugnola - sono state accolte da 47 voti favorevoli, 24 contrari e 5 astenuti.

La mozione presentata da Giorgio Pellanda - e firmata da altri 50 deputati - chiedeva di rimettere in votazione la richiesta di credito bocciata nonostante una chiara maggioranza (44 voti favorevoli contro 27 e 6 astensioni). La richiesta non aveva infatti raggiunto per soli due voti la soglia della maggioranza qualificata. Un risultato «dovuto all’assenza, tipica di un Parlamento di milizia» secondo Pellanda, di alcuni deputati «che avrebbero sostenuto il credito». 

La mozione di Fabio Badasci chiedeva di rivalutare il messaggio del Governo, apportando eventuali modifiche per aumentarne il grado di accettazione, e soprattutto di valutare l’implementazione del «grande rotondone a Quartino» e un sistema analogo a Cadenazzo. La mozione di Graziano Crugnola chiedeva l’implementazione di una soluzione immediata, monitorando il traffico sull’asse con l’installazione di sensori o telecamere.

Il voto in Gran Consiglio è stato preceduto da uno scontro di idee sull'eventualità di una nuova votazione. Secondo Fabio Bacchetta-Cattori (PPD e Generazione Giovani) «se i 51 mozionanti fossero stati in aula, anziché in buvette o altrove, non sarebbe stato necessario tutto questo». Gli ha risposto Pellanda, domandando «quale articolo di legge impedisca di rivotare». Per Bacchetta-Cattori, però «una mozione non è lo strumento giusto per chiederlo», anche se «si potrebbe anche rivotare, ma non con questa modalità».

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
vulpus 1 anno fa su tio
Propaganda politica. Siamo alle elezioni, per cui qualcuno ci marcia su questa storia.
Nmemo 1 anno fa su tio
Qual è l’interesse preminente che sottende tale modo di fare?
87 1 anno fa su tio
Personalmente boicotto tutte le attività da Cadenazzo verso Locarno: passare da Cadenazzo ho il mal di mare; passare da Gudo è meno peggio ma comunque poco interessante. NON è possibile che una cittadina con eventi riconosciuti a livello internazionale non sia ancora collegata ad un'autostrada.
Brega84 1 anno fa su tio
@87 Autostrada?? Le ricordo per chi ha la memoria corta che i Sigg Sopracenerini di quelle zone hanno bocciato la famosa variante 95 pertanto se codeste persone vogliono restate scollegate dal resto del Cantone Ticino non è un problema nostro.... si arrangino ....
Equalizer 1 anno fa su tio
@Brega84 Direi che è meglio che vada a rileggersi i risultati, quelli che hanno affondato il collegamento sono stati i sottocenerini, scbröia e Co.
Brega84 1 anno fa su tio
@Equalizer ahahah aahahahah ma pensa ti .....
Equalizer 1 anno fa su tio
Com'è, qualcuno aveva già ordinato i semafori pensando che era un business easy easy, ed invece si trovato trombato e con i semafori in magazzino?
tip75 1 anno fa su tio
perdere tempo e farlo perdere a noi ormai è lo sport nazionale,fare semafori significa peggiorare la situazione è buttare milioni nel bidet...bisogna fare una semiautostrada e in fretta,dagli anni 90 che ci prendete per il naso
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Covid, 5 nuovi casi in Ticino
Non si segnalano nuove ospedalizzazioni, e nessun nuovo decesso.
AGNO
3 ore
Ragazzi che "creano problemi": «Sospendiamo il Luna Park»
Il municipale e vicesindaco Andrea Bernasconi chiede una «presa di posizione energica» e ronde da parte della polizia.
CANTONE
5 ore
«Dopo il caso Woodstock, troppa paura»
Covid 19: vita notturna ticinese sempre più in crisi. Gli esercenti incrociano le dita.
LUGANO
13 ore
Dopo l'omicidio, nuovi guai
Via Odescalchi: uno dei condannati protagonista di un pestaggio in carcere.
CANTONE
15 ore
Covid, in Ticino università sul chi vive
Mascherina obbligatoria, sì o no? Usi e Supsi si preparano al rientro a settembre. Ecco come
CANTONE
17 ore
Un taxi “giallo” per la Val Verzasca
Il servizio, in fase di test nella valle, sarà aperto a tutti durante il prossimo fine settimana
LUGANO
19 ore
Aggredì la famiglia: «incapace di intendere e di volere»
La corte delle assise criminali ha disposto una presa a carico terapeutica intensiva.
CANTONE
21 ore
Recluta muore durante una marcia
È stata ritrovata dopo una breve ricerca. Inutili i tentativi di rianimazione.
LUGANO
21 ore
Parcheggi moto a pagamento: «Ecco un altro balzello»
Interrogazione della Lega al Municipio sulla possibilità di introdurre tasse di parcheggio anche per le due ruote
LUGANO
1 gior
Case anziani: un premio per l'impegno del personale durante la pandemia
Ad oggi nelle strutture cittadine sono stati registrati undici contagi, con un decesso
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile