Tipress
CANTONE
27.06.18 - 12:520

Traffico: un piano B per Locarnese e Gambarogno

Una mozione di Graziano Crugnola propone di installare un sistema di sensori per monitorare il flusso sull'asse

CAMORINO - Ad una settimana dalla bocciatura in Gran Consiglio dei semafori intelligenti sulla strada cantonale di Cadenazzo e Gambarogno, una mozione di Graziano Crugnola - firmata anche dai deputati Pini, Garzoli, Pellanda e Terraneo - propone un piano B per trovare una soluzione immediata che permetta di migliorare la complessa situazione del traffico.

La proposta del deputati PLR chiede di monitorare il traffico lungo la PT 406 con l’installazione di sensori di presenza o tramite telecamere, in particolare a monte e a valle delle 2 rotonde che delimitano il tratto tra Cadenazzo e Gambarogno. Sistema che può «essere messo in servizio rapidamente e gestito in tal modo per la durata di un anno, durante il quale sarà possibile capirne il funzionamento e l’eventuale influsso su altri assi».

Una soluzione che oltre alla rapidità di attuazione può vantare anche bassi costi di realizzazione, e quindi da «approfondire ulteriormente» da parte del gruppo di lavoro composto dal DT, dalla Commissione intercomunale dei trasporti del Locarnese e Vallemaggia (CIT) e dai comuni di Cadenazzo e Gambarogno.

Commenti
 
Nmemo 1 anno fa su tio
Istallare sensori per monitorare i flussi di traffico è il lavoro quotidiano degli specialisti del traffico. Formulare mozioni inutili è la quotidianità di chi deve crearsi visibilità per le prossime elezioni cantonali.
vulpus 1 anno fa su tio
@Nmemo Condivido in toto.Chi fa queste proposte probabilmente ha degli interessi per vendere telecamere. Dimostra unicamente che aprono la bocca per dare aria ai denti.Dimostrano che non conoscono la situazione, e i problemi della zona. Lavori temporanei ce ne sono che possono portare a qualcosa: la grande rotonda triangolare a Quartino, che il cantone ha detto .. sa pò ia fala,....è funzionante ed è stato dimostrato. Al Luserte bisognerebbe modificare un pò intelligentemete la rotonda esistente, affinchè i veicoli pesanti che vi transitano non debbano fermarsi a causa delle dimensioni e la centralità sull'asse stradale della stessa. Ma il problema che resterà irrisolto, e senza soluzione è il nodo della rotona posta ai piedi del Ceneri presso la stazione FFS. Qui converge un traffico elevato da deu direzioni, e che se non viene drenato prima, non ha alcuna possibilità di ritornare scorrevole. Altro che semafori.
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
1 ora
La maestra resta... anzi no
Dietrofront dell'asilo per la docente accusata di maniere brusche. Non potrà rientrare fino a indagini concluse
LUGANO
1 ora
«Mediaset addio, e ora mi do ai fumetti in Ticino»
Luca Tiraboschi, per 13 anni direttore di Italia 1, ha scelto la Svizzera per ripartire: «Ora mi godo la famiglia»
CONFINE
11 ore
Coronavirus: deceduto il 62enne ricoverato a Como
Il 62enne di Castiglione d’Adda era stato trasferito nel reparto malattie infettive
LOCARNO
12 ore
Licenziamento illegittimo: «Il Municipio chieda scusa e reintegri l’operaio»
Per il TRAM il licenziamento di un dipendente è ingiustificato. Sirica: «Scandaloso da parte di un ente pubblico!»
CANTONE
14 ore
Coronavirus: arriva il test in Ticino
Nei prossimi giorni sarà possibile fare un esame specifico "in loco". «Prima o poi ci saranno casi anche da noi».
CANTONE
16 ore
Coronavirus, mascherine e disinfettanti introvabili anche in Ticino
Diverse farmacie del Luganese li avevano finiti già questa mattina. E non è dato sapere quando arriveranno nuove scorte
BERNA / TICINO
17 ore
Coronavirus: la Svizzera prende provvedimenti supplementari
Le misure dovranno servire ad impedire o ritardare il più possibile un'ondata della malattia nella Confederazione
FOTO E VIDEO
LOCARNO
18 ore
Schianto all'incrocio. Disagi e un ferito
Sul posto Polizia e un'ambulanza del Salva
FOTO
CANTONE
18 ore
Lugano 2040: ci sposteremo con droni e bus su richiesta
È una riflessione che si pone come punto di partenza per definire il futuro del nostro territorio
LUGANO
20 ore
Mettono in scena un incidente per truffare l'assicurazione
Quattro persone sono finite in manette. Una di loro deve rispondere pure di falsità in documenti
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile