Tipress
CANTONE
21.06.18 - 15:480

No ai semafori tra Quartino e Cadenazzo, Comuni locarnesi delusi

La bocciatura al credito di 3.3 milioni decisa dal Gran Consiglio ha fatto storcere il naso ai Municipi di Locarno, Losone, Ascona, Muralto, Orselina e Tenero-Contra. «Era una buona soluzione»

LOCARNO - I Municipi di Locarno, Losone, Ascona, Muralto, Orselina e Tenero-Contra esprimono la loro «più grande delusione» e si dicono «profondamente dispiaciuti e amareggiati» per la recente decisione del Gran Consiglio di non accogliere il credito di 3, 3 milioni di franchi che avrebbe permesso di mettere a punto una soluzione "ponte" (semafori "intelligenti" al posto delle rotonde) per il collegamento autostradale A2-A13. Ciò in attesa della realizzazione della galleria, opera prevista verosimilmente solo verso il 2035.

La Commissione Intercomunale dei Trasporti (CIT) - tramite il suo Presidente, nonché Vicesindaco di Locarno, Paolo Caroni - era stata direttamente coinvolta nella valutazione delle possibili misure temporanee studiate dal Cantone per permettere una maggior fluidità della mobilità sull'asse Quartino-Sant' Antonino. «La soluzione individuata - ricordano i Municipi con un comunicato congiunto - aveva raccolto il pieno sostegno anche da parte della CIT. Il progetto proposto dal Consiglio di Stato permetteva infatti una riduzione sostanziale del tempo di percorrenza di questo tratto stradale, oggi spesso congestionato».

Secondo i sei esecutivi del Locarnese, questa soluzione non era evidentemente quella definitiva, bensì una «valida e praticabile modalità "ponte" in vista della realizzazione del futuro collegamento autostradale A2-A13 tramite lo scavo della galleria fra Quartino e Sant'Antonino».

 La mancata approvazione del credito proposto al Gran Consiglio porterà vari problemi. «Su questa strada - specificano i Municipi - non verranno più realizzate misure transitorie per fluidificare il traffico. Per i prossimi anni quindi i cittadini della nostra Regione - e con loro i numerosissimi turisti che puntualmente la visitano - dovranno rassegnarsi a rimanere per ore in colonna per uscire /entrare dal nostro agglomerato. Un marcato disagio che inevitabilmente penalizza a più livelli l'intera Regione del Locarnese».

I Municipi, infine, tirano le orecchie ad alcuni granconsiglieri del Locarnese: «Non hanno sostenuto il credito posto in votazione, accampando argomentazioni più fondate sulle impressioni personali che non su documentati approfondimenti tecnico-economici».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
87 2 anni fa su tio
Passare dal Piano di Magadino non va bene.¶ Passare sopra il fiume Ticino non va bene.¶ Creare un viadotto panoramico sulla Val Trodo non va bene.¶ Scavare una galleria sotto la montagna non va bene.¶ Insomma, esiste una soluzione che possa collegare il Locarnese all'autostrada, o meglio, possa evitare di rimanere imbottigliato nel traffico (magari sotto la stecca del sole degli ultimi giorni) a chi deve transitare tra Cadenazzo e Quartino? Propongo la variante di un viadotto sulla strada attuale, con i pilastri posati tra le due carreggiate. Le rampe saranno: 1) alla fine della cantonale Sant'Antonino-Cadenazzo; 2) inizio tratta della T21 a Magadino. Bisogna passare sopra la ferrovia a Quartino per mantenere le due corsie per senso di marcia dall'uscita attuale dell'autostrada Bellinzona Sud fino alla galleria Mappo Morettina. Autorizzare il transito ai soli veicoli <3.5 ton.
sedelin 2 anni fa su tio
buona soluzione? da decine di anni é provato che le rotonde rendono più fluido il traffico rispetto ai semafori. e perché spendere milioni (!) per peggiorare la situazione? mah, i municipali stanno seduti sullo scranno e non si rendono conto delle colonne dei lavoratori.
albertolupo 2 anni fa su tio
@sedelin Provato dove e come? Per ogni situazione ci sono soluzioni specifiche. Oltre una certa soglia una rotonda non riesce più a smaltire il traffico. Con un semaforo si sceglie quale direzione deve avere maggiore capacità.
Mattiatr 2 anni fa su tio
@albertolupo In ogni caso le differenze sono minime, non sarà il passaggio da rotonde a semafori a migliorare la situazione. La nave sta affondando, le pezze che siano in legno o in metallo non bastano più è ora di cambiare lo scafo e ripristinare una situazione vivibile. Questo però è il compito della confederazione.
Shion 2 anni fa su tio
@albertolupo Non sono le rotonde il problema ma quelli che non ci riescono ad entrare!
Equalizer 2 anni fa su tio
Ma c'era veramente qualcuno nel locarnese che pensava che i semafori avrebbero fluidificato il traffico? Probabilmente perché nessun sindaco passa da quella strada nelle ore di punta.
albertolupo 2 anni fa su tio
@Equalizer Se ci sono le colonne è per via delle rotonde neh. Che servono solo fino a quando non teggono più
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
5 ore
Con il martello dentro al Selecta
Qualcuno ha distrutto il vetro del distributore automatico, rubando parte del contenuto.
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
7 ore
Centauro ferito in via Lugano
La moto si è scontrata con un'auto, per poi finire contro un altro veicolo che circolava in senso opposto
FOTO E VIDEO
CALANCA (GR)
9 ore
Parco Val Calanca a gonfie vele: «Natura selvaggia e incontaminata»
Il progetto sta vivendo un'ottima (prima) stagione estiva e si candida come Parco naturale regionale.
CANTONE
11 ore
Affitti in calo, grazie al Covid
In Ticino e in particolare a Lugano le pigioni stanno calando
CANTONE
12 ore
Covid-19: tre nuovi casi in Ticino
Salgono a 3'445 i contagi registrati nel nostro cantone da inizio pandemia. Le vittime sono 350.
CANTONE / SVIZZERA
14 ore
Oltre 570 auto truccate intercettate dalla polizia
Nel post-lockdown in tutta la Svizzera sono stati intensificati i controlli. In Ticino il fenomeno è stabile
LOCARNO
15 ore
Parte il Pardo, ma la città se n'è (un po') dimenticata
Vetrine spoglie e strade "nude" per un'edizione speciale che è luogo d'incontro online, ma non trascura le sale.
CANTONE
23 ore
«Albergatori ticinesi coscienziosi»
Per Trotta è importante fidelizzare la clientela. Un aumento ulteriore dei prezzi sarebbe stato controproducente
CANTONE
1 gior
Affari d'oro grazie a turismo interno e telelavoro
Non è solo la parziale chiusura delle frontiere ad aver fatto aumentare la cifra d'affari dei negozi alimentari.
VIDEO
LUGANO
1 gior
Lugano è un campo da golf?
Buche, rattoppi, milioni di spesa pubblica. E i cittadini si lamentano
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile