tio/20minuti - Davide Giordano
CANTONE
14.11.19 - 10:440
Aggiornamento : 14:11

Abusi sui figli: «Aveva paura di perdere il marito»

Parla la difesa della donna a processo col coniuge per una lunga serie di atti sessuali consumati tra le mura domestiche. «Temeva di essere abbandonata»

LUGANO - «Le giornate della donna sono accompagnate dal senso di colpa e dalla vergogna di essere stata una madre che nessuno al mondo avrebbe mai dovuto avere». Così l’avvocato Sandra Xavier, in difesa della 45enne del Bellinzonese che assieme al coniuge da ieri è a processo alle Criminali per una lunga serie di abusi sui figli. «È una difesa difficile da sostenere» ha detto, assicurando che «ogni mia parola è accompagnata dal profondo rispetto nei confronti delle vittime».

Per la difesa, la donna - rea confessa - va senza dubbio condannata. «Ma la sua condanna dovrà essere corretta». Da qui la richiesta di una pena non superiore a sei anni. Anche perché - ha sottolineato l’avvocato Xavier - «la donna si è ravveduta, sa di aver fallito come moglie e soprattutto come madre, per fatti che non si perdonerà mai». Ci sarebbero dunque presa di coscienza e pentimento.

Un passato senza affetto - Per oltre un decennio la 45enne è stata «incapace» di dare affetto ai figli, si è comportata «con egoismo». Xavier ha quindi parlato del vissuto della donna, cresciuta in un ambiente familiare privo di affetto genitoriale. «Il marito è stata la prima persona a occuparsi di lei, l’ha fatta sentire desiderata. Lui è allora diventato la sua sola ragione di vita». La totale adesione della donna ai progetti dell’uomo si spiegherebbe con la paura di essere abbandonata. «Un vissuto, questo, che permette di comprendere come un madre possa essere arrivata a compiere orrori tanto gravi» sostiene, parlando di «amore insano e perverso».

«Sa di meritare il carcere» - La donna è in detenzione preventiva da tre anni e sette mesi, come ha ricordato la sua legale. «Per i suoi errori ha pagato, sta pagando e sa che dovrà ancora pagare. Mai una volta si è lamentata della detenzione, ma mi ha detto che sa di meritarlo».

Nei confronti della donna, la procuratrice pubblica Marisa Alfier - intervenuta ieri davanti alla Corte presieduta dal giudice Amos Pagnamenta - ha proposto una pena di quattordici anni e mezzo.

A breve la parola passerà all’avvocato Maurizio Pagliuca, difensore del marito.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
VIDEO
AGNO
23 min
«Ragazzi che cercano problemi», aggredito il rapper Daytona KK
Dalla vita reale a Instagram, passando dalla zona del Luna Park. Da una parte spavalderia, dall'altra derisione.
CANTONE
3 ore
«Paghiamo le riaperture. I casi? Cresceranno ancora»
Le previsioni del direttore dell’Epatocentro Ticino, Andreas Cerny: «Troppo preso per parlare di ondata "benigna"»
BELLINZONA
4 ore
Girava con l'erba, bloccato dagli agenti
La polizia ferma un uomo in Viale Stazione. Interrogatorio davanti a decine di presenti.
BISSONE
9 ore
Operaio ferito questa mattina a Bissone
Sarebbe stato schiacciato dal materiale usato per i lavori.
CANTONE
10 ore
Contagi sotto la decina nel weekend
Colpisce il numero delle ospedalizzazioni: il 50% di coloro che sono stati trovati positivi
LOCARNO
12 ore
Stalkerizzata dalla ditta di incasso
Vicenda surreale per una giovane, dopo un acquisto online. Regolarmente pagato. I retroscena.
CANTONE
14 ore
Giovani in ansia durante il Covid
Pro Juventute ha potenziato il suo 147 con la chat: «Siamo stati contattati da ragazzi sofferenti per i lutti da Covid»
PURA
20 ore
«Il mio viaggio di 23mila km, senza prendere un aereo»
Una giovane donna ticinese ha scelto di percorrerli da sola per mettersi in gioco e superare i suoi limiti
CANTONE
22 ore
Rientro a scuola: ecco i tre scenari
Il Decs sta studiando un piano per settembre. Bertoli: «Gli istituti dovranno essere pronti»
CANTONE
22 ore
«Per battere il Covid, un treno ogni 15 minuti»
L'associazione dei passeggeri Astuti fa una serie di proposte alle FFS. «In Ticino si può osare di più»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile