Foto concessa a 20 Minuten
Céline, morta suicida a 13 anni nell'agosto del 2017, vittima di cyberbullismo.
ARGOVIA
07.12.19 - 10:040
Aggiornamento : 15:21

Céline si è suicidata, i genitori portano il cyberbullismo in aula

Le possibilità che la sentenza venga rivista sono scarse. Ma è importante per la famiglia della 13enne riportare il caso in tribunale

di Redazione
scl/jc

SPREITENBACH - La sua immagine sorridente ha fatto il giro della Svizzera. Sono molte le persone che riconoscono quel sorriso. Céline si è suicidata il 28 agosto del 2017. Aveva 13 anni quando ha scelto di togliersi la vita, nella sua casa del canton Argovia, sotto il peso del bullismo subito su Instagram e Snapchat. Ma il caso attorno alla sua morte tornerà presto in tribunale, a distanza di due anni e mezzo.

Il tribunale dei minorenni di Dietikon ha programmato l’udienza per il 26 febbraio 2020, come riporta la Schweiz am Wochenende. Due adolescenti di Dietikon (ZH) erano stati condannati a qualche giorno di lavori sociali per coercizione, tentativi di minaccia e insulti. Ma il Ministero pubblico dei minorenni non aveva riconosciuto un nesso diretto tra il suicidio della ragazza e il bullismo subito.

Céline era stata presa di mira dove avere inviato a un ragazzo delle foto intime. Una di quelle immagini era stata condivisa su Snapchat. L’avevano vista più di 500 suoi coetanei. Da lì erano iniziati gli insulti e le minacce

I genitori della 13enne non si sono mai dati pace. Hanno perso la loro unica figlia e, come se non bastasse, una delle persone che ritengono responsabili della morte di Céline ha continuato a bullizzare altre ragazze. Il verdetto per il caso della figlia viene giudicato troppo indulgente, ma soprattutto il trattamento riservato alle vittime di cyberbullismo non è più accettabile nella nostra società.

È questo il motivo che ha spinto i familiari di Céline a tornare in tribunale. Le possibilità che la sentenza venga rivista sono scarse. Ma è importante per i genitori della 13enne riportare il caso in aula: vogliono dimostrare che esiste una lacuna legale e chiedere l’istituzione del reato di cyberbullismo affinché le vittime vengano realmente protette.

Leggi il nostro speciale "Morire di bullismo"

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
15 min
L'infrastruttura digitale «è carente» nel settore pubblico
Il problema è emerso soprattutto nel periodo di lockdown.
SVIZZERA
25 min
Swissport vuole abbassare i salari di circa 2500 dipendenti
La società sta attualmente cercando di rinegoziare le condizioni di lavoro dei suoi collaboratori con le parti sociali
SVIZZERA
1 ora
Durante il lockdown anche il consumo di energia va giù
Crollo del 12% rispetto allo scorso anno, indica l'Ufficio federale dell'energia
BASILEA CAMPAGNA
2 ore
Muore colpita dal cavallo durante una lezione di equitazione
L'animale è inciampato durante un salto ad ostacoli. La donna è caduta a terra ed è stata travolta dal cavallo
SVIZZERA
3 ore
Vaccino: c'è la firma con l'azienda Usa, ma non per tutti
Se supererà il test clinico e sarà omologato, potranno essere vaccinate 2,25 milioni di persone.
ZURIGO
3 ore
Va alle terme, venti persone finiscono in quarantena
Una persona presente domenica nella struttura zurighese ha presentato i sintomi del coronavirus tre giorni dopo.
BASILEA
12 ore
«Per la prima volta vedremo l'assassina di nostro figlio»
Ilias tornava da scuola. Fu ucciso da una 75enne. Senza alcun motivo. Lunedì si apre il processo. Intervista ai genitori
SVIZZERA
14 ore
In Svizzera si stimano 400'000 casi di coronavirus
Lo sostiene la task force Covid-19 della Confederazione: l'80-90% dei malati non sarebbe stato rilevato
SAN GALLO
17 ore
«Uno sconosciuto nudo è seduto sul mio divano»
Due fratelli di 26 e 32 anni sono stati fermati dalla polizia: erano in stato confusionale dopo aver consumato LSD
SVIZZERA
17 ore
Siamo finiti sulla lista nera per il coronavirus della Norvegia
I norvegesi che ritornano in patria dopo un viaggio nella Confederazione dovranno fare quarantena per 10 giorni.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile