Céline, morta suicida a 13 anni nell'agosto del 2017, vittima di cyberbullismo
ARGOVIA
15.04.19 - 21:150
Aggiornamento : 16.04.19 - 10:09

Suicida per cyberbullismo: «Bloccate l’accesso ai social ai responsabili»

La loro figlia si è tolta la vita nel 2017 all’età di 13 anni. I genitori chiedono delle misure più severe per combattere il problema

SPREITENBACH - Céline si è suicidata a 13 anni. La madre l’ha trovata senza vita il 28 agosto del 2017 nella loro abitazione, nel canton Argovia. La ragazza veniva da tempo bullizzata su Instagram e Snapchat e non è più riuscita a sopportare quel peso.

Per la giustizia il caso è chiuso. Due adolescenti di Dietikon (ZH) sono stati condannati per coercizione, tentativi di minaccia e insulti. Secondo quanto riferisce la Schweiz am Wochenende dovranno svolgere qualche giorno di lavori sociali. Il Ministero pubblico dei minorenni non ha riconosciuto un nesso diretto tra il suicidio della ragazza e il bullismo subito.

Ma per la famiglia di Céline il caso non è per niente chiuso. I genitori non si danno pace. Hanno perso la loro unica figlia. E - su 20 Minuten - denunciano il trattamento riservato alle vittime di cyberbullismo che, a loro dire, non vengono sufficientemente protette.

«Gli stalker possono essere condannati solo per coercizione, minacce e insulti. Considerata la portata del problema, non è neppure lontanamente sufficiente», ha spiegato la madre. E rivendica delle sanzioni più severe per i responsabili. «I responsabili dovrebbero essere bloccati sui social network come Instagram e Snapchat. Per queste persone perdere followers è più grave che adoperarsi qualche ora in servizi di pubblica utilità».

Un’idea condivisa dallo psicologo Thomas Spielmann: «Bisognerebbe infliggere loro il divieto di avere un profilo attivo sui social per un periodo di ad esempio tre anni - ha detto a Tele M1 -. Come confiscare l’auto a chi commette gravi reati stradali». Il consigliere nazionale UDC Lukas Reimann ha intenzione di depositare un’iniziativa su questo tema.

L’avvocato Martin Steiger sottolinea dal canto suo che sebbene delle misure simili siano già in vigore all’estero, non è facile controllare l’operato di queste persone: «Potrebbero creare un nuovo profilo sui social, magari sotto pseudonimo». Inoltre, «il divieto violerebbe i loro diritti fondamentali, considerato che i giovani al giorno d’oggi comunicano essenzialmente via social». L’avvocato precisa che il diritto penale dei minorenni pone l’accento sull’educazione e la protezione, anziché sulla punizione. «Quello che è accaduto a Céline è tragico, ma non è possibile adattare il diritto penale a dei casi estremi come questo».

Leggi il nostro speciale "Morire di bullismo"

Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
9 ore
Lo screening costa troppo e la gente vi rinuncia
Altra vicenda controversa sul tema dei costi della salute. Per l’esame della clamidia qui vengono addebitati 95 franchi, contro i 26 francesi e i 18 austriaci
SVIZZERA
11 ore
Lotto svizzero: un fortunato vince 1 milione di franchi
Il prossimo montepremi ammonterà a 20,3 milioni di franchi
ARGOVIA
15 ore
Bambino di 7 anni investito da un'auto
Urtato in una zona 30 a Suhr, il piccolo ha riportato ferite di media gravità. Al 60enne conducente bosniaco è stata ritirata la patente
ZURIGO
16 ore
Donazione di cellule staminali: la battaglia di Edi e dei suoi genitori
Il bambino, 10 anni, soffre di una forma potenzialmente letale di anemia aplastica. Una donazione potrebbe salvarlo. L'invito, per tutti, è a farsi testare
SVIZZERA
16 ore
Ermotti: una concentrazione del settore bancario europeo è «inevitabile»
Gli istituti si trovano in una posizione di svantaggio competitivo rispetto ai loro concorrenti statunitensi
SVIZZERA
19 ore
AVS, tasso di contribuzione in aumento da gennaio
L'incremento permetterà di registrare annualmente entrate supplementari pari a 2 miliardi di franchi
ZURIGO
20 ore
Esce di strada e si ribalta: feriti una madre e i suoi tre figli
L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio a Humlikon. Le quattro persone coinvolte, una 36enne e tre bimbi dai sette ai due anni, sono stati trasportati in ospedale da un'ambulanza
BASILEA CITTÀ
21 ore
La chiama un falso poliziotto, gli consegna 90'000 franchi
Le hanno detto i suoi soldi non erano al sicuro, troppi furti nel quartiere. Lei ha prelevato e ha depositato la borsa con i contanti sotto la tettoia di un parcheggio per biciclette
SVIZZERA
1 gior
Parmelin accusato di censura: «Piano con i dati sull’inquinamento»
Il consigliere federale avrebbe chiesto all’istituto svizzero sulla scienza e la tecnologia dell’acqua di “contenersi” nella pubblicazione dei dati sull’inquinamento provocato dalle attività agricole
SVIZZERA
1 gior
Cinquanta milioni di franchi di penale per Sunrise
Abbandonato definitivamente il progetto di acquisizione di UPC Svizzera, ma Liberty Global spera ancora di trovare un nuovo accordo per la sua filiale
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile