Immobili
Veicoli
Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
14.05.19 - 17:220
Aggiornamento : 17:46

Caso FIFA: Lauber dovrà attendere

Le Commissioni della gestione non si sono pronunciate sulla rielezione per un nuovo mandato alla testa del Ministero pubblico della Confederazione

BERNA - Michael Lauber dovrà attendere ancora domani per sapere se potrà essere rieletto per un nuovo mandato alla testa del Ministero pubblico della Confederazione (MPC). Al termine di una seduta di due giorni le Commissioni della gestione (CdG) delle Camere federali non si sono infatti pronunciate. La palla è ora nel campo della commissione giuridica.

Le CdG hanno esaminato la situazione del procuratore generale della Confederazione contro il quale è stata avviata un'inchiesta disciplinare e hanno emesso delle considerazioni. Spetta ora alla commissione giuridica esaminarle e formulare una raccomandazione di voto a destinazione del Parlamento. L'elezione, prevista in giugno, potrebbe però essere rinviata al mese di settembre.

L'Autorità di vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione (AV-MPC) ha annunciato venerdì l'apertura di un'inchiesta per chiarire se il procuratore abbia commesso eventuali violazioni dei doveri d'ufficio nel contesto dei procedimenti avviati nei confronti della FIFA. Al centro della bufera ci sono gli incontri informali non verbalizzati avuti da Lauber con il presidente della FIFA Gianni Infantino.

Audizioni - Le commissioni della gestione del Parlamento hanno ascoltato Lauber ieri per più di un'ora. Hanno pure sentito il presidente dell'AV-MPC Hanspeter Uster e il suo predecessore Niklaus Oberholzer.

Oggi le presidenti delle commissioni, la "senatrice" Anne Seydoux (PPD/JU) per gli Stati e la consigliera nazionale Doris Fiala (PLR/ZH) per la Camera del popolo, si sono presentate davanti ai media in compagnia del "senatore" Hans Stöckli (PS/BE). Nessuno dei tre ha dichiarato di aver fatto constatazioni che potrebbero mettere seriamente in discussione l'attitudine professionale o personale di Michael Lauber e dei suoi sostituti.

Gli incontri informali tra il procuratore generale e il presidente della FIFA (due nel 2016 e un presunto terzo nel 2017) sono oggetto di una domanda di ricusazione davanti al Tribunale penale federale. Restano da determinare le conseguenze di questo procedimento e la questione della prescrizione.

Quanto al terzo incontro di cui Lauber dice di non ricordarsi, i tre membri delle Commissioni della gestione hanno indicato di non disporre, per il momento, di alcun indizio che provi che il procuratore abbia mentito in merito. L'esperto esterno incaricato dell'inchiesta disciplinare aperta dall'AV-MPC dovrà chiarire eventuali violazioni dei doveri d'ufficio da parte di Lauber.

Relazioni tese - In seguito alle diverse audizioni, le commissioni hanno constatato "relazioni tese" tra l'Autorità di vigilanza dell'MPC e il procuratore generale. Quest'ultimo si oppone all'inchiesta aperta nei suoi confronti e ha depositato una richiesta contro l'AV-MPC presso le commissioni della gestione.

Un'ispezione sarà condotta per chiarire le incomprensioni tra l'MPC e l'AV-MPC, ha precisato Stöckli. In questo contesto le commissioni esamineranno inoltre in quale modo la fiducia tra le due parti possa essere ristabilita.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
4 ore
Il booster funziona bene
Nuovi dati mostrano come la terza dose garantisca tassi di mortalità e ospedalizzazione significativamente inferiori
BERNA
5 ore
Tifosi senza mascherina, nessun aumento dei contagi
È quanto constatano le autorità sanitarie cantonali di Berna dopo la Coppa del Mondo di sci ad Adelboden
SVIZZERA
8 ore
Medicamento anti Covid, presentata la domanda di omologazione
Il farmaco Paxlovid si compone di due principi attivi sintetici: Nirmatrelvir e Ritonavir.
BERNA
8 ore
«Il picco potrebbe essere stato raggiunto»
Da Berna, gli esperti della Task Force federale fanno il punto sulla situazione pandemica in Svizzera
ZUGO
8 ore
Ritrovato morto dopo più di dieci mesi
Il corpo senza vita del 39enne è stato ritrovato sabato scorso sul Rigi da alcuni alpinisti.
SVIZZERA
9 ore
In Svizzera altri 29'142 contagi in ventiquattro ore
Nelle cure intense del nostro paese, il 30,3% dei posti letto è occupato da pazienti Covid
FOTO
SVIZZERA
13 ore
«Non usatela, non protegge»
La Suva ha deciso di richiamare il prodotto: «La scarsa efficacia protettiva potrebbe risultare dannosa per la salute».
SVIZZERA
16 ore
Malati che muoiono a causa del rinvio di interventi chirurgici
Il settore sanitario è sotto pressione. Si temono gravi conseguenze sulle condizioni dei pazienti
SVIZZERA
1 gior
Covid-pass aggiornato? Ora non ci si dovrà più mettere il dito
Niente più verifica manuale, ora l'app Covid Certificate esegue il refresh automaticamente.
SVIZZERA / MONDO
1 gior
«Vaccinare il mondo per fermare la pandemia»
Il messaggio del segretario generale dell'Onu Antonio Guterres al WEF di Davos.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile