Keystone
SVIZZERA
13.05.19 - 13:570

Michael Lauber davanti alle commissioni della gestione

Il procuratore della Confederazione è stato ascoltato nell'ambito dell'inchiesta disciplinare sui suoi incontri con il presidente della Fifa Gianni Infantino

BERNA - Le commissioni della gestione delle Camere federali hanno ascoltato oggi il procuratore della Confederazione Michael Lauber contro il quale è stata avviata un'inchiesta disciplinare. Scopo dell'incontro: determinare se Lauber sia eleggibile per un nuovo mandato alla testa del Ministero pubblico della Confederazione (MPC).

Le audizioni sono incominciate nella mattinata di oggi: prima di ricevere il procuratore della Confederazione, le commissioni hanno posto delle domande per un'ora e mezzo circa al presidente dell'autorità di vigilanza dell'MPC (AV-MPC) Hanspeter Uster.

Quest'ultimo, al termine dell'audizione, non ha voluto fare commenti, appellandosi al segreto commissionale: «Ho detto quello che volevo dire», ha indicato ai giornalisti presenti. Anche l'ex presidente dell'autorità di vigilanza Niklaus Oberholzer è stato ascoltato.

Per ora bocche cucite - L'audizione di Lauber è invece iniziata per la precisione alle 11.50 ed è stata sospesa per consentire ai parlamentari di trattare gli affari correnti. Dovrebbe riprendere alla fine del pomeriggio.

Le presidenti delle commissioni, la senatrice Anne Seydoux (PPD/JU) per gli Stati e la consigliera nazionale Doris Fiala (PLR/ZH) per la Camera del popolo, non hanno voluto esprimersi sulle discussioni. Una decisione in merito non dovrebbe cadere prima della serata di oggi o la mattinata di domani.

Inchiesta aperta - L'AV-MPC ha annunciato venerdì l'apertura di un'inchiesta per chiarire se il procuratore ha commesso eventuali violazioni dei doveri d'ufficio nel contesto dei procedimenti avviati nei confronti della FIFA. Lauber, dal canto suo, ha depositato una richiesta contro l'Autorità di vigilanza del Ministero pubblico della Confederazione presso le commissioni di gestione.

La decisione giunge in un momento delicato per il procuratore della Confederazione, poiché il Parlamento deve pronunciarsi in giugno sul rinnovo del mandato a Lauber per il periodo 2020-2023. La commissione giuridica delle Camere federali emetterà la sua raccomandazione mercoledì sera.

Al centro della bufera, sono gli incontri informali non verbalizzati avuti da Lauber con il presidente della FIFA Gianni Infantino. Tali sedute non sono problematiche in quanto tali, poiché servono a discutere sul seguito da dare a un procedimento. Tuttavia il procuratore della Confederazione avrebbe dovuto documentarli e l'autorità di vigilanza gli aveva raccomandato di farlo l'anno scorso.

Terzo incontro - L'elemento cruciale per l'apertura di un'inchiesta disciplinare è stato il terzo incontro con Infantino finora sempre taciuto da Lauber. Nel novembre 2018, il procuratore della Confederazione aveva dichiarato di aver avuto soltanto due incontri (nel 2016) con il presidente della FIFA. Nessuno dei supposti partecipanti alla terza riunione (nel 2017) se ne ricorda.

L'inchiesta disciplinare sarà affidata a un specialista esterno. Il suo nome sarà comunicato separatamente al pubblico. Lauber rischia un ammonimento, un biasimo o una riduzione del salario del 10% per un anno al massimo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
20 min
Moto, un primo semestre «sensazionale»
Lo sviluppo del settore a maggio e giugno è stato definito «esplosivo»
VAUD
2 ore
Coronavirus, personale sanitario ringraziato con... una spilletta
Il gesto non è piaciuto a molti dipendenti che hanno lavorato duramente nel periodo della crisi sanitaria.
SVIZZERA
10 ore
L'app SwissCovid non convince
Il 56% della popolazione non intende installarla sul proprio cellulare. C'è chi teme per la protezione dei dati.
SVIZZERA
15 ore
Svizzera e Stati Uniti a braccetto nello sviluppo di droni
Si mira in particolare a migliorare la loro integrazione in sicurezza nello spazio aereo
FOTOGALLERY
BASILEA CITTÀ
18 ore
Otto nuovi cuccioli allo zoo
Si tratta della discendenza più numerosa registrata negli ultimi 34 anni nel parco zoologico renano.
SVIZZERA
19 ore
Un trucchetto per avere treni puntuali? «No, non inganniamo i viaggiatori»
Le FFS smentiscono che l'evoluzione positiva della puntualità dei convogli sia dovuta al nuovo modello di calcolo.
FOTOGALLERY
VAUD
20 ore
10 anni e 1'000 operai, ma ora l'Abbazia è pronta
La più grande chiesa romanica del nostro Paese riaprirà al pubblico nel weekend.
SVIZZERA
20 ore
Coronavirus: le Pmi svizzere temono la seconda ondata
Per la maggioranza degli interpellati, il rischio è grande. Cresce però l'ottimismo su andamento degli affari e finanze.
ZURIGO
21 ore
Sgominata una baby gang specializzata in furti, truffe e borseggi
La banda composta da quattordici giovani tra i 17 e i 33 anni ha commesso più di 70 reati in tre cantoni.
BERNA
21 ore
La montagna "razzista" non deve cambiare nome
Il Municipio di Grindelwald non intende cambiare il nome all'Agassizhorn.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile