Keystone (archivio)
SVIZZERA
10.05.19 - 15:000

Caso FIFA, confermata l'inchiesta su Lauber

L'Autorità di vigilanza del MPC intende chiarire gli incontri avuti dal Procuratore generale con Gianni Infantino

BERNA - L'Autorità di vigilanza del Ministero pubblico della Confederazione (AV-MPC) ha avviato un'inchiesta disciplinare nei confronti del procuratore generale, Michael Lauber, per fare chiarezza sugli incontri avuti da quest'ultimo col presidente della FIFA Gianni Infantino.

Stando a una nota odierna dell'autorità di vigilanza, «l’inchiesta - che sarà condotta da uno specialista esterno il cui nome sarà comunicato a parte - servirà ad acclarare, nell’ottica del diritto disciplinare, l’eventuale violazione dei doveri d’ufficio da parte del procuratore generale nel contesto dell’insieme dei procedimenti FIFA».

La notizia dell'apertura dell'inchiesta è stata anticipata già stamane da diversi media svizzerotedeschi. Sempre questo pomeriggio - dalle 15.30 - Michael Lauber si esprimerà davanti ai media sulla vicenda. Di recente ha sostenuto, in un'intervista a radio SRF - che non avrebbe ritirato la sua candidatura per un altro mandato anche se fosse stata aperta un'inchiesta disciplinare nei suoi confronti. Sul prolungamento del mandato dovrà decidere il Parlamento.

Il MPC si occupa della vicenda FIFA dal 2015 per questioni che riguardano presunta amministrazione infedele e riciclaggio di denaro tramite conti bancari elvetici. L'inchiesta è molto ampia; la FIFA non è accusata, ma è parte lesa e collabora con la procura.

Lauber ha più volte affermato di non ricordarsi di un terzo incontro con Infantino, anche se questo sembra aver avuto luogo. La dimenticanza viene giustificata con i numerosi impegni. Da quando però la vicenda di un terzo incontro, non protocollato, è diventata di pubblico dominio, la pressione su Lauber è salita.

L'organo di vigilanza del MPC ha sostenuto nei giorni scorsi che gli incontri fra le parti non sono anomali in quanto tali; il problema è che il codice di procedura non è stato rispettato: tutti gli atti essenziali devono infatti essere registrati in verbali e questo non è avvenuto. Gli incontri "chiari" sono però due, e il terzo rimane in qualche modo misterioso.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 2 anni fa su tio
Bene!!! Auguriamoci che non venga più eletto.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 min
Comprato per 8,90 franchi, venduto per 37'500 franchi
C'è sempre tantissimo interesse per la novità messa in circolazione dalla Posta Svizzera, ma qualcuno storce il naso
SVIZZERA
7 ore
Il vaccino sarà più caro
Le casse malati dovranno pagare 25 franchi a dose contro i 5 attuali. Per gli assicurati sarà comunque ancora gratuito.
SVIZZERA
7 ore
Un altro effetto del coronavirus: la rabbia
La pandemia ha reso molte persone più aggressive. A farne le spese è spesso chi lavora in campo medico o nei trasporti.
SVIZZERA
7 ore
Subaffitti: impedire gli abusi
Posti in consultazione tre progetti che riguardano le locazioni. Le reazioni di proprietari e inquilini però divergono.
SVIZZERA
9 ore
Attivista no vax rifiuta di pagare le tasse
Dopo il sì alla Legge Covid, Daniel Trappitsch non intende versare altri contributi.
ARGOVIA
12 ore
Hanno dovuto scegliere chi ricoverare
Il primo caso alla clinica Hirslanden di Aarau, dove metà del reparto è occupato da pazienti Covid.
ARGOVIA
12 ore
Incendio in un appartamento, morta una donna
Il rogo è divampato ieri sera in una casa plurifamiliare a Döttingen. Ancora ignote le cause.
SVIZZERA
14 ore
Più divieti per i non vaccinati: «È un'opzione»
Le parole di Lukas Engelberger. E su un eventuale obbligo vaccinale: «Pericoloso per il rapporto tra Stato e cittadini»
SVIZZERA
14 ore
«Misure incoerenti. Svizzeri discriminati rispetto ai frontalieri»
Viaggi, vaccini e terze dosi. Lorenzo Quadri interpella il Consiglio federale sulle decisioni annunciate venerdì
SVIZZERA
15 ore
La presidenza ci mostrerà un nuovo Ignazio Cassis?
Ne è convinto l'amico Fulvio Pelli in attesa della data storica (per il Ticino) dell'8 dicembre
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile