Keystone (archivio)
SVIZZERA
10.05.19 - 15:000

Caso FIFA, confermata l'inchiesta su Lauber

L'Autorità di vigilanza del MPC intende chiarire gli incontri avuti dal Procuratore generale con Gianni Infantino

BERNA - L'Autorità di vigilanza del Ministero pubblico della Confederazione (AV-MPC) ha avviato un'inchiesta disciplinare nei confronti del procuratore generale, Michael Lauber, per fare chiarezza sugli incontri avuti da quest'ultimo col presidente della FIFA Gianni Infantino.

Stando a una nota odierna dell'autorità di vigilanza, «l’inchiesta - che sarà condotta da uno specialista esterno il cui nome sarà comunicato a parte - servirà ad acclarare, nell’ottica del diritto disciplinare, l’eventuale violazione dei doveri d’ufficio da parte del procuratore generale nel contesto dell’insieme dei procedimenti FIFA».

La notizia dell'apertura dell'inchiesta è stata anticipata già stamane da diversi media svizzerotedeschi. Sempre questo pomeriggio - dalle 15.30 - Michael Lauber si esprimerà davanti ai media sulla vicenda. Di recente ha sostenuto, in un'intervista a radio SRF - che non avrebbe ritirato la sua candidatura per un altro mandato anche se fosse stata aperta un'inchiesta disciplinare nei suoi confronti. Sul prolungamento del mandato dovrà decidere il Parlamento.

Il MPC si occupa della vicenda FIFA dal 2015 per questioni che riguardano presunta amministrazione infedele e riciclaggio di denaro tramite conti bancari elvetici. L'inchiesta è molto ampia; la FIFA non è accusata, ma è parte lesa e collabora con la procura.

Lauber ha più volte affermato di non ricordarsi di un terzo incontro con Infantino, anche se questo sembra aver avuto luogo. La dimenticanza viene giustificata con i numerosi impegni. Da quando però la vicenda di un terzo incontro, non protocollato, è diventata di pubblico dominio, la pressione su Lauber è salita.

L'organo di vigilanza del MPC ha sostenuto nei giorni scorsi che gli incontri fra le parti non sono anomali in quanto tali; il problema è che il codice di procedura non è stato rispettato: tutti gli atti essenziali devono infatti essere registrati in verbali e questo non è avvenuto. Gli incontri "chiari" sono però due, e il terzo rimane in qualche modo misterioso.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 1 anno fa su tio
Bene!!! Auguriamoci che non venga più eletto.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VAUD
48 min
Coronavirus, personale sanitario ringraziato con... una spilletta
Il gesto non è piaciuto a molti dipendenti che hanno lavorato duramente nel periodo della crisi sanitaria.
SVIZZERA
8 ore
L'app SwissCovid non convince
Il 56% della popolazione non intende installarla sul proprio cellulare. C'è chi teme per la protezione dei dati.
SVIZZERA
13 ore
Svizzera e Stati Uniti a braccetto nello sviluppo di droni
Si mira in particolare a migliorare la loro integrazione in sicurezza nello spazio aereo
FOTOGALLERY
BASILEA CITTÀ
16 ore
Otto nuovi cuccioli allo zoo
Si tratta della discendenza più numerosa registrata negli ultimi 34 anni nel parco zoologico renano.
SVIZZERA
17 ore
Un trucchetto per avere treni puntuali? «No, non inganniamo i viaggiatori»
Le FFS smentiscono che l'evoluzione positiva della puntualità dei convogli sia dovuta al nuovo modello di calcolo.
FOTOGALLERY
VAUD
18 ore
10 anni e 1'000 operai, ma ora l'Abbazia è pronta
La più grande chiesa romanica del nostro Paese riaprirà al pubblico nel weekend.
SVIZZERA
18 ore
Coronavirus: le Pmi svizzere temono la seconda ondata
Per la maggioranza degli interpellati, il rischio è grande. Cresce però l'ottimismo su andamento degli affari e finanze.
ZURIGO
19 ore
Sgominata una baby gang specializzata in furti, truffe e borseggi
La banda composta da quattordici giovani tra i 17 e i 33 anni ha commesso più di 70 reati in tre cantoni.
BERNA
19 ore
La montagna "razzista" non deve cambiare nome
Il Municipio di Grindelwald non intende cambiare il nome all'Agassizhorn.
SVIZZERA
20 ore
129 nuovi casi di coronavirus in Svizzera
Sei persone sono finite in ospedale. Oltre 10mila i tamponi effettuati
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile