TiPress - foto d'archivio
CANTONE
27.09.20 - 11:030

Anche le donne PPD chiedono un intervento

«L’individuazione di problemi nelle istituzioni nella gestione delle molestie sessuali resta senza soluzione»

BELLINZONA - Continua a far discutere la bocciatura da parte del Gran Consiglio dell'istituzione di una commissione parlamentare d'inchiesta per il caso dell'ex funzionario del DSS condannato per coazione sessuale. Dopo il collettivo femminista "Io l'8 ogni giorno" e la Lega, a prendere la parola, esprimendo «il proprio disappunto» è l'associazione donne PPD.

In particolare, le donne del partito pongono l'accento sulla necessità di verificare che all’interno dell’amministrazione pubblica vi siano comportamenti omertosi e idonei al crearsi di situazioni in cui alcuni si sentano di poter usare violenza. Situazione che, senza l'istituzione di questa commissione parlamentare d'inchiesta, a tutt'oggi «resta senza soluzione». «Le molestie sessuali nascono purtroppo in un clima culturale e aziendale di tacita connivenza e sopportazione di comportamenti inidonei, e questo non è in alcun modo tollerabile».

L'associazione donne PPD analizza anche il fatto che la decisione del Gran Consiglio possa essere legata alla preoccupazione che una commissione avrebbe potuto esporre le vittime a ulteriori sofferenze. «Non si confida nella propria capacità di gestire in modo opportuno un tema tanto importante e al tempo stesso delicato - scrive -. Ciò è forse il frutto anche della cattiva gestione di precedenti commissioni. Tuttavia lo strumento istituzionale delle commissioni d’inchiesta è e deve rimanere uno dei cardini di intervento laddove il Cantone debba fare luce sul proprio operato attraverso un processo interno di analisi e verifica».

Affinché questa vicenda non venga dimenticata, le donne PPD chiedono di «rivedere i processi di denuncia e intervento che consentano un’adeguata sorveglianza all’interno delle amministrazioni cantonali», ma anche «che si faccia un’analisi seria sulle modalità di funzionamento e azione delle commissioni parlamentari d’inchiesta».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
1 ora
Giovane ciclista investito sulle strisce
L'incidente è avvenuto in Via Tatti a Bellinzona. Ferite serie per il ragazzo in sella alla bicicletta.
BELLINZONA
2 ore
Lo sfidante sarà il vice
Simone Gianini occuperà la seconda poltrona del Muncipio di Bellinzona
LUGANO
3 ore
All'Usi 91 diplomati in comunicazione... a distanza
La tradizionale cerimonia si è tenuta questo pomeriggio (in diretta streaming) nell'Aula Magna del Campus ovest.
CANTONE
4 ore
I piccoli si scontrano con le spese di spedizione
L'e-commerce va forte in tempo di pandemia? Tra i big di certo. Ma c'è una fetta di negozianti che soffre ugualmente.
CANTONE
7 ore
Cocaina, fermato un altro spacciatore
Ennesimo colpo assestato al traffico di droga dopo gli arresti delle scorse settimane.
CANTONE
11 ore
Covid: in Ticino 9 casi e un decesso
Stabilità sul fronte ospedali, che ospitano, con una nuova ammissione, 29 pazienti affetti dal virus.
CANTONE
13 ore
Effetto lockdown, ed è sushi mania
Il lato "positivo" della pandemia. Nascono diverse nuove attività. In particolare nel Sopraceneri.
CANTONE / SVIZZERA
15 ore
Lotta al terrorismo e quella frase che potrebbe annullare il voto
Per l'ex procuratore pubblico Paolo Bernasconi già oggi il tentativo di commettere un reato è punibile dalla legge.
ACQUAROSSA
15 ore
In troppi a caccia di quella pozza, nasce un sentiero in onore del Felice
Tanta gente in cerca del "luogo chiave" narrato dal romanzo di Fabio Andina. Senza trovarlo. Ecco la soluzione.
CANTONE
23 ore
«L’Udc fa gli interessi della lobby del petrolio»
I Verdi del Ticino reagiscono al video sulla legge sul Co2 diffuso oggi dal partito di Marco Chiesa.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile