TiPress
BELLINZONA
21.02.19 - 14:390
Aggiornamento : 16:48

Da Locarno alla Siria contro l'Isis, non andrà in prigione

È stata chiesta una pena pecuniaria di 180 aliquote giornaliere sospese per tre anni e una multa di 2'200 franchi. La sentenza è prevista domani

BELLINZONA - L'uditore militare ha chiesto una pena pecuniaria di 180 aliquote giornaliere sospese con la condizionale per Johan Cosar, locarnese di origini siro-aramee accusato di "servizio straniero" per aver combattuto in Siria contro l'Isis in una milizia cristiana. Domandata anche una multa di 2200 franchi.

Per il cugino coimputato - accusato di averlo aiutato nel reclutamento di miliziani tramite reti sociali - è stata invece richiesta una pena pecuniaria di 70 aliquote giornaliere e una multa di 1500 franchi con la condizionale.


TiPress

Alla fine del 2012, forte della sua esperienza di sergente nell'esercito svizzero, Cosar avrebbe partecipato alla costituzione (ma l'interessato nega) e all'addestramento della milizia cristiana "Syriac Military Council", di cui sarebbe divenuto uno dei leader e per la quale avrebbe reclutato soldati siriani in loco. La giustizia militare elvetica lo accusa di aver prestato servizio in questa milizia dal 2013 al 2015.

L'accusa è di violazione dell'articolo 94 del Codice penale militare, che sotto il titolo generale di "indebolimento della forza difensiva del Paese" punisce con una pena detentiva fino a tre anni o con una pena pecuniaria il "servizio straniero" di uno svizzero che «si arruola in un esercito straniero senza il permesso del Consiglio federale».

Il verdetto del Tribunale militare, per il processo che si tiene nell'aula del Tribunale penale federale ed è presieduto dal colonnello Mario Bazzi, è previsto per domani alle 11.

3 mesi fa Da Locarno andò a combattere contro l'Isis, oggi a processo
10 mesi fa «Ho combattuto contro l'Isis, ma ho difeso anche la Svizzera»
1 anno fa Il foreign fighter di Locarno a processo
4 anni fa Ticinese contro l'IS, è tornato e rischia 3 anni di carcere
4 anni fa Locarnese in Siria: "Sto facendo buon uso delle armi, come ho imparato nell'esercito svizzero"
4 anni fa Johan Cosar vuole ritornare in Svizzera
4 anni fa Indagato Johan, il ticinese che combatte in Siria
4 anni fa "Faccio lo sciopero della fame per i cristiani massacrati"
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
IRAGNA
6 ore

Cerca di aiutare un giovane in difficoltà, rischia di annegare

La donna è stata soccorsa dal sanitari di Tre Valli Soccorso e della REGA

AIROLO
7 ore

Veicolo in panne nel Gottardo, galleria riaperta

Disagi al traffico sull'A2 con code e ritardi in entrambe le direzioni

CANTONE
9 ore

Condannato a 3 anni per violenza carnale

Questa la pena per il 37enne del Bellinzonese che nel 2015 abusò della ex convivente

CANTONE
9 ore

Prove di caldo in attesa di quello torrido

Notte quasi tropicale quella appena trascorsa. «Da domenica estatona» scrive MeteoLocarno, con temperature anche fino ai 35 gradi

CANTONE
12 ore

Imposta di circolazione: il nuovo calcolo è più leggero, anche per le tasche

Semplicità, allineamento alla media svizzera e svolta ecologista per il nuovo sistema di calcolo dell’imposta di circolazione approvato dal Governo

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report