AFP/Keystone
SAN GALLO
11.04.21 - 21:020
Aggiornamento : 12.04.21 - 09:00

Villa sul lago, Federer con le spalle al muro

Il cantiere di costruzione è fermo, un'associazione ecologista ha presentato ricorso.

Motivo della discordia: l'accesso alla riva del lago di Zurigo, ma anche un muro che il Comune vorrebbe mantenere.

RAPPERSWIL-JONA - Per usare un gergo tennistico, l'organizzazione ambientalista Aqua Viva ha "rubato il servizio" a Federer nella costruzione della sua villa a Rapperswil-Jona (SG). Il basilese ha infatti dovuto interrompere i lavori nella sua proprietà, secondo quanto riferito dalla locale Linth-Zeitung. Nonostante siano già state effettuate importanti opere di bonifica del sito, contaminato da alcuni rifiuti edili, l'accesso alla riva rimane infatti un problema.

L'impresa di costruzione incaricata afferma che i lavori sono stati interrotti, mentre un portavoce di Federer parla invece di «ambiguità» su ciò che dovrebbe essere scritto sulla domanda di costruzione. Per questo il Comune deve ancora provvedere a un esame del progetto.

Il muro della discordia - Perché l'iter di costruzione possa proseguire, i committenti (ovvero la famiglia Federer) devono mostrare esattamente come apparirà la riva al termine dei lavori previsti. Ma Federer si trova confrontato a un nuovo avversario a bordo lago: un muro (che non è Nadal, passateci la battuta). Lui e la moglie Mirka sostengono che debba essere abbattuto, mentre la città vuole mantenerlo nella sua forma originale.

Canne protette - Per poter completare il sito, Federer deve poi risolvere un altro punto controverso: il canneto presente sulla riva, anch'esso meritevole di protezione, che limita il margine di manovra di King Roger per quanto riguarda i lavori da effettuare. 

L'organizzazione per la protezione delle acque Aqua Viva è soddisfatta per il congelamento dei lavori e auspica un maggior dialogo fra le parti in modo da chiudere la partita in modo positivo per tutti. La palla ora passa nel campo di Federer.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
LUCERNA
6 ore
Delitto alla stazione di servizio, la vittima è un 20enne
A perdere la vita durante lo scontro, che ha coinvolto una dozzina di persone, un 20enne kosovaro
Berna
7 ore
Decessi Covid nelle case per anziani, i Cantoni si preparano alla terza dose
Secondo Stefan Fux, Direttore di una casa di riposo, «la vaccinazione sta perdendo la sua efficacia»
BERNA
12 ore
Partecipazione al voto superiore alla media degli ultimi anni
Tra i meno diligenti anche il Ticino, fermo sotto il 48%.
BERNA
12 ore
«Chi si ama e vuole sposarsi deve poterlo fare»
Sul Matrimonio per tutti «i cittadini hanno votato chiaramente», ha detto Karin Keller-Sutter.
BERNA
13 ore
Un alpinista muore allo Schreckhorn
L'uomo si trovava in alta quota per un'escursione in solitaria
Berna
15 ore
Donne viste come materassi del sesso nell'esercito
Diversi casi sono approdati davanti al tribunale militare secondo cui «non c'è spazio per determinati comportamenti»
SAN GALLO
17 ore
36enne accoltellato, fermati due presunti colpevoli
Gli agenti hanno trovato l'uomo ferito in un appartamento.
BERNA
17 ore
Sì al "matrimonio per tutti", no al 99 per cento
Approvata l'iniziativa sulle coppie omosessuali (64 per cento). Respinta la tassazione dei capitali (67%)
SVIZZERA/TICINO
18 ore
Urne aperte, chi la spunterà?
Matrimonio per tutti, 99 per cento, pigioni abusive e altro ancora. Si vota su due iniziative federali e tre cantonali
SVIZZERA
19 ore
«Sono estremisti monotematici»
I No Pass e No Vax in Svizzera stanno alzando il tiro. La Rete per la sicurezza: «Rischio radicalizzazione»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile