Keystone
DANIMARCA
10.11.20 - 15:510

Non si possono abbattere tutti i visoni di una nazione per un virus mutato

Il caso della Danimarca, al lavoro per sopprimere 17 milioni di esemplari, ma non ci sarebbero le basi legali

Gli allevatori però non si fermano: «La legge arriverà, e questa industria comunque è finita»

COPENAGHEN - Il ministro dell'agricoltura danese ha ammesso oggi che la diffusa campagna di abbattimento dei visoni volta a combattere una problematica mutazione del coronavirus non era legalmente giustificata.

«Abbiamo commesso un errore. Non esiste una base legale per chiedere agli allevatori di visoni di abbattere i loro animali al di fuori delle aree» dove gli animali sono stati infettati, ha detto Mogens Jensen a TV2.

Dall'annuncio del governo del 4 novembre ad oggi sono stati soppressi circa 2,4 milioni di visoni nel regno scandinavo, il più grande esportatore mondiale di visoni. 

Durante una sessione di domande e risposte, anche il primo ministro Mette Frederiksen si è oggi scusato: «Anche se abbiamo fretta dobbiamo essere chiari su ciò che richiede una nuova legge e non è stato così», ha detto ai parlamentari. Il governo invita però gli allevatori a continuare la macellazione come previsto, come precauzione sanitaria.

La scorsa settimana la Danimarca ha ordinato l'eliminazione di tutti i suoi visoni - tra i 15 e i 17 milioni - a seguito della scoperta di una mutazione del nuovo coronavirus trasmissibile all'uomo in questi mammiferi. Il virus mutante, denominato Cluster 5, è stato rilevato in dodici persone, tutte nello Jutland settentrionale, una regione nel nord-ovest del paese. 

Gli allevatori: «Continueremo con l'abbattimento» - Malgrado l'incertezza riguardante la questione, gli allevatori continueranno con la soppressione dei mustelidi: «Non ha senso fermarsi ora, siamo sicuri che una legge passerà, prima o poi», ha commentato a Reuters il capo dell'Associazione danese di allevatori di visoni, secondo il quale l'industria - che vale 800milioni l'anno e dà lavoro a 6'000 persone - «è comunque finita».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
SUDAFRICA
5 ore
Non sono diamanti, ma cristalli di quarzo
Il valore delle "pietre misteriose" scoperte in Sudafrica crolla quindi drasticamente
GIAPPONE
8 ore
Vaccini a rilento, in Giappone si punta ora sulle aziende
L'iniziativa ha preso il via oggi. Toyota vaccinerà 80'000 persone. Rakuten 60'000.
FOTO
INDIA
11 ore
Arrivano i monsoni. E centinaia di corpi potrebbero finire nel Gange
Il numero di sepolture sulle sponde del fiume sacro è esploso a causa della pandemia
GERMANIA
14 ore
Euro 2020: Allianz Arena illuminata di arcobaleno contro Orbán e le sue leggi «omofobe»?
Lo chiede il Consiglio comunale di Monaco in occasione di Germania-Ungheria. Troppo politico?
STATI UNITI
16 ore
Maxi-incidente in autostrada, morti 9 minorenni e un 29enne
Tragico il bilancio di un tamponamento di massa avvenuto in Alabama
FOTO E VIDEO
STATI UNITI
17 ore
Un'oasi verde sul fiume Hudson: ecco Little Island
La nuova attrazione "fluttuante" è costata 260 milioni di dollari e ospita decine di specie di piante
PORTOGALLO
1 gior
A Lisbona il 60% dei casi di Covid è di variante Delta
L'impennata dei contagi è legata all'apertura ai turisti (britannici) ma il vaccino sembra stia limitando i danni
STATI UNITI
1 gior
Al di là dei successi all'estero, la vera sfida di Biden si gioca tutta in casa
E Putin fa molta meno paura dei repubblicani al Senato, dove rischia di insabbiarsi. E c'è scontento anche fra i dem
BELGIO
1 gior
Ritrovato senza vita dopo un mese il soldato "negazionista"
Il 46enne, classificato come potenziale terrorista, si era dato alla macchia dopo aver rubato armi da una base militare
FOTO
BRASILE
1 gior
«Cinquecentomila morti. Ed è colpa sua»
Il presidente Bolsonaro nel mirino delle proteste per aver banalizzato la pandemia di Covid-19.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile