Keystone
Un allevatore di Gjoel durante un'ispezione della polizia danese.
DANIMARCA
05.11.20 - 21:140
Aggiornamento : 22:09

Coronavirus mutato nei visoni: gli abitanti di sette comuni danesi invitati a non muoversi

Disposto l'abbattimento di 15 milioni di animali. L'efficacia del vaccino contro il Covid-19 potrebbe essere compromessa

L'Oms: «Siamo al corrente. Siamo in contatto con le autorità danesi».

COPENHAGEN - Dopo la scoperta di una mutazione genetica del nuovo coronavirus nei visoni, la Danimarca ha annunciato restrizioni speciali per 280mila persone che vivono nel nord dello Jutland, dove 207 allevamenti sono risultati infetti. Il virus mutato ha già infettato delle persone.

«Da stasera gli abitanti di sette comuni del nord dello Jutland sono fortemente incoraggiati a non spostarsi per evitare la diffusione del virus», ha dichiarato la prima ministra Matte Frederiksen. Bar e ristoranti dell'area resteranno chiusi, ha aggiunto la premier.

Con una decisione presa «non a cuor leggero», Frederiksen ha ordinato che tutti gli esemplari di visone presenti negli oltre 1'100 allevamenti del Paese siano abbattuti. In totale, si tratta di 15-17 milioni di esemplari. La Danimarca è il maggiore produttore di pellicce di visone al mondo.

«Siamo a conoscenza delle segnalazioni dalla Danimarca in merito a un certo numero di persone infettate con il coronavirus dai visoni, come alcune modifiche genetiche nel virus. Siamo in contatto con le autorità danesi per saperne di più», ha dal canto suo riferito l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) in un tweet. La diffusione di un virus mutato, hanno ipotizzato le autorità danesi, potrebbe compromettere l'efficacia dei futuri vaccini contro il Covid-19.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile