Keystone
ITALIA
15.08.18 - 10:010
Aggiornamento : 12:10

«Il responsabile è Autostrade: ritiriamole la concessione»

A chiederlo è Luigi Di Maio, che invoca «multe fino a 150 milioni di euro»: «Paghiamo i pedaggi più alti d'Europa»

1 anno fa «Ho visto donne e bambini correre scalzi con la paura negli occhi»
1 anno fa «Per il porto è una pesante emergenza»
1 anno fa Le vittime salgono a 37, ma si continua a scavare

ROMA - «I responsabili hanno un nome e un cognome e sono Autostrade per l'Italia. Dopo anni che si è detto che le cose dai privati sarebbero state gestite molto meglio, ci troviamo con uno dei più grandi concessionari europei che ci dice che quel ponte era in sicurezza. Queste sono scuse. Autostrade deve fare la manutenzione e non l'ha fatta. Prima di tutto si dimettano i vertici».

Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio in un'intervista a Radio Radicale. In caso di inadempienze, ha aggiunto, «è possibile ritirare la concessione e far pagare multe fino a 150 milioni di euro. Autostrade non ha fatto la manutenzione sul ponte Morandi e il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli ha avviato le procedure per il ritiro della concessione».

«Ad Autostrade paghiamo i pedaggi più alti d'Europa e loro pagano tasse bassissime perché sono posseduti da una finanziaria Benetton in Lussemburgo», ha sottolineato il ministro.

Anche Salvini a favore - A favore della revoca della concessione si schiera anche l'altro vice premier Matteo Salvini: «È il minimo che ci si possa aspettare», afferma annunciando che scriverà a tutti i concessionari privati per sapere quale parte del loro bilancio riservano alla sicurezza. E mentre il governo, a partire dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, conferma l'intenzione di procedere a un monitoraggio di tutte le infrastrutture, soprattutto di quelle più vecchie, il sottosegretario alle Infrastrutture Edoardo Rixi annuncia una Commissione di inchiesta da parte del suo ministero.

Autostrade: «Effettuiamo verifiche trimestrali» - Il viadotto Polcevera, crollato a Genova, «era monitorato dalle strutture tecniche della Direzione di Tronco di Genova con cadenza trimestrale secondo le prescrizioni di legge e con verifiche aggiuntive realizzate mediante apparecchiature altamente specialistiche». È quanto specifica in una nota Autostrade per l'Italia.

Di Maio e Salvini a Genova - Come riporta l'agenzia di stampa italiana Ansa, Luigi Di Maio si recherà oggi a Genova per un sopralluogo insieme al vicepremier Matteo Salvini e al ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli. Seguirà una riunione con il primo ministro Giuseppe Conte, che ha visitato ieri i luoghi della tragedia. 

Conte visita i feriti - Conte è giunto poco dopo le 9,30 all'ospedale San Martino di Genova dove si è recato in reparto a far visita ad alcuni dei feriti del crollo del ponte Morandi. Il primo ministro si è intrattenuto qualche minuto con i degenti prima di spostarsi alla sede del 118 dove ha incontrato il personale del soccorso. Subito dubito vertici in prefettura.

Toninelli: «Installeremo sensori sui viadotti» - Sui viadotti italiani arriveranno i sensori: lo promette il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli, dopo il crollo del ponte di Genova costato la vita ad almeno 37 persone.

«Quello che mi rammarica tantissimo, è che oggi nonostante il livello elevatissimo di progressione tecnologica, sui tanti manufatti e infrastrutture come questa del ponte di Genova, ma tantissimi ponti e viadotti, non vi siano sensori che ne verificano lo stato di manutenzione, gli spostamenti strutturali e prevengano, più che prevedere, eventuali fatti tragici come questo», ha affermato Toninelli intervistato ieri sera da Euronews.

«Una delle cose che faremo sarà mettere in campo spese per applicare a tanti di questi viadotti, soprattutto a quelli più imponenti come quello di Genova, questi sensori tecnici che ci daranno lo stato dell'arte e ci permetteranno di prevenire. Non averlo fatto prima è grave dal nostro punto di vista».

Macerie e rischi - Bisogna rimuovere al più presto le macerie per evitare ulteriori rischi per Genova. A sottolinearlo è la Protezione civile, attraverso il suo direttore generale, Agostino Miozzo. «Ora la priorità è cercare le eventuali persone che ancora sono sotto le macerie, ma subito dopo inizierà un'altra fase molto critica che è quella di rimuovere i detriti», che «vanno rimossi nei prossimi giorni, non nei prossimi mesi perché se dovessero arrivare delle precipitazioni importanti, che in questa zona non mancano, ci potrebbero essere dei rischi per la popolazione».


 

 

1 anno fa Ponte crollato: aperta un'inchiesta per omicidio e disastro colposi
Commenti
 
nordico 1 anno fa su tio
Tutti i commenti lasciano il tempo che trovano. Una domanda: In tutti i disastri stradali in italia quante persone sono state condannate a pene pecuniarie o a tempi di prigione? ZERO. Ergo: Vale certamente la pena di costruire male e al risparmio, tanto a fronte di nessun rischio il profitto potenziale è enorme.
moma 1 anno fa su tio
Il camion ancora acceso. Un elicottero con argano, calano un autista con imbracatura che lo spegne.
sedelin 1 anno fa su tio
@moma se ne fregano: "il carburante finià" (!)
centauro 1 anno fa su tio
@moma Hanno fatto di meglio......ingranata la retromarcia e rimosso!
sedelin 1 anno fa su tio
"il giardino di albert", rsi la2, puntata del 14 agosto.
sedelin 1 anno fa su tio
"autostrade" ha appena inserito una pubblicità sulla rai! che tolla! se vado in italia utilizzo le provinciali e...niente ponti.
centauro 1 anno fa su tio
@sedelin Cosa che cerco di fare da un pezzo........anche per non pagare quei salassi che ci spremono!!!!!
moma 1 anno fa su tio
Vedendo le immagini mi sembra un ponte costruito con elementi prefabbricati e poi montati come i mobili Likea; non un pezzo unico come i nostri.
centauro 1 anno fa su tio
@moma Non sono elementi prefabbricati ma una struttura a traliccio fatta con cemento armato precompresso, ne esistono 3 al mondo, questo, uno a Maracaibo e uno in Libia che è stato chiuso da tempo, dopo averli costruiti avevano già riscontrato dei problemi strutturali.
vulpus 1 anno fa su tio
Si arriva sempre dopo. Una vergogna solo a vederlo .Già la percorrenza in direzione Genova è sempre stato pericoloso, per le curve mal sagomate.Da sperare che girino l'autostrada in un'altra direzione così da poterlo levare del tutto.
centauro 1 anno fa su tio
@vulpus Una canzone, mi sembra di Baccini, diceva.....Genova coi suoi svincoli micidiali..........
Bandito976 1 anno fa su tio
Purtroppo, in Italia non sono solo i ponti ad avere cattiva manutenzione ma anche le strade "vedi voragini a Roma", le gallerie e gli stabili in generale. La pecca é che le leggi ci sono ma non c'é personale per fare i controlli e per farle rispettare. Inoltre aggiungerei che l'italiano non riesce a fare a meno dell'automobile e non é sensibile hai problemi ambientali. Non ho mai sentito parlare di inquinamento in qual si voglia tg. Si continua ad inquinare e questi sono i risultati.
centauro 1 anno fa su tio
@Bandito976 Perché in Svizzera tutti ma proprio tutti usano bici e mezzi pubblici? Guarda quanti bei "macchinoni" 3-4000 ci cc si trovano in strada!!!!
navy 1 anno fa su tio
Manufatto che, già in fase di costruzione, aveva destato parecchie critiche. Tra ieri ed oggi ho sentito e letto parecchio e non da media/esperti italici. Che un ponte duri 50 anni è assurdo. Che crolli per un fulmine o per una scossa di terremoto come fosse fatto di carte, una vergogna. Ho sentito l’intervista di uno (se non addirittura l’AD) di Autostrade per l’Italia). Un distacco, un approccio che disdegna. Non so se quanto indicato in questo articolo porterà a qualcosa di concreto e buono. Una cosa è certa però. Le vittime ci sono e l’Italia era ed è la VERGOGNA EUROPEA. Se ne dica o pensi quello che si vuole. Tanti laureati ma altrettanti malfunzionamenti e disastri. Il mio pensiero a quelli toccati sul vivo da questo schifo.
centauro 1 anno fa su tio
@navy A Londra è bruciato un palazzo con tantissime vittime, era stato rivestito con materiali parecchio infiammabili.....siamo in GB!
roma 1 anno fa su tio
...qualche giorno di incazzatura "schecherato" ad un po' di cordoglio e sdegno e poi tutto continuerà come prima in modalità di continue privatizzazioni.
Nicklugano 1 anno fa su tio
Sport nazionale: trova il colpevole, poi è tutto a posto e si continua come prima ! Ce ne fosse uno che cerca soluzioni e non colpevoli...
seo56 1 anno fa su tio
Bla, bla, bla.... e intanto si muore!!!
Pepperos 1 anno fa su tio
Ritirano la concessione? E poi....., Il resto dei ponti fuori tempo..
KilBill65 1 anno fa su tio
Putroppo il probema e che c'e' tanta disonesta'.....Scommetto che adesso faranno il solito teatrino dello scarica barile sulle responsabilita'.....Sono vicino hai parenti delle vittime.
sedelin 1 anno fa su tio
questo accade (accaduto, continua ad accadere) in un paese europeo! l'unico messo veramente tanto male! dispiace per le vittime, i familiari, gli amici e il popolo italiano ONESTO.
moma 1 anno fa su tio
Ho sentito che sapevano e che dovevano risanarlo o cambiarlo del tutto. Non è stato fatto perché non si voleva bloccare quell'autostrada per la viabilità. Per qualcuno il traffico aveva più valore di questi poveri morti. Sua maestà madre natura ha una volta di più inviato il suo giusto castigo. Al prossimo.
centauro 1 anno fa su tio
@moma Castigo su quelle vittime innocenti? scrivi cose offensive e irrispettose verso i morti e loro famiglie, il castigo si dovrebbe scaricare sui veri responsabili!!!!!
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO
ALBANIA
7 ore

Si aggrava il bilancio del sisma, almeno 60 i feriti

Nei villaggi tra Tirana e Durazzo ci sono abitazioni crollate. Vetrine di negozi rotti, crepe in numerosissimi appartamenti e mattoni e calce staccate dalla facciate degli edifici

FOTO
STATI UNITI
9 ore

Terrore in volo: l'aereo perde quasi 10'000 metri di quota

La Delta, ricordando che nessuno è rimasto ferito e che tutto è stato compiuto in sicurezza, ha dichiarato che le mascherine per l'ossigeno sono state rilasciate

FOTO
FRANCIA
11 ore

La marcia per il clima degenera, Greenpeace lascia il corteo

Sono visibili incendi a boulevard Saint-Michel, danneggiati negozi, banche, agenzie di assicurazione e immobiliari

FOTO E VIDEO
GERMANIA
14 ore

Al via l'Oktoberfest: «Mass a 11.80 euro, ma attendiamo più di 6 milioni di persone»

Per la 186esima edizione della festa saranno mobilitati circa 600 agenti di polizia e molte centinaia di persone del servizio d'ordine. Aumentate anche le telecamere di sorveglianza

FRANCIA
16 ore

Gilet gialli e manifestanti per il clima, Parigi è blindata

Sono 7.500 i poliziotti e gendarmi schierati nella capitale francese in una giornata considerata ad alto rischio per il convergere di diversi cortei. Già i primi scontri sugli Champs-Elysees

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile