Keystone
ITALIA
09.03.18 - 18:310

Treno deragliato, il problema era «noto da mesi»

Le cattive condizioni del giunto della rotaia di Pioltello sarebbero state segnalate già nel novembre scorso. L'incidente ferroviario aveva provocato tre morti

MILANO - Sarebbero state segnalate mesi prima del disastro ferroviario, probabilmente già dal novembre scorso, le cattive condizioni del giunto della rotaia su cui lo scorso 25 gennaio è deragliato il treno regionale 10452, partito da Cremona e diretto a Milano, all'altezza di Pioltello, nel Milanese, provocando tre morti e quasi cinquanta feriti.

È uno dei punti, quello di una possibile sottovalutazione del problema, su cui stanno indagando gli investigatori della polizia ferroviaria Polfer, coordinati dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e dai pubblici ministeri Maura Ripamonti e Leonardo Lesti, che hanno acquisito agli atti tutti i "registri di manutenzione" di Rete Ferroviaria Italiana degli ultimi mesi.

Proprio in uno di questi registri, come anticipato dal settimanale Panorama, e in particolare in un registro del mese di novembre, sarebbe stato segnalato dai manutentori di quella tratta il problema al giunto. In quei documenti, infatti, viene annotato, da quanto si è saputo, quando c'è, ad esempio, un «giunto da rincalzare» o quando c'è la necessità di un intervento «urgente o da pianificare».

Nel cosiddetto «punto zero», circa un chilometro prima dalla stazione di Pioltello, era stato trovato il giunto in cattivo stato con sotto una "zeppa" di legno per impedire che la rotaia battesse sulla massicciata al passaggio dei treni. È su quel giunto che si staccò un pezzo di rotaia di oltre 20 centimetri facendo deragliare il convoglio. Era già emerso che la zeppa-tampone sarebbe stata collocata in quel punto alcuni mesi prima dell'incidente, una tempistica che potrebbe coincidere con la segnalazione nel registro di manutenzione.

Gli inquirenti stanno verificando (sono stati sentiti a verbale gli operai manutentori) quando esattamente è stata collocata la tavoletta, perché quel genere di intervento (non previsto dai protocolli) non viene indicato nei registri. Nell'inchiesta sono indagate 8 persone, due manager e quattro tecnici di Rete ferroviaria italiana e due manager di Trenord, e le due società.

TOP NEWS Dal Mondo
AUSTRALIA
1 ora
Qantas punta all’aviazione sostenibile
La compagnia australiana intende arrivare a zero emissioni entro il 2050
ARGENTINA
3 ore
Bambina di dieci anni incinta del fratello
A causa di dolori alla schiena e alla pancia, ha appreso di essere all'ottavo mese di una gravidanza. Sarebbe stata violentata
POLONIA
5 ore
Bruciata la bandiera dell'Unione europea
È accaduto durante la Marcia indetta a Varsavia da varie organizzazioni nazionaliste radicali polacche in occasione della Festa dell'indipendenza
CINA
6 ore
Alibaba, shopping dei "singoli" da record: 38,37 miliardi di franchi
Ci sono voluti appena 68 secondi per raggiungere un miliardo di dollari di spesa
STATI UNITI
6 ore
Fabbricare bambini 'su misura', gli esperti insorgono
Una start up statunitense ha iniziato ad offrire un test genetico per individuare l'embrione migliore
ITALIA
6 ore
Dai diamanti delle Alpi nuovi indizi sull'origine della vita
Lo testimonia lo studio pubblicato sulla rivista Nature Communications da Maria Luce Frezzotti, geologa dell'Università di Milano-Bicocca
REGNO UNITO
7 ore
Clima: Australia maglia nera, ma nessun Paese G20 in linea con gli obiettivi
I ricercatori spiegano che è possibile mettere in atto interventi per una maggiore ambizione climatica
BRASILE
8 ore
La chiazza di petrolio raggiunge il centro per le tartarughe di Linhares
Dopo essersi diffusa nei nove Stati nord-orientali la sostanza inquinante avanza nella regione sud-orientale verso sud
TURCHIA
9 ore
Ex 007 inglese trovato morto a Istanbul
La Russia lo aveva accusato di essere una spia camuffata da operatore umanitario
REGNO UNITO
10 ore
Aerei coi serbatoi pieni a spese dell'ambiente: British Airways sotto accusa
Per risparmiare qualche sterlina a viaggio, la compagnia incede nel "fuel tankering" e ammette: «Potrebbe non essere la cosa giusta»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile