TiPress - foto d'archivio
LOCARNO
13.11.19 - 13:470
Aggiornamento : 15:50

Delta Resort: «Il Municipio di Locarno fa il necessario?»

Interpellanza di Pier Mellini al Municipio sul suo operato e sull’ordine di vigilare affinché gli appartamento non siano utilizzati come residenza

LOCARNO - «Nonostante l’evidente e colossale abuso edilizio, da un controllo risulta come diversi appartamenti siano arredati, le luci accese e le tapparelle alzate, ciò che lascia intendere che sono abitati». Lo stabile di cui si parla è il Delta Resort, oggetto di una vicenda che si trascina da anni. Il testo è la premessa per l’interpellanza presentata al Municipio di Locarno da Pier Mellini e cofirmatari.

A fine ottobre era stata presentata - con primo firmatario Fabrizio Sirica - un’altra interpellanza. Nonostante le richieste di indennizzo al Comune, i numerosi e simili contenziosi scaturiti dai successivi dinieghi di utilizzo come residenza di numerosi appartamenti nel frattempo venduti o affittati e le richieste di informazioni inoltrate dal Consiglio comunale, non è ancora stata emessa la sentenza ai due ricorsi del giugno 2018 da parte del Consiglio di Stato. Il Tribunale amministrativo il 9 settembre 2018 e il Tribunale federale il 2 novembre 2018 hanno però emesso «sentenze chiare» secondo le quali l’uso degli appartamenti come residenza è chiaramente in contraddizione con il Piano regolatore.

Al Municipio ora Pier Mellini, Paolo Tremante, Sabina Snozzi Groisman, Fabrizio Sirica e Sabrina Ballabio-Morinini chiedono se ha sollecitato il Governo a emettere la sentenza e in che modo ha dato seguito all’ordine di vigilare affinché gli appartamenti non siano utilizzati come residenze primarie e secondarie. «Come valuta - è l’ultima domanda - il Municipio le richieste di conciliazione che (malgrado le numerose sentenze che rilevano incompatibilità tra l’uso residenziale e la destinazione del PR) i proprietari con i loro avvocati invocano?».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
vulpus 7 mesi fa su tio
Ma questa storia , sembra veramente poco chiara e lascia presupporre errori da ambo le parti. Condizioni cambiate o modificate, in tutti i casi si può dedurre che la sorveglianza del progetto da parte dell'ente pubblico non c'è stata. Ora il buon senso consiglierebbe di trovare una soluzione : cosa serve incaponirsi su una soluzione che materialmente non è modificabile? Serve unicamente a nutrire gli avvocati.
ugobos 8 mesi fa su tio
se vuoi stare alle leggi non fai piu niente. non rompete piu
pontsort 8 mesi fa su tio
@ugobos viva l'anarchia
navy 8 mesi fa su tio
@ugobos Vai in giro con la targa della tua auto dipinta su di un cartone (perché l’hai persa) rischi fino a tre anni di carcere......Sei notaio, uomo politico e gestisci CON IL FONDO SCHIENA un progetto edilizio non rischi niente.....Poi si critica l’Italia......
Ul Cunili 8 mesi fa su tio
Basta avere i soldi e non c'é politico o legge che tenga!
ugobos 8 mesi fa su tio
@Ul Cunili se parliamo di abusi nelle montagne é pieno. a seguir le leggi neanche un pazzo le riatterebbe.
tip75 8 mesi fa su tio
qui emerge con gran forza come vanno le cose in ticino, siamo in mano a quattro borghesi che fanno il bello è il brutto con il compiacimento della politica che fa finta di nulla eppure basti leggere sito di annunci basti guardare ...il senso della vergogna in ticino non l hanno distribuito, una dittatura travestita da finta democrazia e tanti tanti bla bla bla
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
7 ore
A colloquio con due massoni, e le loro rivelazioni
Ne abbiamo incontrati due. Hanno rivelato ciò che accade nei gruppi massonici e chi sono. Qualcosa di inquietante è emerso
FOTO / VIDEO
LUGANO
9 ore
Il venerdì sera deserto della Foce
Prima serata di chiusura per lo sbocco del Cassarate. La zona sarà off-limits dopo le 20 anche domani e domenica
PORZA
10 ore
Qualche goccia di pioggia, un po' di sole... e spunta l'arcobaleno
La breve parentesi di temporale ha regalato uno spettacolo di colori in cielo
CANTONE
13 ore
Radar sull'attenti in quattro distretti
L'elenco dei rilevamenti della velocità previsti per la prossima settimana
SONDAGGIO
CANTONE
13 ore
«Rilanciamo il turismo con un hovercraft tra Locarno e Bellinzona»
Una mozione UDC invita il Ticino a risollevare il settore con idee innovative
LUGANO
15 ore
Un giro di boa per la traversata ai tempi del coronavirus
La nuotata popolare avrà luogo il prossimo 23 agosto e la partecipazione è limitata ai residenti in Svizzera
CANTONE
17 ore
Poliziotti sotto tiro, il sindacato reagisce
Il sindacato Ocst funzionari di polizia segnala l'aumento di attacchi, fisici e verbali, contro le forze dell'ordine
GORDOLA
18 ore
Chi ha aiutato Aurèle sulla via dei Monti Motti?
La polizia è in cerca dell'uomo che aveva aiutato Aurèle a ritrovare la via. Si è smarrito di nuovo.
CANTONE
18 ore
Furbetti dei crediti Covid: denunciati in 10
In Ticino la Procura indaga su una serie di presunti abusi sui prestiti garantiti dalla Confederazione
LUGANO
19 ore
Spaccio di coca, quattro arresti
In manette anche un 75enne. Sequestrati alcune decine di grammi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile