GAMBAROGNO
21.05.19 - 16:110
Aggiornamento : 18:18

Come nel far west: questioni amorose dietro ai vandalismi

Gomme tagliate e minacce: una coppia di 35enni viene fermata dalla polizia. Avrebbe preso di mira l'ex compagno della donna, che non avrebbe accettato la rottura della relazione

GAMBAROGNO – Ci sarebbero questioni amorose dietro ai vandalismi che nelle scorse settimane si sono verificati nel Gambarogno e che hanno portato al fermo di due persone. Si tratta di un 35enne svizzero e di una coetanea italiana, entrambi residenti nel Bellinzonese. Sono sospettati di avere danneggiato almeno sei veicoli. E sul loro conto ora pendono accuse pesanti. 

Obiettivo ben preciso – La coppia non avrebbe colpito a caso. I due avrebbero agito dapprima nei pressi della dogana di Dirinella (ma su suolo ticinese), poi nella frazione di Scaiano. Con un obiettivo ben preciso. Se la sarebbero presa, in particolare, con il ragazzo che, in passato, avrebbe avuto una relazione sentimentale con la donna. Colpendo anche i suoi famigliari. "Tuo nipote e tua figlia sono morti che camminano": questa la scritta, inquietante, che era apparsa sull'auto del nonno, a cui erano state tagliate le gomme.   

Una sfilza di accuse – Sulla questione, già anticipata da Tio/ 20 Minuti nelle scorse settimane, era stata aperta un'inchiesta di polizia. Adesso la coppia dovrà rispondere delle accuse di danneggiamento, coazione, minaccia, ingiuria, calunnia e diffamazione. L'inchiesta è coordinata dal sostituto procuratore generale Nicola Respini.  

Ammonizioni selvagge – Ma perché si è arrivati a questa situazione? Forse il giovane, principale vittima dei vandalismi, non aveva accettato la rottura con la sua ex. Da qui, l'idea malsana della nuova coppia di ammonirlo in stile far west. È una delle ipotesi che più circolano nel Gambarogno. Per ora, tuttavia, non vi è alcuna conferma ufficiale su questa tesi.   

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
BELLINZONA
2 ore
Un corteo da record: oltre 25.000 spettatori
La tradizionale sfilata, cuore del carnevale Rabadan, è stata baciata dal sole. Podio tutto biaschese tra i carri
LUGANO
5 ore
La paura dei treni affollati. «Io lavorerò da casa»
L’effetto Coronavirus si fa sentire anche in alcune aziende ticinesi.
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
7 ore
È iniziato il mitico corteo del 157esimo Rabadan
Fra Guggen, gruppi e carri un pomeriggio di festa (e baciato dal sole) in quel di Bellinzona
BELLINZONA
8 ore
Quanta adrenalina, prima del super corteo
È il momento clou del carnevale Rabadan. Il backstage delle ore che lo hanno preceduto
CANTONE
8 ore
Coronavirus: «Nessun caso sospetto in Ticino. Ma siamo pronti»
Lo riferisce il DSS. Domani il gruppo di coordinamento allargato deciderà se attivare nuove misure
CHIASSO
10 ore
Volevano entrare in Svizzera con 225 chili di hashish. Arrestati
Le manette sono scattate per due cittadini stranieri. Entrambi residenti all'estero
CANTONE
11 ore
«Rassicurazioni poco credibili. Saremo pronti quando arriverà?»
Tiziano Galeazzi interpella nuovamente il Consiglio di Stato sul coronavirus. 19 domande a tutti i Dipartimenti
MENDRISIO
13 ore
Sono due gli infermieri dell'Obv sotto inchiesta
Oltre all'uomo accusato dell'omicidio di 17 pazienti malati terminali è indagata un'infermiera per tentate lesioni gravi
VIDEO
TORRICELLA-TAVERNE
22 ore
Treno diretto al Rabadan fermo in stazione
In (almeno) un vagone è partito l’allarme antincendio. Forse si tratta di «una bravata»
CANTONE / SVIZZERA
1 gior
«Nessuna limitazione all'ingresso»
L'Ufficio federale della sanità pubblica non intende intervenire alle dogane. «L'Italia segue la strategia comune»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile