tio/20minuti
Il nuovo episodio si è verificato a Scaiano, piccola frazione di Gambarogno
GAMBAROGNO
11.05.19 - 10:450
Aggiornamento : 13:58

Non solo vandalismo: gomme tagliate anche ai parenti

Il caso di Dirinella si allarga. Danni pure ai famigliari della prima vittima. Con una scritta inquietante lasciata come ricordo... 

GAMBAROGNO – Non si può più parlare di semplice vandalismo. C'è qualcosa di più dietro alle auto danneggiate da ignoti negli scorsi giorni nei pressi della dogana di Dirinella, su suolo ticinese. Sì, perché ora spunta un nuovo atto ignobile. Gomme tagliate anche per un famigliare della prima vittima. Non solo. L'autore del gesto ha lasciato una scritta inquietante come ricordo. 

Il nuovo episodio si è verificato a Scaiano, piccola frazione di Gambarogno. La frase appiccicata al finestrino del nuovo malcapitato è da brividi: "Tuo nipote e tua figlia sono morti che camminano". E si fa anche il nome di una persona, che la redazione di Tio/ 20 Minuti ha deciso di cancellare per ragioni di privacy. 

Cosa sta succedendo in questo piccolo fazzoletto di Gambarogno? La polizia sta indagando. Ma non fa trapelare ulteriori novità. Tra le varie ipotesi, si sussurra di un possibile regolamento di conti per questioni amorose. Tesi che non è stata confermata dalle autorità.  

tio/20minuti
Guarda le 3 immagini
TOP NEWS Ticino
LAVENA PONTE TRESA
7 ore
Non riesci nei tuoi studi? Puoi attaccarti al tram
Da qualche mese l’Istituto Fogazzaro ha aperto una “filiale” italiana, il Centro Atlante, a due passi dal confine e dal trenino FLP. Altro nome, stessa preside. Lo scopo: garantirsi un piano B
LUGANO
9 ore
La lettera della vittima in aula: «Non sono più tua figlia. Addio, papà».
Maria Galliani, legale della giovane abusata dalla "coppia horror" del Bellinzonese, racconta il presente della sua assistita: «A 17 anni si è ritrovata sola. Ora sta lottando»
VIDEO
GRANCIA
10 ore
Scairolo, acqua marrone e «odore di vernice»
La situazione segnalata da un lettore. L'Ufficio della gestione dei rischi ambientali e del suolo: «Verificheremo»
LUGANO
10 ore
«Stava giocando ai lego e i genitori l'hanno chiamato mentre facevano sesso»
Al processo contro la coppia del Bellinzonese che abusava dei figli, parla l'avvocato del ragazzo: «Ancora oggi il mio assistito è legato a mamma e papà»
LUGANO
11 ore
«Faccio fatica a definire genitori queste due persone»
Processo contro la coppia horror del Bellinzonese: la procuratrice pubblica Marisa Alfier chiede una pena di 15 anni di carcere per l'uomo e di 14 anni e 6 mesi per l'ormai ex moglie
VIDEO
GAMBAROGNO
12 ore
L’inferno alle 7 di mattina: al lavoro coi nervi a pezzi
Chiuso il nucleo di Quartino. Tutto il traffico si riversa sulla strada cantonale. Il test video di Tio/20minuti. E la rabbia degli automobilisti: «Vergognoso»
LOCARNO
13 ore
Delta Resort: «Il Municipio di Locarno fa il necessario?»
Interpellanza di Pier Mellini al Municipio sul suo operato e sull’ordine di vigilare affinché gli appartamento non siano utilizzati come residenza
CANTONE
14 ore
La rivelazione shock del padre: «Toccarmi con mia figlia era diventata un'esclusiva»
Processo alla coppia dell'orrore. Il 50enne, che abbelliva i filmati hard con effetti speciali e colonne sonore, gioca a nascondino col giudice. Intanto emerge che la madre era gelosa della ragazza
FOTO E VIDEO
CHIASSO
15 ore
Tamponamento in via Rampa, conducente ferita
L'incidente è avvenuto attorno alle 10 di questa mattina. Sul posto soccorsi e polizia
LUGANO
16 ore
«I nostri figli in quei momenti erano oggetti al servizio della coppia»
Si apre il processo nei confronti dei due genitori del Bellinzonese che per anni avrebbero abusato sessualmente dei loro ragazzi. Filmando spesso le folli gesta. Ammissioni shock da parte della mamma
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile