Keystone (archivio)
CANTONE / ITALIA
01.03.19 - 14:330
Aggiornamento : 16:40

Arrestato il consulente "scroccone"

I 211mila franchi non pagati al Badrutt's Palace di St. Moritz? Noccioline. Avrebbe fatto sparire decine di milioni

1 anno fa In hotel "scrocca" 211mila franchi, poi sparisce
11 mesi fa Voli e hotel di lusso: è caccia al consulente "scroccone"

LUGANO - Dietro di sé aveva lasciato un conto a sei cifre in uno degli hotel più lussuosi della Svizzera:  211mila franchi al Badrutt's Palace di St. Moritz. Ma la lista di scoperti lasciati dal 40enne trapiantato sul Ceresio, dopo il colpaccio all'hotel nel dicembre del 2017, era poi emerso essere ben più lunga. 

I quotidiani italiani, oggi, non fanno solo il nome e il cognome del 40enne, tale Nicolò Svizzero, ma anche la somma del denaro che sarebbe riuscito a fare sparire: ben 19 milioni di euro. 

Originario di Padova, l'uomo d'affari è ben conosciuto in terra natia. Amante del lusso, amava godersela negli hotel stellati. Tra questi anche il Principe Leopoldo di Lugano. A reclamare conti non saldati si era fatta viva anche una struttura newyorkese. Fino a pochi mesi fa si parlava di debiti per qualche centinaio di migliaia di franchi. 

Ma adesso non si tratta più di debiti non pagati, quanto di una serie di triangolazioni finanziarie tra Singapore e Lugano. Per questo sono scattate le manette dopo un mandato di cattura europeo. L'uomo, arrestato a Padova, si dichiara non colpevole: «Sono un perseguitato, proverò la mia innocenza», avrebbe dichiarato.

Svizzero, sarebbe oggetto di un mandato d'arresto provvisorio a fini estradizionali emesso dalla Svizzera. Rischia fino a 5 anni per aver proposto ai suoi clienti investimenti in paradisi fiscali facendo poi sparire il denaro. Grandi somme di denaro.

Arrestato mercoledì sera è stato rilasciato dopo una notte in cella. Dall'abitazione dei suoi genitori potrà ora attendere che si concluda l'iter per l'estradizione. Sempre che questa avvenga.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
SONDAGGIO
CANTONE
1 ora

Taglia l'erba alle 19.30: arriva la polizia e lo ferma

Scena surreale sulle colline di Cugnasco-Gerra. Eppure i regolamenti comunali parlano chiaro. Il comandante Dimitri Bossalini: «Qualcuno ha richiesto il nostro intervento»

CANTONE
3 ore

Vuole fare il volontario: ma il curatore gli mette limiti

La vicenda di un cinquantenne bellinzonese, attivo nei City Angels, riapre il dibattito sulle persone sotto tutela. Fino a che punto si può spingere l’autorità?

CANTONE
4 ore

L'allarme Cinipide è rientrato:  «Ci sarà un buon raccolto di castagne»

La ricomparsa delle "galle" sugli alberi aveva fatto temere un ritorno dell'insetto dannoso: «Ma anche l'antagonista è in azione. L'equilibrio è ristabilito» dice il capoufficio della selvicoltura

CANTONE
14 ore

Prima i permessi falsi, ora i tentati furti

Il processo per i permessi è stato rinviato in quanto uno degli imputati è l’uomo arrestato per i colpi al bancomat di Sant’Antonino

CADENAZZO
14 ore

L'ombra del 5G sul palazzo a luci rosse

Presso lo stabile dell'ex "Bosco" sono già sorte le modine per piazzare l'antenna. La domanda di costruzione è appesa all'albo. Intanto, nell'ombra si muove l'opposizione

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile