FVR / M.Franjo
+8
MONTECENERI
14.10.18 - 18:330
Aggiornamento : 21:22

Pullman contro il pilone sull'A2: morta una donna

La vittima, insieme a due preti, accompagnava il gruppo di giovani studenti ad Assisi. Due persone, tra cui l'autista, sono ferite gravemente

SIGIRINO - Il tremendo schianto che questa mattina ha coinvolto un pullman tedesco partito da Colonia in direzione di Assisi ha causato una vittima. Uno dei tre passeggeri che versavano in gravissime condizioni è infatti morto. Lo ha anticipato la Rsi, che ha ricevuto «una conferma dalla Germania». Si tratta di una donna di 27 anni che, insieme a due preti, accompagnava il gruppo di studenti. Si è in attesa dell'ufficializzazione da parte della polizia cantonale.

Tredici feriti - A bordo del torpedone - ricordiamo - vi erano 25 persone. Il bilancio del terribile incidente - avvenuto questa mattina poco prima delle 8.00 - è di tredici passeggeri rimasti feriti. Due di loro gravemente - tra cui l'autista -, altri in maniera un po' meno seria. Undici persone, invece, sono uscite miracolosamente indenni dallo schianto.

Un viaggio finito in tragedia - La comitiva - come riferiscono i media tedeschi - era partita attorno alle 22 dalla Germania verso Assisi per un pellegrinaggio. A bordo del bus giovani tra i 16 e i 23 anni - studenti di un liceo cattolico -, due preti, la donna deceduta e due autisti. Il gruppo avrebbe trascorso «diversi giorni» in Italia, secondo Johannes Hübner, coordinatore delle emergenze per i viaggi di bus tedeschi della RDA, federazione internazionale per il turismo in autobus.


Rescue Media

Motivi ignoti - Ci vorrà invece tempo per determinare le cause che hanno portato a questa tragedia. Il pullman tedesco, infatti, si è schiantato «a velocità sostenuta» contro il pilone della segnaletica che precede la galleria del dosso di Taverne all'altezza di Sigirino. Toccherà ora all'inchiesta far luce sui motivi.

Traffico perturbato per ore - L'incidente e la conseguente chiusura per sei ore dell'A2 tra Rivera e Lugano Nord hanno  provocato grossi disagi al traffico, che è tornato alla normalità a metà pomeriggio.

Rescue Media
Guarda tutte le 11 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
11 ore
«Il trasferimento degli uffici a Cornaredo è una condanna a morte»
Gli esercenti del centro ritornano a discutere sul nuovo quartiere, in tempi di Covid
FOTO
CANTONE
13 ore
"Verso l'ospedale senza fumo", anche a Bellinzona
Nella "Giornata mondiale senza tabacco", l’Ospedale Regionale Bellinzona e Valli offre un contributo concreto
FOTO E SONDAGGIO
LUGANO
14 ore
Biciclette alla conquista delle corsie bus
A Lugano è in corso la posa della nuova segnaletica per le due ruote
FOTO
BELLINZONA
17 ore
Il mercato di Bellinzona ha messo la mascherina
Oggi ne sono state distribuite agli avventori che non ne erano provvisti: si tratta di una misura prevista dalla Città
CONFINE
19 ore
«L'Italia non è un lazzaretto»
Lo dice il ministro degli esteri Di Maio. Dal 3 giugno si potrà entrare nel paese senza quarantena
CANTONE
21 ore
Coronavirus: zero contagi e nessun nuovo decesso in Ticino
I dati sull'evoluzione dell'epidemia si confermano incoraggianti.
CANTONE
22 ore
Apprendistato: qui i posti ci sono
In settimane delicate per chi cerca la propria strada, ci sono due settori che assicurano opportunità «affascinanti».
AGNO
1 gior
«Galleria della circonvallazione: occhio che frana tutto»
Secondo il municipale Giancarlo Seitz il futuro tunnel andrà a toccare un pendio già instabile
MENDRISIO
1 gior
Orario ridotto al pronto soccorso pediatrico? «Frutto di un'inesatta comunicazione interna»
L'EOC ha precisato che la riduzione degli orari di apertura è stata valutata, ma non è mai entrata in vigore.
LUGANO
1 gior
La frontiera del sesso
Elena racconta come si immagina la riapertura dei locali erotici
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile