MONTECENERI
14.10.18 - 16:430
Aggiornamento : 20:20

Pullman contro il pilone: «Ho negli occhi il panico dei ragazzi»

Giuseppe Gulino, infermiere di Locarno, è stato il primo a fermarsi per prestare soccorso ai passeggeri. Insieme alla moglie Teresa ha medicato l’autista e ha aiutato i giovani a scendere dal bus

SIGIRINO - «Ho visto tante cose nella mia vita, ma quello che è successo stamattina ha avuto un fortissimo impatto su di me». Giuseppe Gulino questa mattina si trovava proprio dietro al pullman con targhe tedesche rimasto vittima del gravissimo incidente sull’A2, all’altezza di Sigirino.

«Inizialmente non ho realizzato, è stata mia moglie ad accorgersi che il bus era incastrato nel pilone - ci racconta con voce ancora sconvolta al telefono -. Ci siamo fermati e siamo saliti sul bus. La porta davanti era aperta, il parabrezza non esisteva più».

A bordo del pullman, Giuseppe e la moglie Teresa, entrambi infermieri di professione, si sono trovati di fronte una situazione davvero scioccante: «Ho visto il conducente pieno di sangue, incastrato tra le lamiere. L’ho medicato con quello che avevo a disposizione. Seduto dietro di lui c’era un prete, anche lui pieno di sangue. Ho cercato di dargli sostegno, più che altro moralmente».

Il bus era partito ieri sera, attorno alle 22, da Colonia. Secondo i media tedeschi i giovani, di età compresa tra i 16 e i 23 anni, erano diretti ad Assisi per un pellegrinaggio. Con loro c’erano una donna e due sacerdoti, oltre a due autisti.

«Dalla porta davanti non poteva scendere nessuno perché ostacolata dalle lamiere. Mi sono arrampicato per andare dietro e ho aperto le porte per fare uscire tutti». La moglie del locarnese, mentre lui si occupava delle ferite del conducente e del sacerdote, ha raggiunto i ragazzi che si trovavano nella parte posteriore del pullman: «Molti stavano dormendo prima dell’incidente. Non capivano nulla, erano scioccati». La paura era che il bus si incendiasse e la tragedia assumesse dimensioni ancora più grandi. 

«Una ragazza si è sentita male e con lei un altro giovane prete. Li abbiamo fatti sdraiare sull’asfalto. Poi sono arrivati polizia e soccorsi».

Giuseppe Gulino è ancora scioccato: «Sono infermiere, ho lavorato tanti anni in pronto soccorso e nella mia vita ho visto tante cose. Ma stamattina l’impatto è stato davvero molto forte. Ora io e mia moglie cerchiamo di riprenderci».

Il bilancio ufficiale della polizia cantonale parla di 25 persone a bordo tra cui 14 feriti, tre in modo grave. Non è stata confermata la notizia di un decesso.

TOP NEWS Ticino
MORBIO INFERIORE
6 min
La lite sul bus, le botte per strada
È accaduto questo pomeriggio di fronte al Serfontana. Sul posto la Polizia
CANTONE
56 min
«Docenti frontalieri? Solo se necessario»
Bertoli tranquillizza in merito alle potenziali criticità rilevate per il futuro della scuola ticinese: «Stiamo lavorando per invogliare alla professione»
FOTO
CANTONE
2 ore
Questa notte ritorna la neve nell'Alto Ticino
Meteo Svizzera ha diramato un'allerta di grado 3 (pericolo marcato) valida per praticamente tutto il Sopraceneri a partire dalla mezzanotte di oggi
CANTONE
2 ore
Proteste per Mark: «Nessun fermo davanti al carcere»
La risposta di Gobbi in merito alla manifestazione contro il rimpatrio del diciannovenne che ha avuto luogo tra il 23 e il 24 ottobre davanti alla struttura detentiva
CANTONE
3 ore
Rubavano attrezzi in rustici e depositi, tre giovani in manette
Si tratta di un 24enne del Bellinzonese, un 23enne del Luganese e un 21enne del Locarnese
CANTONE
3 ore
Ex funzionario condannato, il caso è in mano all’alta vigilanza
L’Ufficio presidenziale del Gran Consiglio ha ritenuto procedere con degli approfondimenti commissionali preventivi
BELLINZONA
3 ore
Malattia infettiva tra le galline, devono essere soppresse
Alcuni animali dell’azienda Allevoliere della Fondazione Diamante sono risultati positivi alla laringotracheite. Nessun pericolo per l'uomo
CANTONE
6 ore
Ecco dove c'è penuria di docenti
Criticità rilevate nella scuola dell'infanzia e tra gli insegnanti di tedesco
URI / CANTONE
7 ore
Veicolo ticinese in panne, a bordo un presunto passatore
In manette un 33enne italiano. Fermate 5 persone senza documenti
LOCARNO
8 ore
Controlli mirati contro i “furbetti” degli ingombranti
La Città non esclude «procedure di contravvenzione» nei confronti dei trasgressori. Da gennaio ogni martedì si raccoglierà la carta
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile