Ti Press
CANTONE / CONFINE
09.12.20 - 16:250
Aggiornamento : 16:43

Treni fra Svizzera e Italia, soluzione in vista

Sarebbero state definite le misure per permettere a frontalieri (ma non solo) di attraversare il confine su rotaia.

In precedenza i sindaci di Lugano, Varese e Como avevano lanciato un appello alle istituzioni.

LUGANO - Sarebbe stato raggiunto un accordo per scongiurare il blocco dei collegamenti ferroviari fra Svizzera e Italia. Come anticipa il portale varesenews, dopo un confronto telefonico tra il ministro dei Trasporti italiano Paola De Micheli e la consigliera federale Simonetta Sommaruga, sarebbero state definite le misure che permetteranno di non interrompere il servizio transfrontaliero.

«Si tratta di un decreto interministeriale tra i ministeri della salute, infrastrutture e interno per garantire i treni almeno per i frontalieri e chi si sposta per lavoro», ha spiegato il senatore Alessandro Alfieri. Stando alle prime informazioni, per i frontalieri basterebbe esibire il permesso di lavoro, per i lavoratori autonomi sarà necessaria l’autocertificazione, mentre chi si sposta per altri motivi dovrà essere munito dell'esito negativo del tampone.

Per quanto riguarda i ticinesi o gli italiani residenti in Svizzera che volessero andare in Italia in treno, al momento nulla è trapelato. 

Sindaci in videochiamata - In precedenza i Sindaci di Lugano (Marco Borradori), Varese (Davide Galimberti) e Como (Mario Landriscina) si erano riuniti in videochiamata per condividere le preoccupazioni sulla sospensione dei collegamenti ferroviari fra Italia e Svizzera. E lanciare un appello comune alle istituzioni italiane e svizzere: «Non blocchiamo la circolazione dei treni tra i due Stati».

La decisione avrebbe infatti serie ripercussioni sul traffico e sulla qualità di vita nei rispettivi territori, già interessati dalla crisi determinata dalla pandemia. «La soppressione dei treni tra Svizzera e Italia è una scelta errata e vogliamo lanciare un appello affinché venga trovata al più presto una soluzione condivisa», hanno affermato Borradori, Landriscina e Galimberti.

Oltre all'impatto sulla qualità di vita, il blocco della circolazione dei treni avrebbe infatti effetti negativi sull'economia. «Disporre di un sistema di trasporto su rotaia a pieno regime significa agevolare le migliaia di persone che ogni giorno si spostano fra i due Stati per motivi di lavoro, oltre a garantire una maggiore sicurezza per fronteggiare l'emergenza sanitaria», viene sottolineato in una nota congiunta.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
2 ore
Certificato Covid elettronico di nuovo funzionante
«Certificato con firma non valida», è ciò che era apparso a molti, forse a tutti, i detentori del Covid-Pass digitale.
LUGANO
2 ore
Sanitari non vaccinati licenziati alla Moncucco, rifiutavano i test
«Chi non si sottopone al vaccino e nemmeno ai test non può lavorare in Clinica», così il direttore Christian Camponovo.
CANTONE
5 ore
Si aprono oggi le porte dello Swiss Virtual Expo
Sono già diversi gli eventi in programma nelle prossime settimane
CANTONE
5 ore
I prossimi radar? Ecco dove saranno
La prossima settimana i controlli mobili risparmieranno solo la Vallemaggia.
VERZASCA
6 ore
Verzasca: si cercano idee per lo stemma comunale
Il Municipio ha deciso di pubblicare un bando di concorso aperto a tutti i ticinesi.
CANTONE
7 ore
La libertà può essere a un tiro di "sputo"
L'iniziativa parlamentare urgente dell'UDC spiegata da Massimo Suter e Paolo Pamini
BELLINZONA
11 ore
Brenno Martignoni Polti prende in mano l'UDC di Bellinzona
L'ex sindaco della Capitale succede al dimissionario Simone Orlandi, travolto dallo scandalo delle targhe.
CANTONE
12 ore
Altri 22 contagi e nessun decesso in Ticino
Salgono a nove i pazienti ricoverati in ospedale. Uno si trova nel reparto di cure intense.
CANTONE
12 ore
«Diamo il certificato Covid anche a chi si testa in azienda»
A chiedere il cambiamento, con un'iniziativa parlamentare e con un voto d'urgenza, è l'UDC. Sostenuto da Massimo Suter.
AGNO
13 ore
Sotto il cielo di “Agno” l’‘ammucchiata’ di cordate rischia una nuova frenata
Ecco dai documenti ufficiali caratteristiche e diversità dei progetti ora in ‘Consortium’.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile