tipress
CANTONE
17.07.18 - 17:180
Aggiornamento : 19:22

«Il 12enne sta seguendo la terapia. I costi non peseranno sulla famiglia»

Dal DSS arrivano rassicurazioni circa il 12enne malato di tumore e precisano che le trattative con la cassa malati del paziente sono ancora in corso

BELLINZONA - Il Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) ha appreso ieri dalla stampa che un farmaco antitumorale prescritto nell’ambito della prevenzione della recidiva di un sarcoma riscontrato in un ragazzo dodicenne, non sarebbe rimborsato dalla cassa malati del paziente.

Il farmaco in questione non figura nell’elenco dei medicamenti obbligatoriamente a carico dell’assicurazione malattie (Elenco delle Specialità) e non è omologato da Swissmedic (l’autorità svizzera di omologazione e controllo dei medicamenti); inoltre, per questo tipo di utilizzo, non è nemmeno omologato all’estero. In questa situazione, la decisione di presa a carico spetta alla sola cassa malati, previo esame dello stato clinico del paziente, degli obiettivi del trattamento e della letteratura scientifica disponibile.

Contro la decisione della cassa malati l’assicurato ha facoltà di ricorso.

Lo scorso 4 ottobre 2016, in occasione di una consultazione federale relativa alla modifica dell’Ordinanza del 27 giugno 1995 sull’assicurazione malattie (OAMal), proprio sul rimborso dei medicamenti che non figurano nell’elenco delle specialità e utilizzati per indicazioni diverse da quelle omologate, il Consiglio di Stato rilevava che tutti gli assicurati dovrebbero beneficiare di un rimborso completo e automatico dei medicamenti quando l’impiego costituisce un presupposto indispensabile per l’esecuzione di un’altra prestazione assunta dall’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie oppure promette un elevato beneficio terapeutico contro una malattia che può avere esito letale o può provocare danni gravi e cronici alla salute, ciò che sembra qui il caso, a detta del medico curante.

Al DSS risulta che – contrariamente a quanto finora dichiarato - le trattative con la cassa malati del paziente sono ancora in corso. Nel frattempo si rassicura l’opinione pubblica che il farmaco è disponibile e che il paziente sta bene e sta seguendo la terapia. L’onere finanziario non sarà sostenuto dalla famiglia, ma preso in carico da altre entità, nel caso in cui la cassa malati non intervenisse.

Il Dipartimento valuta positivamente l’ondata di solidarietà suscitata dal caso in questione che ha riproposto il tema molto controverso del rimborso delle cure, i cui confini in termini finanziari e di durata per rapporto alla sopportabilità sociale, continuano a far discutere.

1 anno fa Rimborso rifiutato al dodicenne: «No a una sanità disumana a due velocità»
1 anno fa Raccolti ben 16mila franchi per il 12enne malato di cancro
1 anno fa «Le casse malati private? Sanguisughe, vanno poste sotto controllo pubblico»
1 anno fa A 12 anni malato di tumore: scatta la raccolta fondi
1 anno fa Dodicenne con il cancro, la cassa malati non gli paga le cure
Commenti
 
anthalya 1 anno fa su tio
è comunque una disfatta per la medicina,il ragazzo va curato con il permesso dellàmministrazione pubblica e della cassa malati,...la capacità di giudizio del medico conta nulla,dovremo ringraziare il consiglio di stato per aver dato al medico di Bellinzona la possibilità di curare quel ragazzo......forse è meglio a cominciare a farsi delle conoscenze
moma 1 anno fa su tio
Ora paga. La mediatizzazione l'ha obbligata, non poteva fare altro.
anthalya 1 anno fa su tio
....non è piu` il medico a scegliere quale terapia seguire,ma il burocrate di turno.Il dottore di Bellinzona è stato nominato grazie alle sue capacità,alla sua formazione,alla sua esperienza clinica,e sono dei medici che non praticano la medicina a decidere quale sia la cosa migliore da scegliere,in base a tabelle precompilate.In medicina,nella scienza,le cose piu` importanti sono i risultati imprevisti,che danno sbocco a nuove possibilità,cosa che un burocrate non puo` nemmeno pensare.Se il medico di Bellinzona ha deciso di utilizzare quel farmaco non omologato per quelle cure,vuol dire che ha scoperto effetti interessanti per il bene del suo paziente,oltre a lottare contro la malattia,deve lottare contro l`amministratore di turno
Marzia Riva 1 anno fa su fb
Purtroppo non è né il primo né ultimo... Parecchie richieste di presa a carico x medicamenti, soprattutto oncologici, vengono inviate alle cassa malati ogni giorno. Una schifezza
siska 1 anno fa su tio
...chi vorrà dovrà "tagliare" nelle prossime elezioni 2019....
volabas 1 anno fa su tio
adesso se molla facebook e twitter, ci pensa il beltra a mettere ordine nelle casse malati...ahahahhahahahahahahhaah
curzio 1 anno fa su tio
Stiamo inesorabilmente andando in direzione di un sistema sanitario all'americana. Si pagano premi di assicurazione malattia e nel bisogno bisogna fare affidamento ad una colletta!
Patrizia Patti 1 anno fa su fb
Su questo pianeta quasi tutti vogliono solo soldi
Tato50 1 anno fa su tio
Dopo che si sono mossi "altri" per solidarietà, arriva il "treno del latte" ;-((( !!
ToMaTe_81 1 anno fa su tio
Sono felice che il bambino posso essere curato ma per fare questo bisogna arrivare a scrivere a tio per far uscire la storia all'opinione pubblica? Immagino che il prossimo caso del genere risponderanno allo stesso modo, il dss interverrà anche in quel caso e tutti i futuri? come mai il DSS adesso corre a metterci una pezza e come mai in questo caso si e in quanti altri casi non è stato fatto nulla? Felice per il ragazzo ma alla fine siamo sempre alle solite: tu si e tu no! Il problema non è risolto per nulla!
rojo22 1 anno fa su tio
Il popolo ha rifiutato la CM pubblica e queste sono le conseguenza. In nome di una inesistente libertà di scelta, facciamo crepare gli innocenti. La storia di questo bimbo ricorda molto il romanzo di J. Grisham “L’uomo della pioggia”. Speriamo che, per una volta, la realtà racconti una storia con un finale migliore di quello del libro. Forza bimbo, non mollare. Se la CM non paga, ci mettiamo assieme e vedrai che ne uscirai. Poi, alle prossime votazioni, auguriamoci che il popolo non dimentichi.
Sascha Niederhauser 1 anno fa su fb
La cassa malati e contenta se il paziente muore al piu presto. Cosi devono pagare meno. La stessa cosa l’AVS o la cassa pensioni. la pensa cosi: X loro siamo solo numeri. Alle casse malati importante che i call center ricevano le provigioni. E i nostri premi? Altro che scendere, aumentano alle stelle in modo che la salute diventa un lusso.
Silvano D'Alessandro 1 anno fa su fb
Esattamente!
Andrea Weber 1 anno fa su fb
Se no fosse stato per il risvolto mediatico lo avrebbero lasciato crepare. Ricordiamoci a chi paghiamo le polizze.
Nadia Guretti 1 anno fa su fb
Intanto, in attesa che si decidano, il tempo non gioca a favore del piccolo inoltre...creeranno un precedente. E stavolta sarà per un inizio di qualcosa che dovrà essere rivisto e per tutti
Ivan Stojmenov Jovanov 1 anno fa su fb
Quando si tratta di salvaguardare l’immagine.. Nome della cassa malati pf, troppo facile giocare con le vite delle persone.. vermi!
tiberi 1 anno fa su tio
io sono del opinione che i casi eccezionali ci dovrebbero essere come ad esempio questo bambino!!!! cmq ci tengo precisare che la Cassa Malati sotto sta a una Lege che si chiama LAMAL ed e dettata dalla confederazione Svizzera non e la Cassa malati a non voler pagare ma e la confederazione che non ha inserito questo medicamento nella lista Swissmedical cerchiamo di ragionare ho vero non e ancora stato riconosciuto…. speriamo bene per questo bimbo!!!!!!!! in bocca al lupo
rojo22 1 anno fa su tio
@tiberi Bravo amico di cassis: le leggi che fanno a Berna sono sostenute e votate dai tuoi rappresentanti PLR e UDC/Lega, generosamente foraggiati dalle Casse Malati. La Lamal non è stata dettata da Dio a Mosè, ma voluta dai tuoi amici PLR Couchepin, Cassis e accoliti.
Tato50 1 anno fa su tio
@rojo22 Ti sbagli , la Lamal l'ha voluta la Dreifuss che non credo faccia parte del Plr. Poi che altri le abbiano lasciato fare questo è un altro discorso ;-((
Kevin Cescotta 1 anno fa su fb
FUORI IL NOME DELLA CASSA MALATI!!!
Silvano D'Alessandro 1 anno fa su fb
CSS: Anno 2014: non vollero pagare gli esami della distrofia del mio bambino in quanto (risposta loro), “la malattia non è curabile”. Ma vedrete che tutto torna, cinici bastardi.
Jenna Boule 1 anno fa su fb
ma dimmi che non è vero! È una cosa oscena! Sempre più casi che emergono e spero che diano voce a questo scandalo sommerso ?
Silvano D'Alessandro 1 anno fa su fb
...ma tanto che cambia, abbiamo voce in capitolo noi? Alla meglio (peggio) ci becchiamo pure la denuncia per calunnia.?
Andrea Weber 1 anno fa su fb
Potevate denunciare la cassa malati.
Ilenia D'Alessandro-Fanni 1 anno fa su fb
Nonostante le lettere dei pediatri in cui dicevano che, nonostante non fosse una malattia da cui sarebbe guarito, le terapie precoci avrebbero migliorato nettamente la qualità di vita. Niente, non c’è stato verso. Con noi hanno chiuso.
Ilenia D'Alessandro-Fanni 1 anno fa su fb
Andrea Weber Non c’erano i termini, erano nel giusto per la legge. Una distrofia muscolare non ha una cura di guarigione e un test genetico dopo la nascita serve solo a sapere se iniziare le cure prima o dopo, cosa importantissima ma per loro del tuto superflua. Ci dovrebbe essere una legge che impedisce questo tipo di posizioni.
Doris Danesi 1 anno fa su fb
Puo essere solo una cassa malati che fa queste figure di emmme! Che cosi x il 2019 perderai una grand parte di assicurati e sarà obbligata a chiudere, una in meno!
Annamaria Orsiena Barnabeo 1 anno fa su fb
Ma che trattative .. devono pagare e basta!!!!!
Michael Zucconi 1 anno fa su fb
Ci sarà un motivo se la cassa malati non vuole pagare, non è che magari vuole seguire una qualche cura sperimentale o altro ?
Mariluz NeMa 1 anno fa su fb
Il dott Cavalli ha spiegato i motivi
Prisca Walter 1 anno fa su fb
Quando si parla di cancro siamo sempre cavie in generale non c’è niente di garantito . A uno può andare bene una curaall’altro un’altra cura . Non è uguale per tutti mica per niente decidono al momento delle chemio come modificare i medicamenti, ogni volta cambiano qualcosa . Purtroppo esperienza fatta .....
Mariluz NeMa 1 anno fa su fb
Prisca Walter sicuramente...ma questo non giustifica il rifiuto della cm nel pagare i medicamenti !
roma 1 anno fa su tio
Trattative con la cassa malati? Ma quali trattative.
Franca Rinaldi 1 anno fa su fb
Certo che nella ricca Svizzera non si Pagano le cure ad un bimbo malato......
Nadja Lee 1 anno fa su fb
Ah, dimenticavo (si fa per dire): NOME CASSA MALATI, BASTA CON QUESTA OMERTÀ CLASSISTA CHE NON FA ALTRO CHE RIDURRE I RAPPORTI UMANI A VENALE CONVENIENZA E AD ANNULLARE QUEL SENSO DI COMPRENSIONE BASILARE. IL CITTADINO HA DIRITTO ALLA VERITÀ FINO IN FONDO, PER DECIDERE DA CHE PARTE STARE E COME AGIRE.
Nadja Lee 1 anno fa su fb
Viviamo in una società squilibrata. Arrivare al punto di ricevere un aiuto perché l'ente privato rivede i propri passi per salvaguardare la propria immagine (perché di questo si tratta, e non di un gesto di improvvisa generosità), è vergognoso. È la gente comune che può mobilitarsi e mobilitare per ottenere dei risultati. Le istituzioni non dovrebbero 'trattare' con le parti implicate, bensì tutelare il cittadino con leggi che possano evitare cose simili. E chissà quante altre famiglie in difficoltà ma con meno coraggio e forza di parlare. Fosse per me, ne avessi potere e possibilità, istituirei io un gruppo di lavoro mirato a raccogliere denunce e a procedere in maniera tale da cambiare il potere d'azione di privati a sfavore del cittadino. Abbiamo continui aumenti ovunque, mentre cala la comprensione e l'umana generosità.
Simone Poggi 1 anno fa su fb
Nadia come hai detto tu viviamo in una giungla, dove le casse malati (tutte) fanno il bello ed il cattivo tempo, é vergognoso che si debba continuare a subire aumenti ogni anno di spessore e appena si ha una necessità le casse malati si nascondano dietro a qualsiasi cavillo legale pur di non pagare. Questa poi di speculare su un bambino di 12 anni é da veri ignobili.
Sybilla Grob 1 anno fa su fb
É sempre strano che non viene ancora dato a sapere il nome della cassa malati..ripeto il mio punto di vista. Nobile questa donazione ma sicuramente la cassa malati avrebbe rivisto la sua decisione dopo questo casino..... Così si è fatto vedere alla cassa malati che i cittadini ci sono, che non è corretto.... Dunque....
Silvana Canonica 1 anno fa su fb
Ho letto che la cassa malati è la CSS. ma comunque non l unica che non avrebbe pagato!!! VERGOGNOSO!!!
Sybilla Grob 1 anno fa su fb
Silvana Canonica dove l ha letto se posso chiedere?
Ross Catarin 1 anno fa su fb
Ma il medicamento in questione non è omologato in Svizzera e nemmeno all'estero per questo utilizzo...Quindi?
Desi Muaz Muaz 1 anno fa su fb
Silvana Canonica anche a me han detto cmq a fine anno cambio!!
Yera Adrian 1 anno fa su fb
È la helsana.
Sybilla Grob 1 anno fa su fb
Yera Adrian posso chiederle come fa a saperlo con certezza?
Ramona Ribeli 1 anno fa su fb
Buono a sapersi!
FrenkFré Pesto 1 anno fa su fb
voglio il nome della cassa malati!!!! vergogna!?
Fabia Matthey 1 anno fa su fb
Auguri ????????
Giusy Sgroi 1 anno fa su fb
❤️
Laura Bernasconi 1 anno fa su fb
Nessuna trattativa !!! Pagare e basta !!!!!!
Anto Ferrari 1 anno fa su fb
Non ho capito, l'avrebbero lasciato morire? Ma veramente? ?
Denn Ku 1 anno fa su fb
Ma oggi per sopravvivere bisogna trattare??! Che pezzi di merda!!!
Steve Vassalli 1 anno fa su fb
Le trattative.. Che schifo che sono diventate le casse malati.. Hanno troppo potere...
Andreia Cardoso Arnaboldi 1 anno fa su fb
Per fortuna tanta gente solidária se no poi anche morire?si parla dela vita di un bambino..non di un abonamento in palestra.
Sonia Mangione 1 anno fa su fb
Con ql che paghiamo ?
Giorgio Cerri 1 anno fa su fb
Non dipende da quanto paghiamo. La colpa e' di swissmedic che omologa quello che vuole, o meglio quello che gli fa guadagnare di piu.
Sandra De Matteis 1 anno fa su fb
E si...si sono mossi dopo che hanno visto che la gente comune è più rispettosa verso certe patologie e specie verso i bambini. Adesso si muovono....subito dovevano
Mario Zucca 1 anno fa su fb
Bravissima ?, il DSS dice che l’onere finanziario non sarà sostenuto dalla famiglia, ci mancherebbe,!!!!ma preso in carico da altre entità . Quali altre entità.!!!!! La colletta fatta ha ricavato più di 16’000 CHF da fantastici cittadini di cuore ? che copre per intero la cura. Dovessero rimanere soldi, spero che li si usino per chi ha bisogno.
Patty Zala 1 anno fa su fb
Hanno scritto oggi che i soldi in più verranno suddivisi tra associazioni che si occupano di bambini etc
Sandra De Matteis 1 anno fa su fb
Patty Zala bene se servono per i bambini o per famiglie con problemi simili sono contenta
Patty Zala 1 anno fa su fb
Sandra De Matteis sto cercando l’articolo ma nn so più dove l’ho letto ??‍♀️
Angela Scarpellini-Bernasconi 1 anno fa su fb
Ho avuto lo stesso pensiero
Sandra De Matteis 1 anno fa su fb
Angela Scarpellini-Bernasconi penso che oggi come oggi chi ha un bambino malato seriamente o un famigliare fa fatica ed è giusto che si aiuti,visto che tante volte chi deve non lo fa.
Patty Zala 1 anno fa su fb
Trovato, te l’ho mandato su messenger (grazie Carmen Taddei)
Aline Panda Marchesi 1 anno fa su fb
Patty Zala appena letto a che io.
Giorgio Cerri 1 anno fa su fb
E' arrivata prima la solidarieta' della gente comune.
Paolo Casellato 1 anno fa su fb
Mi piacerebbe sapere il nome della cassa malati per disdire ...
Ctg 1 anno fa su tio
Un enorme in bocca al lupo
tip75 1 anno fa su tio
si vabbè in mano al dss capirai...ora dormiamo tranquilli
Davide Tedoldi 1 anno fa su fb
Trattative ma stiamo scherzando questo devono pagare e basta dovremmo nn più pagare tutti la cassa malati poi vediamo nn domandiamoci perché la gente entra negli uffici delle casse dei ladri con la motosega
Mely Stern 1 anno fa su fb
jajajjaaj le casse dei ladri questa è bella mi piace ??
Davide Tedoldi 1 anno fa su fb
Contento per te .
Nat Bacchetti 1 anno fa su fb
Davide questo ragazzo ha la base cm assicurazione quindi giustamente la cassa malati non paga, ma questa avrebbe potuto proporre alla famiglia di pagare mensilmente e anticipare loro le cure, a loro i soldi non mancano. Questo mi fa rabbia ? ok hai ragione ma in una situazione del genere non si puó essere fiscalisti. Ma cazzo. L’umanità dove è finita? No tutti numeri siamo. ?
Davide Tedoldi 1 anno fa su fb
Nat Bacchetti l’umanità nn esiste più
Nat Bacchetti 1 anno fa su fb
Davide infatti... siamo numeri ... ma la solidarietà ha vinto, hanno raccolto i soldi, oltre la cifra richiesta. Ottimo .
Davide Tedoldi 1 anno fa su fb
Certo ottimo ?
GI 1 anno fa su tio
e tutti vissero felice e contenti....ma, soprattutto il ragazzo continua a poter essere curato e la famiglia non avrà più il problema del costoso medicinale !
TOP NEWS Ticino
CASLANO
4 ore

Pipì ovunque nei bagni di scuola e la direttrice corre ai ripari

Non se ne poteva più di trovare i gabinetti in uno stato impresentabile e delle continue interruzioni durante le lezioni. Ai genitori: «Fategli espletare i bisogni a casa»

MAGLIASO
6 ore

Le zaffate (o profumi) di canapa light arrivano fino a Losanna

Mossa e contromossa: per guadagnar tempo e salvare il raccolto la CBD Alchemy Sagl ricorre al Tribunale federale, ma il Municipio replica con la zona di pianificazione che bandirà le coltivazioni

LUGANO / CONFINE
8 ore

Trovato un parassita nel pesce persico del Ceresio

L'Eustrongylides sp. è stato rilevato in alcuni esemplari pescati nella parte italiana. Il Laboratorio cantonale: «Mai consumare il pesce crudo, bisogna cuocerlo o abbatterlo»

FOTO E VIDEO
MANNO
12 ore

Fiamme in un capannone di via Violino, fumo acre nell'aria

Gli oltre 50 dipendenti che si trovavano all'interno della struttura sono stati evacuati. La polizia: «Non si lamentano né feriti, né intossicati»

CANTONE
13 ore

Agitazione al Palapenz, nessuna rilevanza penale nell'operato degli agenti

Il Procuratore generale Andrea Pagani ha emanato un decreto di abbandono dopo la denuncia da parte di uno degli attivisti allontanato «in malo modo»

SERRAVALLE
13 ore

«Il cervo investito è stato abbattuto dopo più di quattro ore»

Un lettore denuncia le sofferenze sopportate dall’animale «per troppo tempo». Ma l’Ufficio della caccia e della pesca spiega come sono andate le cose

FOTO
LOCARNO
15 ore

Notte movimentata per i pompieri

I militi sono dovuti intervenire per porre rimedio ai danni provocati dal maltempo. Diverse le piante cadute a Minusio, Muralto e Locarno. Non si registrano feriti

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile