SVIZZERA / ITALIA
21.02.19 - 11:040
Aggiornamento 12:20

Tensione per l'arrivo degli zurighesi a Napoli

La polizia li attende a Caserta. Il servizio di prevenzione inizia già lungo l’Autostrada del Sole

NAPOLI - C'è tensione nel Belpaese per l'arrivo dei bus (una ventina) dei tifosi dello Zurigo per il match di ritorno di Europa League contro il Napoli. Dopo i disordini e le aggressioni della scorsa settimana, in occasione della gara di andata, da parte della tifoseria zurighese, c'è infatti il timore che qualche «cane sciolto» del Napoli possa organizzare agguati contro i rivali.

Per questo la polizia si è attivata per scortare i bus dei rossocrociati a Caserta, anche se il servizio di prevenzione inizia già lungo l’Autostrada del Sole da parte della Polstrada. 

Da ieri Digos, Polizia e Carabinieri sono impegnati in un’azione di controllo anche del centro cittadino. Sono circa duemila i tifosi zurighesi che assisteranno alla partita dal settore ospiti. Questi saranno vigilati da un cordone di sicurezza. C'è infatti preoccupazione anche per la loro reazione.

I bus saranno quindi scortati dai blindati della polizia. Un apparato di sicurezza da big-match, insomma, nonostante allo stadio ci saranno all'incirca 17mila persone. 

I fatti - Durante la gara d'andata alcuni ultras dell'FC Zurigo avevano occupato le strade della città sulla Limmat. Incappucciati, avevano dato quindi vita a una rissa, incendiando un'auto con targhe italiane. Per cercare di riportare la calma, la polizia aveva dovuto usare idranti, spray urticanti e proiettili di gomma. 

Dopo l'aggressione, da parte dei tifosi del Napoli era arrivata la minacciosa promessa: «Ricordatevi che dovete venire a Napoli», «ve la facciamo vedere noi», «vi massacriamo», sono solo alcuni dei massaggi affidati ai social dai partenopei.

1 mese fa «Vi massacriamo», i tifosi del Napoli promettono vendetta
1 mese fa Zurigo-Napoli, un poliziotto ferito e cinque arresti
1 mese fa Arriva il Napoli, per le strade di Zurigo è scontro tra tifosi
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report