TiPress
La caserma militare d'Isone.
SVIZZERA
20.07.20 - 18:570

«L'esercito non ha responsabilità» secondo il padre della recluta di Isone

Il padre del giovane ha ringraziato le truppe elvetiche per il sostegno e il supporto

«Mio figlio è morto facendo qualcosa che voleva davvero fare»

NEUCHATEL - È passata una settimana dalla morte di una recluta 21enne durante una marcia a Isone.

Sette giorni dopo, il padre della vittima ha rilasciato una dichiarazione al Blick, sottolineando che per lui «l'esercito non ha colpe», e ringraziando le truppe elvetiche per il loro continuo sostegno e supporto in questi momenti difficili.

Per la recluta 21enne, che amava l'addestramento, era solo la seconda settimana tra le fila dell'esercito. «Mio figlio è morto facendo qualcosa che voleva davvero fare. Era motivato a completare il percorso di granatiere» ha raccontato il padre, aggiungendo che «aveva scelto questa strada per dimostrare a se stesso che ce l'avrebbe fatta. Mi ha reso orgoglioso».

In seguito, il ragazzo ambiva a diventare una guardia di frontiera. 

Nel frattempo, le indagini della Giustizia Militare continuano, dal momento che non è ancora chiara la causa della morte del ragazzo, di giovane età e ottima condizione atletica. Come conferma il padre, «mio figlio era in perfetta salute».

Il giovane, originario del Canton Neuchâtel, è stato sepolto nel corso di una cerimonia strettamente privata, ha spiegato la famiglia. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
3 min
Test ripetuti nei Grigioni: i laboratori non ce la fanno più
Le autorità cantonali corrono ai ripari adeguando la misura nelle scuole e nelle aziende
SVIZZERA
41 min
«Ha vinto la maggioranza silenziosa»
Così la stampa elvetica ha commentato l'esito dell'attesa votazione del 28 novembre sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
1 ora
Gli svizzeri chiedono nuovi provvedimenti anti-Covid
Estensione dell'obbligo di mascherina e booster raccolgono più consensi, secondo un sondaggio rappresentativo
FOTO
SAN GALLO
2 ore
Abitazione in fiamme: un 54enne ustionato
Il rogo è scoppiato nella notte in uno stabile situato nella località sangallese di Au
SVIZZERA
11 ore
Omicron: primo caso sospetto in Svizzera
L'Ufsp sta svolgendo accertamenti su una persona rientrata dal Sudafrica una settimana fa
SVIZZERA
15 ore
Predatori, inquilini, stranieri: le votazioni negli altri cantoni
In 10 cantoni i cittadini si sono espressi su oggetti locali. Ecco i risultati
SVIZZERA
15 ore
«L'odio e la rabbia non appartengono alla Svizzera»
Quello della Legge Covid «è il miglior risultato mai raggiunto da una legge posta sotto referendum», così Berset.
ZUGO
18 ore
L'albero di natale in macchina, la multa all'autista
L'appello della polizia: «Bisogna fare attenzione che il carico non ostruisca la visuale»
SVIZZERA
21 ore
Camici in aria, approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli.
SVIZZERA
21 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Il 68,1% dei cittadini svizzeri ha deciso di mantenere il sistema attuale
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile