Deposit
ARGOVIA
29.06.20 - 21:020
Aggiornamento : 30.06.20 - 17:58

20 persone contagiate dal coronavirus in un bar di Spreitenbach

La serata potrebbe essere collegata con l'evento zurighese che ha portato a 300 quarantene preventive

Il gestore, anche lui positivo: «Abbiamo rispettato le norme». E intanto le autorità stanno tracciando i contagi

Fonte 20 Minuten/Thomas Matis
elaborata da Filippo Zanoli
Giornalista

AARAU - C'è stato un nuovo, e grave, boom di contagi da coronavirus nel canton Argovia, a riferirlo è l'Aargauer Zeitung.

Il medico cantonale di Argovia, contattato da 20 Minuten, ha confermato le informazioni della testata: «Da oggi sappiamo che circa 20 persone sono state contagiate dal Covid-19 durante una serata fuori al Tesla bar lounge di Spreitenbach». 

Nel locale, quella sera, c'erano un centinaio di persone in totale. Attualmente si sta cercando di rintracciarne il maggior numero in modo da localizzare la catena dei contagi.

«L'ho preso anche io», commenta il gerente del bar sempre a 20 Minuten, «ma non ho nessun sintomo». Anche gran parte dei clienti conosciuti, a sua detta, non ne manifesterebbe. A parte qualcuno con «leggera febbre e tosse».

E da venerdì le serrande del locale sono state abbassate, appena è arrivata la telefonata delle autorità: «Noi comunque abbiamo rispettato tutte le misure di sicurezza», garantisce l'uomo. I battenti riapriranno solo con il nullaosta cantonale.

Stando a un comunicato del canton Argovia, le prime indagini hanno dimostrato che è molto probabile che i casi siano in qualche modo collegati all'evento del 21 giugno Zurigo, che ha portato a 300 quarantene preventive.

Delle venti persone Covid positive del bar Tesla, solo 9 sono di Argovia, le altre 11provengono da fuori. Le autorità stanno facendo il possibile per tracciare il movimento del virus. Là dove sarà necessario verranno imposte quarantene.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
16 min
Coronavirus e scuole: altro cambiamento di strategia?
L'UFSP sta studiando possibili provvedimenti. Finora era stata lasciata carta bianca ai cantoni.
SVIZZERA
1 ora
Freddo e neve, i disagi oltralpe proseguono
Soprattutto per quanto riguarda i mezzi pubblici: diverse tratte ferroviarie sono tuttora bloccate.
SVIZZERA
1 ora
«I cantoni più lenti avranno meno dosi»
È l'indiscrezione riportata nell'edizione odierna della NNZ am Sonntag.
SVIZZERA
1 ora
Quelle 6'000 aziende che non riceveranno alcun aiuto
Si tratta delle imprese fondate dopo lo scoppio della pandemia. Non rientrano nei cosiddetti casi di rigore.
SVIZZERA
12 ore
I "corona-scettici" e le minacce online: «Assaltiamo Palazzo Federale»
Alcuni gruppi radicali contrari alle misure anti-coronavirus invocano un attacco a Berna
SVIZZERA
14 ore
Dramma a Gerlafingen: due bambine trovate morte in un appartamento
La madre è stata arrestata dalla polizia: è la principale indiziata
LE FOTO
SVIZZERA
17 ore
Comprensori sciistici, è caos valanghe: ci sono 2 morti
La polizia e la Rega hanno lavorato ininterrottamente per cercare eventuali dispersi
SVIZZERA
18 ore
«Inserite la salvaguardia delle risorse naturali nella Costituzione»
Lo chiedono i giovani verdi, che si apprestano a lanciare un'iniziativa popolare
SVIZZERA
19 ore
«Potremmo dover chiudere le piste da sci»
La consigliera federale Viola Amherd non esclude provvedimenti. E difende la scuola reclute a distanza
FOTO
SVIZZERA
20 ore
Stazioni sciistiche prese d'assalto dopo la grande nevicata
Davanti alle casse o nei pressi degli impianti sono state immortalate lunghe code di sciatori.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile