TiPress - foto d'archivio
SVIZZERA
31.03.20 - 13:310

Già in 22'000 per semi e piantine

La petizione è stata presentata al Consiglio federale da un granconsigliere verde.

Per l'Ufficio federale dell'agricoltura, però, non si tratta di beni necessari a soddisfare i bisogni quotidiani della popolazione.

NEUCHÂTEL - I negozi che vendono sementi e piantine devono poterlo fare anche durante l'attuale situazione di crisi. Un granconsigliere verde neocastellano ha ottenuto oltre 22'000 firme per chiedere al Consiglio federale di equiparare questi commerci a quelli di alimentari o alle farmacie.

Secondo Laurent Debrot, autore della petizione, questi prodotti devono essere considerati - come frutta e verdura - beni di prima necessità e dunque indispensabili nel corso dell'epidemia di coronavirus. Non ha senso che la vendita di semi sia vietata, al contrario di quella di pomodori dalla Spagna o altri prodotti non fondamentali, ha dichiarato alla radio romanda RTS. Le sementi sono essenziali per il giardinaggio amatoriale, che contribuirà all'approvvigionamento del Paese nei prossimi mesi, si legge nella petizione.

Non sono beni necessari - Berna è però di tutt'altro avviso. Secondo la portavoce dell'Ufficio federale dell'agricoltura (UFAG) Florie Marion, contattata dall'agenzia Keystone-ATS, non si tratta di beni necessari a soddisfare i bisogni quotidiani della popolazione.

Per l'ecologista neocastellano e chi ha sottoscritto la sua proposta, fare del giardinaggio e occuparsi dell'orto in questo periodo di isolamento aiuta inoltre a passare il tempo e a rilassarsi. L'uomo chiede poi alle autorità di invitare chi ha terreni propizi a metterli a disposizione delle famiglie.

Ordinale online - L'UFAG dal canto suo precisa che la vendita di sementi e piantine non è permessa in negozio, ma lo è ad esempio tramite spedizioni e su Internet. Rispettando le norme igieniche ed evitando il più possibile i contatti, le consegne rimangono infatti consentite.

Nella petizione viene anche evocato il rischio di enormi sprechi. Le serre sono piene di sementi pronte a essere piantate, che però i clienti interessati a un'autosufficienza alimentare non possono acquistare e dunque sfruttare.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
14 min
Ingresso in Svizzera solo con test (o certificato)?
Ecco cosa potrebbe decidere il Consiglio federale nella sua seduta di domani
SVIZZERA
1 ora
Aumentano i vaccinati "riluttanti"
Nei Cantoni rurali il tasso di vaccinazione è più basso. Ma sembra che l'obbligo del pass nei bar stia cambiando le cose
BERNA
2 ore
No Pass: migliaia in piazza a Berna e Bienne
Ancora manifestazioni questa sera contro le nuove misure introdotte dal Consiglio Federale
SVIZZERA
6 ore
La terza dose sotto la lente di Swissmedic
L'Istituto svizzero per gli agenti terapeutici sta valutando i dati clinici, «in termini di sicurezza ed efficacia»
ARGOVIA
7 ore
La 26enne ha ucciso il fratello, poi si è tolta la vita
La Polizia cantonale ha fornito nuovi dettagli sui due corpi trovati martedì mattina a Frick.
SVIZZERA
8 ore
Siamo il paese più caro d'Europa
Il nostro costo della vita è del 51% superiore a quello della Germania.
SVIZZERA
9 ore
I test potrebbero rimanere gratuiti
Il maggior partito svizzero lancia una mozione volta a mantenere il costo dei test a carico dello Stato.
SVIZZERA
9 ore
Nessun decesso nelle ultime ventiquattro ore
Altre 61 persone hanno dovuto ricorrere a un ricovero. Le cure intense accolgono ora il 30,9% di pazienti Covid
SVIZZERA
10 ore
Col tunnel di base del Ceneri, più merci prendono il treno
Lungo la linea del San Gottardo la quota è aumentata, anche rispetto al 2019
SVIZZERA
10 ore
La nuova ondata sembra aver perso slancio
Rispetto alla precedente, le nuove infezioni da coronavirus sono rimaste stabili. Così come le persone decedute.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile