Freepik / Marco Sepertino
TARGET
06.01.21 - 09:000

Tutti i segreti di YouTube e YouTube Ads per promuovere la propria attività

Ce li ha rivelati Marco Sepertino, da anni tra i massimi esperti di questi ambiti del digital marketing

Se è vero che oggi content is king, e che cioè sono i contenuti a determinare il successo dei canali di comunicazione, dentro a questo grande insieme c’è una tipologia che spicca tra le altre: si tratta dei video, che moltissimi addetti ai lavori concordano nel considerare il formato più efficace.

Nonostante i video si possano ormai guardare ovunque, da Facebook a LinkedIn, da Instagram a TikTok, nella famiglia Google c’è ancora un titano che permette ai content creator di raggiungere risultati imparagonabili. Ci riferiamo ovviamente a YouTube, il precursore, in un certo senso, del consumo di massa dei video online.

Così come con altre piattaforme web, anche YouTube permette di creare, lanciare e monitorare campagne ads per raggiungere obiettivi più disparati: tali inserzioni, se ideate secondo i giusti parametri e con la giusta creatività, possono regalare piacevolissime sorprese a chi investe su di esse.

Per approfondire questo tema, ci siamo voluti confrontare con Marco Sepertino, nostro collaboratore, docente ed esperto del tema, che ha una particolare familiarità con gli strumenti messi a disposizione da YouTube e ha risposto alle nostre domande con grande chiarezza e precisione.

 
Come sono cambiati gli utenti di YouTube, nel corso del tempo?

Ormai da 3 anni (2018, 2019 e 2020), YouTube è la piattaforma web utilizzata per più tempo, in Italia, in Svizzera e nel Mondo. Ha battuto anche Facebook. Sembra impensabile, ma è così.

I suoi utenti sono un terzo di quelli di internet, quindi potete immaginare che tutti, persone di qualsiasi età, hanno cominciato o intensificato il suo utilizzo. Questo è in parte dovuto al fatto che è abbastanza semplice accedere a un video su questa piattaforma mediante browser o app, e alla non obbligatorietà di registrazione, cosa che invece chiede Facebook.

Volendo entrare nel dettaglio, gli utenti di Youtube sono così suddivisi:

  • sono prevalentemente di sesso maschile, nello specifico per il 62%;
  • la maggior parte è compresa nella fascia di età tra i 25 ei 44 anni; di questi, il 23% nella fascia d’età compresa tra 25 e 34 anni e il 26% nella fascia di età tra i 35 ei 44 anni;
  • allargando la fascia di età dai 18 ai 49 anni, risulta che l’80% di questo gruppo guarda YouTube almeno una volta al mese.

Il consumo di video online è oramai diventato abituale: se 10-20 anni fa era normale guardare la TV, ora è "normale" guardare un video su internet. In sostanza, potremmo dire che Youtube è la nuova televisione.

 

Fare pubblicità su YouTube serve a qualsiasi tipo di business?

Oltre ad essere il social più utilizzato nel globo, YouTube è anche il secondo motore di ricerca al Mondo, naturalmente dopo Google. Esso rappresenta un canale alternativo alla classica pubblicità su Facebook e Instagram o su Google Ads, in search o display. I costi pubblicitari sono decisamente bassi e si può intercettare ogni tipologia di utente.

Di conseguenza, ogni tipo di business, se ben organizzato nel realizzare video, con script precisi ed una attrezzatura per girare e montare nel modo giusto, può fare pubblicità sulla piattaforma.

Per realizzare dei video efficaci servono però cinque caratteristiche fondamentali, senza le quali è difficile dare vita ad ads performanti:

  1. un audio ottimale
  2. uno script per il testo
  3. ottima qualità del video
  4. luci impostate correttamente
  5. scioltezza nel public speaking

 

Quali obiettivi si possono raggiungere attraverso le inserzioni su YouTube?

Su YouTube Ads si può raggiungere qualsiasi tipo di obiettivo: vendita, lead generation, traffico sul proprio sito web, considerazione del prodotto o del brand, notorietà del prodotto o del brand. In base alle diverse tipologie di obiettivo/campagne si possono utilizzare diverse tipologie di video, come quelli più brevi e non “skippabili” - ovvero senza l’opzione “Salta annuncio” - o spot più lunghi che si possono vedere prima, durante e dopo i video presenti sulla piattaforma.

 

Qual è stata la campagna a cui hai contribuito che ti ha stimolato di più?

Ce ne sono state tantissime, se devo essere sincero, ma ultimamente stiamo lavorando con il cantante e imprenditore Francesco Facchinetti. Lui è molto bravo a fare video: anche utilizzando solo il cellulare, riesce comunque a realizzare dei contenuti efficaci.

Per citare un altro esempio di grande successo, nel 2020 abbiamo lanciato con due ragazzi molto giovani delle campagne per un corso di Trading Online, realizzato da loro.

Il funnel era così strutturato:

  • diffusione di pubblicità video per portare l'utente ad iscriversi ad un webinar in una determinata data;
  • nel webinar venivano spiegati e condivisi contenuti utili, e poi c'era la vendita di un infoprodotto;
  • infine, pubblicità video per vendere il corso solo a chi aveva visto il webinar.

Questo semplice funnel, in sole 4 settimane, ha generato entrate 12 volte superiori rispetto all’investimento.

 
Se dovessi elencare gli elementi che non possono mancare in un'inserzione su questa piattaforma, quali sarebbero?

Seguo il modello "1234", che prevede quattro passaggi.

1. Attira l'attenzione

Lo chiamo "Schiaffo in faccia": appena parte il video, devo attirare l'attenzione del mio potenziale cliente.

Per fare un esempio, cito una campagna ideata per una web agency, che realizza siti web ecc. Il video che hanno realizzato per le pubblicità su YouTube iniziava con questo messaggio: "Hai pensato di creare un sito internet? NON FARLO..."
Questo intendo per "schiaffo in faccia": destabilizzare l'utente per attirare la sua attenzione.

2. Riconosci il tuo brand

In altre parole, identificati davvero con quello che dichiari come "Chi sono". Come e quando un brand appare può avere così un grande impatto sulle performance delle pubblicità.

3. Connettiti

Entra in contatto con il tuo potenziale cliente. Il metodo più efficace consiste nel concentrarsi sulle sue emozioni e nell’usare strategie di storytelling.

4. Dai una direzione

Usa una call to action (o “CTA”), direziona l'utente alla sua prossima azione. Se vuoi che acquisti, specifica in modo chiaro "Acquista", se vuoi che legga le informazioni sulla tua landing page, invitalo ad approfondire con uno "Scopri di più".

 

Si può ancora diventare YouTuber famosi? Quanto possono contribuire le ads?

Sì, credo che si possa ancora diventare YouTuber famosi. Le ads possono contribuire in parte, ma ci sono anche altri aspetti fondamentali per raggiungere questo obiettivo:

  • individuare una nicchia ben precisa, in cui si è autorevoli
  • emozionare le persone che ci guardano
  • saper raccontare delle storie davanti ad una telecamera
  • avere pazienza, perché non lo si diventa nel giro di un mese

 

Hai visto? Non serve essere una grande azienda o avere budget enormi, per avere successo attraverso le campagne su YouTube, ma solo oculati e attenti e investimenti. Sono molti i fattori che incidono sui risultati, prima tra tutti l’identità del tuo brand, che ti aiuterà a distinguerti tra i competitors e individuare le creatività giuste per ciò che vuoi comunicare.

L’assistenza di esperti come Marco e come noi è sicuramente importante, per riuscirci: contattaci per una consulenza gratuita e scopri cosa possiamo fare per permettere al tuo business di crescere, anche attraverso YouTube.

 


Articolo a cura di Linkfloyd Sagl, agenzia di marketing e comunicazione in Ticino.

ULTIME NOTIZIE Target
TARGET
2 gior
Che cos’è l’Account Based Marketing e come aumenta il fatturato delle aziende B2B
Ribaltamento del funnel e molto altro: ecco i meccanismi di una strategia vincente per chi vende ad altre attività
TARGET
4 gior
LinkedIn Stories: Cosa sono? A cosa servono? Sono davvero utili?
Dalla loro introduzione, suscitano pareri discordanti: vediamo insieme quali sono le loro potenzialità e i loro limiti
TARGET
1 sett
Come promuovere la nostra attività all’Estero: i consigli dell’esperto
Parla Roberto Bernasconi, già responsabile Sviluppo e Marketing Internazionale di importanti banche e aziende svizzere
TARGET
2 sett
Facebook come strumento di vendita: funzioni e opportunità attuali, possibilità future
Tutto il percorso d’acquisto potrà svolgersi sul social, e in modo immersivo. Scopriamo di più con Nicola Fidenzio
TARGET
2 sett
Come si evolveranno i social media nel 2021? La parola agli esperti
Utenti e addetti ai lavori guardano al futuro delle piattaforme online, in una quotidianità ancora in cambiamento
TARGET
2 sett
A lezione di marketing dai pirati: che cos’è il funnel “A.A.R.R.R.”
Apprezzatissimo nel mondo del growth hacking, in cinque step può garantire il successo della nostra strategia online
TARGET
3 sett
Amazon entra in concorrenza con le farmacie: cosa aspettarsi in Svizzera e in Italia?
Dagli USA all’Europa, il passo per Amazon Pharmacy potrebbe essere breve: come possono reagire gli addetti ai lavori?
TARGET
3 sett
Mettere i clienti al centro è il segreto del successo, ma come si fa?
Aba Ferraresi, esperta di Customer Care e Assistenza Post-Vendita, ci ha raccontato come si realizza questa attività
TARGET
1 mese
Digital detox durante le feste: 3 consigli per “disintossicarsi” dalla tecnologia
Sempre connessi, sempre reattivi: come approfittare della pausa natalizia per ribilanciare il rapporto coi nostri device
TARGET
1 mese
L’amore ai tempi del Covid-19: come sono cambiate le app di incontri?
Il desiderio di interagire a fini “sentimentali” è più forte del social distancing: le piattaforme di dating ringraziano
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile