Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch / STF (ALEX PLAVEVSKI)
CINA
28.10.21 - 07:040
Aggiornamento : 29.10.21 - 08:10

L'effetto domino fra i palazzi in Cina

Evergrande sull'orlo della bancarotta ma non sarebbe l'unica in un settore immobiliare con un gigadebito da capogiro

PECHINO - Non è ancora chiaro se Evergrande, il colosso dell'immobiliare cinese a rischio default, riuscirà a salvarsi. Ma anche se ce la facesse è molto probabile che diversi altre compagnie del medesimo settore seguano la sua spirale di debiti, verso il basso.

Questo venerdì si capirà se Evergrande potrà o meno versare quanto dovuto, oppure alzare la bandiera bianca della bancarotta. Stando all'agenzia S&P sarà molto probabilmente la prima di una lunga serie, perché circa un terzo delle grandi aziende immobiliari della Repubblica Popolare navigherebbe nelle medesime acque.

Il settore immobiliare cinese, che non è estraneo al debito, si troverebbe secondo S&P in un momento «di turbolenza insolitamente intenso». Evergrande, con i suoi 300 miliardi di debiti, è solo una goccia nel mare di 5'000 miliardi di debiti dell'intero settore, come stimato dagli analisti di Nomura, citati dal Guardian. Praticamente un terzo dell'intero PIL cinese.

Entro i prossimi 12 mesi le compagnie in rosso dovranno riuscire a restituire ai creditori circa 92 miliardi di dollari, un'impresa resa ancora più complicata dalla stretta voluta da Pechino, e Xi Jinping, sulla concessione dei crediti così come il downgrading di molte di loro nella zona a rischio: «Fra queste ci sono circa il 50% delle immobiliari cinesi nel nostro portafoglio», commenta S&P che resta molto pessimista sul fatto che Evergrande possa chiudere i conti questo venerdì

Lo scorso 23 ottobre, infatti, era riuscita a farlo sul filo di lana dell'ultimo secondo utilizzando ogni istante del periodo di “grazia” di 30 giorni. Che possa arrivare a raccogliere una nuova tranche da 44 milioni entro domani, e la successiva da 148 milioni è prevista per il prossimo 11 novembre.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
15 ore
L'Unione degli imprenditori vuole promuovere il lavoro oltre la pensione
Perché, vista l'evoluzione demografica, si teme una carenza di manodopera nei prossimi anni
CANTONE / SVIZZERA
17 ore
Affitti, in calo nel 2021 (soprattutto negli edifici vecchi)
Le tendenze a livello nazionale sono state di -0.3% per gli stabili nuovi e -1.7% per quelli più vetusti
STATI UNITI
20 ore
Anche se mancano le materie prime, Apple è comunque da record
Per l'azienda della Mela ricavi in crescita a 123 miliardi, grazie agli iPhone ma soprattutto ai Mac e agli abbonamenti
STATI UNITI
21 ore
Tonfo di Tesla a Wall Street, Musk scommette sui robot
Bruciati, in una sola seduta, ben 109 miliardi.
STATI UNITI
22 ore
La crisi delle criptovalute contribuisce al flop dell'asta di Melania
Il fortunato compratore si è portato a casa tre oggetti per un valore inferiore all'offerta di apertura
SVIZZERA
1 gior
«Nessuna penuria d'elettricità in vista, in Svizzera»
I prezzi però continuano ad aumentare, ha spiegato la Commissione federale dell'energia elettrica (Elcom)
SVIZZERA
1 gior
Gli orologi svizzeri non sono mai andati meglio all'estero
Nel 2021 è stato superato anche l'esercizio del 2014, che era il migliore di sempre
REGNO UNITO
1 gior
EasyJet riprende quota, e sorride in vista dell'estate
«L'offerta è vicina ai livelli pre-pandemici del 2019», ha spiegato il Ceo Johan Lundgren
EURASIA
1 gior
Pressioni della Cina sulla Lituania, Bruxelles si rivolge al WTO
L'Unione europea ha denunciato all'Organizzazione Mondiale del Commercio il comportamento della Cina
STATI UNITI
1 gior
Menù "gentili" che fanno raddoppiare la scelta di un piatto vegetale
Il World Resources Institute ha condotto una ricerca su seimila persone a cui venivano proposte due liste diverse
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile