Immobili
Veicoli
Keytone
Un operaio al lavoro su un cellulare Huawei, in Cina.
MONDO
02.10.21 - 14:540

Quanto sta influendo la crisi del chip sulla produzione degli smartphone? Parecchio

E le cose peggioreranno nei prossimi mesi, tutti i dati di una recente ricerca globale

NEW YORK - Dopo l'auto, la crisi dei chip comincia a farsi sentire concretamente anche nel mercato degli smartphone.

Secondo numeri aggiornati della società di analisi Counterpoint Research, nel 2021 verranno spedite quasi 50 milioni di unità in meno rispetto alle stime precedenti allontanando il settore dal risultato del 2019, l'anno di normalità più recente.

Secondo gli analisti, il 90% del settore sarà interessato da questi problemi e la situazione avrà un impatto più evidente sul secondo semestre di quest'anno: stimano che le unità totali di smartphone spedite per il 2021 dovrebbero crescere del 6% annuo a 1,41 miliardi di unità, mentre le previsioni precedenti parlavano di una crescita del 9% e di 1,45 miliardi di unità. Nel 2019 erano stati spediti 1,479 miliardi di smartphone.

Gli analisti riportano che i produttori di smartphone hanno dichiarato di aver ricevuto solo l'80% dei chip già ordinati nel secondo trimestre del 2021. E la situazione sembra peggiorare: nel terzo trimestre è probabile che la media di ordini evasi scenderà al 70%. La società di analisi osserva che la crisi interessa un po' tutti i marchi del settore, Apple un po' meno dei concorrenti Android come Samsung, Xiaomi e Oppo.

Oltre che sulle auto, la crisi dei semiconduttori sta pesando anche nel settore dei videogiochi e delle console. Lo sviluppo dei chip è la chiave per la competitività tecnologica, infatti grandi aziende come Google e Apple sono al lavoro da tempo per sviluppare in casa i loro semiconduttori e ridurre così la dipendenza dai fornitori esterni. Secondo indiscrezioni i telefoni Pixel di Google potrebbero avere i processori interni - denominati Tensor - già nella prossima serie il cui lancio è imminente.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
3 ore
La svolta sui tassi d'interesse è dietro l'angolo
La Banca Nazionale Svizzera seguirà le decisioni della Bce? Le opinioni degli esperti
STATI UNITI
5 ore
Gli investitori di Twitter hanno fatto causa a Elon Musk
«Denigra la società per rinegoziare il prezzo d'acquisto»
SVIZZERA
19 ore
Frutta e verdura? La bontà, prima della bellezza
Il WWF se la prende con il "culto della bellezza" che crea grandi sprechi
MONDO
23 ore
Le Big Tech consumano più energia del Portogallo
Facebook, Amazon, Apple, Netflix e Google hanno adoperato 49,7 milioni di megawattora in un anno
MONDO
1 gior
Guerra, inflazione e lockdown ostacolano la crescita
La frenata del Pil delle economie avanzate è pari allo 0,6% in un paio di mesi, secondo Moody's
STATI UNITI
1 gior
Privacy e pubblicità, Twitter sborsa 150 milioni
L'azienda era accusata di aver «impropriamente raccolto dati degli utenti»
CANTONE / ZURIGO
2 gior
Fallimenti, Ticino in controtendenza
Sensibile l'aumento delle aziende che devono abbassare la saracinesca.
ZUGO 
2 gior
Corruzione, Glencore dovrà pagare 1 miliardo di dollari a Usa e Brasile
La società si è dichiarata colpevole di attività di corruzione in Africa e in Sudamerica.
REGNO UNITO
2 gior
Un centesimo qua, un centesimo là: ecco come il pollo diventa caro come il manzo
I fast food hanno già rivisto il prezzo verso l'alto e nei supermercati è necessario spendere 50 centesimi in più
STATI UNITI
2 gior
Un algoritmo per far collaborare al meglio umani e robot
A svilupparlo sono stati ricercatori americani dell'Istituto di robotica della Carnagie Mellon
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile