Immobili
Veicoli
Archivio Keystone
STATI UNITI
06.05.21 - 17:000

Perché al mondo in questo momento ci sono così pochi chip?

La crisi globale dei semiconduttori frena la produzione di tantissimi prodotti ma il Covid non c'entra

NEW YORK - Servono a tutti, da chi fa i computer a chi fa automobili - passando per elettrodomestici, impianti audio, smartphone e chi più ne ha - e al mondo pare che ce ne sia un'endemica carenza. Stiamo parlando dei chip, attualmente una delle risorse di cui nel nostro presente vi è scarsità (un'altra è il legno) e che preoccupa le aziende a livello globale.

In un recente articolo, Bloomberg ha tentato di capire i motivi alla base di questo ammanco mondiale di semiconduttori. Se da una parte, la componente materie prime - con diverse di queste che diventano più rare e difficili da estrarre anno dopo anno - dall'altra, il fattore davvero cruciale riguarda infrastrutture e know-how.

Sempre più potenti e polivalenti, ma anche più piccoli, complessi e fragili - i chip sono una risorsa difficilissima da assemblare: richiedono catene di produzioni all'avanguardia, tremendamente costose e che possono diventare obsolete in poco tempo con un impatto devastante sulla produzione e sulla forza lavoro.

In un momento storico in cui i semiconduttori sono una delle risorse più preziose, sono diversi i paesi che li hanno inseriti nelle loro politiche economiche. La Cina ha un piano quinquennale per raggiungere l'autosufficienza, Biden punta sulla produzione americana per tornare in vetta mentre l'UE valuta nuove misure affinché anche il Vecchio continente possa fare i suoi chip.

Ma perché è così difficile? Perché si tratta di piccoli, con componenti ancora più piccole e che devono essere assemblati in ambienti praticamente sterili e senza polvere. Per realizzarli vengono usati dispositivi di ultraprecisione, tra i quali anche i laser. Per la gran parte del tempo vengono maneggiati da macchine e gli uomini che ci lavorano sono infagottati in tute protettive.

Le fabbriche di chip sono la cosa più vicina alla fantascienza che ci sia sulla Terra e, per costruirne una ci vogliono dai 15miliardi di dollari. E molto probabilmente 5 anni dopo saranno già obsolete. Per questo motivo vengono fatte funzionare 7 giorni su 7 e 365 giorni all'anno.

Vincono solo i pesci più grossi: come scritto da Bloomberg si tratta di un mercato estremamente competitivo, e chi è sconfitto viene cancellato dalla faccia della terra. Al momento i tre leader sono Intel, Samsung e Tsmc che assieme nel 2020 hanno guadagnato 188 miliardi.

Le loro fabbriche sono molto avanzate, si stima che valgano circa 20 miliardi l'una, e generano di fatto una situazione di oligopolio. Con l'asticella ormai così alta, è difficile che altri attori possano introdursi nel mercato, indipendentemente dagli aiuti statali (come quelli pensati dall'amministrazione Biden) che rischiano di essere solo una goccia nel mare.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
KOSOVO
13 ore
Kosovo in tackle sul Bitcoin, svendita e fuga dei "minatori"
Lo stato balcanico ha annunciato un blocco delle criptovalute per alleviare la crisi energetica
REGNO UNITO
1 gior
Unilever offre 50 miliardi di sterline per GSK Consumer Healthcare
Se dovesse andare in porto si tratterebbe di una delle operazioni più grandi per la piazza di Londra
SVIZZERA
1 gior
Denner aumenta gli stipendi
Nuovo record di fatturato nel 2021. La catena premia i dipendenti
MONDO
2 gior
Là dove il Bitcoin non è il benvenuto
La controversa regina delle cripto è valuta "non grata" in alcune nazioni. Vediamo quali.
Dal Mondo
2 gior
Pagina del fumetto di Spider-Man venduta per 3'360'000 dollari
Venduta anche una copia del debutto di Superman nel numero 1 di "Action Comics"
SVIZZERA
2 gior
Dodici mesi da record per le saline svizzere
Le consegne complessive del 2021 toccano quota 630mila tonnellate
THAILANDIA
2 gior
Da aprile i turisti diretti in Thailandia dovranno pagare una tassa d'entrata
Il governo utilizzerà i soldi ricavati per mettere a nuovo le strutture e sviluppare nuove attrazioni turistiche
CINA
2 gior
Un materiale per le stampanti 3D che uccide virus e batteri
I suoi realizzatori assicurano che è in grado di debellarli nel giro di 20 minuti. Coronavirus compreso
GIAPPONE
3 gior
Toyota nuovamente in vetta, supera Volkswagen
L'azienda nipponica ha venduto nel corso del 2021 quasi dieci milioni di modelli
FRANCIA
3 gior
La guerra delle baguette, i panettieri contro E.Leclerc
La catena di supermercati ha abbattuto il prezzo del tradizionale pane francese, facendolo scendere da 90 a 29 centesimi
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile