keystone-sda.ch (Christoph Soeder)
+14
GERMANIA
01.08.20 - 17:080
Aggiornamento : 19:25

Berlino: in migliaia scendono in strada contro le restrizioni anti coronavirus

Chiedono "La fine della pandemia". Vano il tentativo della polizia di richiamarli all'ordine. Tra loro anche neonazisti.

BERLINO - L'insofferenza e l'opposizione di alcune frange della popolazione tedesca contro le misure anti coronavirus hanno nuovamente preso la forma di una manifestazione abbastanza affollata in Germania. Secondo la polizia, circa 17mila persone sono scese in strada a Berlino in barba a tutte le raccomandazioni sulla distanza sociale e l'uso della mascherina per chiedere la fine delle imposizioni.

Al motto di "Giorno della libertà: la fine della pandemia", un eterogeneo corteo di manifestanti provenienti da diverse parti del Paese ha attraversato il centro città. La polizia non ha potuto fare altro che osservarli e tentare di richiamarli al rispetto delle regole d'igiene per mezzo di megafoni. Invano: quasi nessuno portava la mascherina o rispettava qualche forma di distanziamento.

Il corteo è stato organizzato dal gruppo "Querdenken 711" di Stoccarda, che ha invitato i contestatori a prendervi parte da tutta la Germania. Come già accaduto in maggio, tra i manifestanti non mancavano esponenti di diversi gruppi di estrema destra e neonazisti. Quali "Patriotic Opposition Europe" che come segnala la Berliner Zeitung ha sfilato con un carro con altoparlante. O "Nicht ohne uns", che aveva fatto appelli alla partecipazione. Tali presenze sono state tollerate dagli organizzatori.    

Secondo questi ultimi, sarebbero scese in strada tra le 250mila e le 800mila persone. La polizia di Berlino, tuttavia, parla di circa 17mila partecipanti. La protesta continua con un evento davanti alla porta di Brandeburgo.

In Germania si riscontra un ritmo di contagi giornalieri che preoccupa le autorità sanitarie. L'ultimo dato parla di 955 casi.   

keystone-sda.ch / STF (Markus Schreiber)
Guarda tutte le 18 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
LIVE
Omicron ha una variante “occulta” che la rende difficile da tracciare
In Austria ospedali allo stremo, in Spagna si vaccinano i bambini e l'Oms ragiona sull'obbligo vaccinale
GERMANIA
4 ore
Dalla paura alla strage, così si è svolto il dramma di Brandeburgo
Una coppia e i loro tre bambini sono stati trovati morti in casa nel fine settimana
EGITTO
6 ore
Patrick Zaki sarà scarcerato (ma non assolto)
La conferma oggi da parte delle autorità egiziane che confermano come il processo si farà, ma a febbraio 2022
STATI UNITI
8 ore
Quel processo da 50 miliardi al sedicente creatore dei Bitcoin
Si è tenuto a Miami e ha visto sul banco degli imputati un informatico australiano 46enne che sostiene di averli creati
LE FOTO
FRANCIA
11 ore
L'esplosione e poi il crollo, in piena notte
All'origine del crollo, informano i pompieri, potrebbe esserci stata una fuga di gas
MONDO
13 ore
Covid, l'Oms "boccia" il plasma dei convalescenti
La terapia «non incrementa le chance di sopravvivenza né riduce la necessità di ricorrere alla ventilazione meccanica»
REGNO UNITO
22 ore
«Facebook ha lucrato sul genocidio dei Rohingya»
Lo sostiene una doppia class action che chiede al social di Zuckerberg 150 miliardi di dollari
Francia
23 ore
Ordinano stupri online, è la nuova frontiera del turismo sessuale
Chi paga questo "servizio" è nel 100 per cento dei casi un uomo e non è escluso che sia un padre di famiglia
ITALIA
1 gior
Brevettato il "trucco" per ingannare il coronavirus
I risultati di uno studio italiano. Basato sull'uso di aptameri, potrebbe essere il primo tassello di un nuovo farmaco.
LA FOTO
STATI UNITI
1 gior
La foto di Natale con i fucili d'assalto che fa discutere gli USA
L'albero addobbato, la famiglia riunita, e i... fucili d'assalto. Un'immagine che ha provocato una marea di polemiche
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile