agenda
Filtra per

Regione Luganese Locarnese Mendrisiotto Bellinzonese Grigioni Valle di Blenio
Categoria Conferenze Terza età Manifestazioni Altro Teatro Sociale Musica Arte Feste
PiazzaParola 2018 - Focus Schweiz, Suisse, Svizra
Lac, Lugano
11.00

Come è tradizione, Piazzaparola dedica uno spazio di rilievo alle letterature svizzere. Le ospiti di quest’anno sono tutte donne: scrittrici brillanti, i cui testi spaziano dal romanzo alla saggistica, dalla biografia romanzata all’autobiografia. Una ricca carrellata sulla produzione letteraria svizzera più recente, con le opere di scrittrici di lingua tedesca, francese e romancia. Al centro degli incontri del Focus Noëmi Lerch, scrittrice e contadina o contadina scrittrice, e l’autrice vallesana Noëlle Revaz, che con i suoi romanzi ha ottenuto numerosi importanti riconoscimenti, in Svizzera 
e all’estero.

ore 11:00
Noëmi Lerch dialoga con Natascha Fioretti
Accompagnamento musicale: Francesco Miccolis

ore 16:00
Noëlle Revaz dialoga con Anna Pianezzola

LuogoLac
Indirizzo / ViaLugano
Sito webVai al sito
PiazzaParola 2018 - Fare libri. Una vocazione femminile
Lac, Lugano
17.30

Non solo lettura e scrittura, ma anche editoria al femminile. Piazzaparola incontra due protagoniste indiscusse dell’industria editoriale italiana: Emilia Lodigiani, fondatrice della casa editrice Iperborea, e Daniela Di Sora, che ha dato vita alle Edizioni Voland. Due donne accomunate dalla stessa passione, quella del “fare libri”. Le case editrici che hanno fondato e diretto negli anni rispecchiano i loro gusti letterari: gli scrittori del Nord per Emilia Lodigiani, la letteratura dell’Europa orientale per Daniela Di Sora. Entrambe hanno vissuto all’estero e hanno pubblicato autrici e autori poco noti o dimenticati, permettendoci di conoscere o di riscoprire libri bellissimi. Cosa significa essere editrici indipendenti in un mercato dominato da grandi gruppi editoriali che possiedono una forza enorme? Di questo e altro si discuterà nell’incontro con queste due donne straordinarie. La serata si chiude con un omaggio a Inge Feltrinelli, regina dell’editoria italiana e internazionale, scomparsa di recente all’età di 87 anni.

ore 17:30
Emilia Lodigiani (Iperborea) e Daniela di Sora (Voland Edizioni)
Conduce la serata: Rossana Maspero

ore 18:30
Omaggio a Inge Feltrinelli 
Inge Film (2010)
Documentario di Luca Scarzella e Simonetta Fiori

LuogoLac
Indirizzo / ViaLugano
Sito webVai al sito
Porte aperte a Casa Andreina
Casa Andreina, Lugano
10.30

Programma delle porte aperte di Casa Andreina in occasione della giornata dei famigliari curanti.

  • 10:30 Viaggio nel passato di Lugano tramite il TOTEM della RSI (nel retro di questo volantino maggiori info sul totem).
  • 12:00 Pranzo offerto a base di risotto e luganighetta 
  • 13:45Ricca Tombola
LuogoCasa Andreina
Indirizzo / ViaVia Ricordone 3, Lugano
EtàTerza età
Sito webVai al sito
EcoRun: semplicemente più divertimento con il plogging
Parcheggio della Società Canottieri a Locarno, Locarno
09.30

UP – Piattaforma per l’ambiente è un’organizzazione svizzera senza scopo di lucro il cui obiettivo è motivare le persone ad attivarsi per la sostenibilità.

Per raggiungere questo obiettivo, l’UP organizza eventi Pop-UP, cioè eventi innovativi, divertenti e con un messaggio positivo, in cui i partecipanti e gruppi locali si incontrano per 2-3 ore, e collaborano per sviluppare insieme delle soluzioni per un futuro sostenibile.

Stiamo preparando il nostro primo evento Pop-UP a Locarno e saremmo molto contenti della vostra partecipazione: 

EcoRun a Locarno: semplicemente più divertimento con il plogging!

che si realizzerà il 27 ottobre 2018 a Locarno, dalle 9:30 alle 12:00, con ritrovo davanti al parcheggio della Società Canottieri a Locarno alle 9:30.

Il plogging, ovvero jogging mentre si raccolgono dei rifiuti, è un’attività svolta all'aperto che combina l’attività fisica con la protezione dell’ambiente. È divertente e va per tutti. Il messaggio dietro l’attività che ci preme trasmettere è… un corpo sano in un ambiente sano! Alla fine ai partecipanti aspetta un rinfrescante aperitivo con un frullato di ottime frutte/verdure che recupereremo per evitare che vengano scartate.

Per ulteriori informazioni contattare:

Tel. 079 663 67 23; info@umweltplattform.ch

È gradita l'iscrizione all'evento.

LuogoParcheggio della Società Canottieri a Locarno
Indirizzo / ViaLocarno
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Scambio d'abiti
allo spazio ELLE, Locarno
10.30

È ora di fare pulizia nell’armadio? Hai vestiti, scarpe e accessori in buono stato che non utilizzi più? Hai voglia di fare shopping a gratis?

Ti aspettiamo sabato 27 ottobre dalle ore 10:30 presso lo Spazio ELLE 

Molti di noi possiedono vestiti che non usano più ma che ad altre persone potrebbero interessare, passeremo una giornata speciale e divertente condividendo un po’ di tempo insieme e facendo shopping a GRATIS!

COME FUNZIONA:

  • Puoi portare i tuoi vestiti e prenderne degli altri!
  • Puoi portare i tuoi vestiti e non prendere nulla!
  • Consegna i tuoi vestiti il giorno stesso ad un organizzatore all’entrata dello spazio ELLE al primo piano, se non puoi partecipare all’evento, ma desideri donarci dei vestiti per lo scambio, contattaci senza problemi e passeremo a ritirarli.

REGOLE:

  • I vestiti, scarpe accessori vari devono essere puliti e in buono stato!
  • Pensa a chi verrà dopo di te… non abusare!

I vestiti che rimarranno a fine evento, alcuni verranno dati in beneficenza ad un’associazione di fiducia, il resto lo terremo per il prossimo scambio in primavera 2019.

Luogoallo spazio ELLE
Indirizzo / ViaPiazza G. Pedrazzini 12, Locarno
Info0766939315
EtàPer tutti
Facebook Vai al link di facebook
SIMPOSIO La Musica incontra la Medicina - Neuroscienze e Creatività musicale
Centro Monte Verità Ascona, Ascona
Ore 9

Simposio Fondazione Sir John Eccles

La Musica incontra la Medicina - Neuroscienze e Creatività musicale
Interverranno il Prof. Claudio Bassetti, Prof. Alain Kaelin, Dr. Christian Mikutta, Prof. Juerg Kesselring e la Prof. Anna Modesti. Per informazioni e iscrizioni: info@ecclesfoundation.org

LuogoCentro Monte Verità Ascona
Indirizzo / ViaStrada Collina 84, Ascona
Info0792596269
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Accademia Teatro Dimitri "Variété 2018: I dodici imperfetti"
Teatro Dimitri, Verscio
Ore 20.30

L’incontro di dodici bipedi imperfetti ma promettenti. Variété 2018.

Dodici persone s’incontrano. Così imperfette, ma promettenti. Un Signore con lo sguardo stupito e il cappello in testa. Una Signora con i pensieri in aria. Un’altra silenziosa, tuttavia indomabile. Un’altra ancora che rincorre qualcosa. Uno è sempre lì, dove non dovrebbe essere. Uno invece è perfetto, a prima vista, ma anche lui porta, ben nascosta, una vivificante imperfezione. Dall’incontro tra queste diverse inclinazioni nasce un mondo a sé. I dodici incantano gli spettatori con acrobazia, danza, canto e musica, con o senza maschere. Destano le risa, un sogno lontano e al contempo un po’ di nostalgia.

LuogoTeatro Dimitri
Indirizzo / ViaCaraa du Teatro Dimitri 10, Verscio
Prezzo35 CHF
Etàdai 6 anni
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
PrevenditaAcquista biglietti su Ticketino
Tombola
Salone dell'oratorio parrocchiale, Morbio Inferiore
20.15

Tombola organizzata dalla Civica Filarmonica di Morbio Inferiore a favore della sua sezione allievi

LuogoSalone dell'oratorio parrocchiale
Indirizzo / ViaSalita alla Basilica, Morbio Inferiore
EtàPer tutti
Facebook Vai al link di facebook
AOL in concerto - Lorenzo Ghielmi
Chiesa di Santa Maria Lauretana, Solduno
Ore 20.30

Grazie al ritrovato splendore del patrimonio organario del Locarnese, l’AOL (Associazione Amici dell'organo di Locarno) ha deciso di intensificare la propria attività organizzando concerti di elevato valore artistico tenuti da musicisti di fama internazionale durante tutto il corso dell’anno. In questo quarto appuntamento, ospiteremo Lorenzo Ghielmi, fra i più celebri interpreti del repertorio antico e organista del prestigioso Organo Ahrend della Basilica di San Simpliciano a Milano, Italia.


LuogoChiesa di Santa Maria Lauretana
Indirizzo / ViaSolduno
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
AWA-KING
Centro Eventi, Cadempino
19.30

Concerto Staytuned Julim Barbosa 

LuogoCentro Eventi
Indirizzo / ViaVia Industria 2, Cadempino
Info0779408567
EtàPer tutti
Raccolta olive di Gandria
Gandria, Lugano
Ore 9.30

Gandria raccoglie le sue olive, sperando un’abbondante raccolta per un’ottima produzione di olio. Ognuno è cordialmente invitato; l’appuntamento è fissato sulla piazza dietro la chiesa alle 9.30. Alle 16.00 sarà offerta a tutti i partecipanti la tradizionale zuppa di ceci, quest’anno al Ristorante Roccabella.

Chi intende partecipare è pregato di annunciarsi - anche per ulteriori informazioni - a vivagandria@viva-gandria.ch. In caso di cattivo tempo la raccolta sarà rinviata al 3 novembre.

LuogoGandria
Indirizzo / ViaLugano
Etàdai 6 anni
Sito webVai al sito
Saturday Wine Cellar Visits
Tamborini Vini, Lamone
10.00

Iniziate il weekend al meglio esplorando le cantine della regione del Luganese. Durante le visite alle cantine vitivinicole avrete la possibilità di incontrare periodicamente produttori diversi assaporando l’unicità delle loro etichette e dei prodotti locali. Il personale esperto vi accompagnerà in un viaggio indimenticabile tra emozioni e sapori nuovi.

La conformazione geografica del Ticino e del luganese offre le caratteristiche ideali per dare vita a vini eccellenti apprezzati in tutto il mondo. Il Merlot è simbolo del Ticino nel bicchiere ma grazie alle sapienti mani dei viticoltori locali, ci sono altri deliziosi vini che sorprendono.

Informazioni
- Prenotazione obbligatoria 72 ore prima.
- Per la prenotazione è richiesta la carta di credito come garanzia. Il pagamento viene effettuato direttamente alla guida.
- Escursione da riconfermare 48 ore prima.
- Gruppi a partire da 8 persone non sono ammessi. Min. 8 persone. Mass. 20 persone per tour.
- La gita sarà guidata prevalentemente in due lingue.
- La gita può venir cancellata in caso di cattivo tempo.
- Livello di difficoltà di passeggiata: facile - medio.
- Minimo 3 degustazioni di vino, accompagnati da prodotti locali (secondo la disponibilità della cantina vitivinicola)
- Il partecipante deve raggiungere la cantina in maniera autonoma

 

LuogoTamborini Vini
Indirizzo / ViaStrada Cantonale 18, Lamone
Info0041582206505
Prezzo20 CHF
EtàMaggiorenni
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Walking along the Olive Trail of Gandria
Sentiero degli Ulivi, Gandria
10.00

Una romantica e panoramica passeggiata vi condurrà da Lugano a Gandria attraverso il Sentiero dell’Olivo dove avrete la possibilità di assistere all’appassionante “raccolta delle olive”.

Un viaggio alla scoperta di questo prezioso frutto mediterraneo. Alla fine del sentiero arriverete a Gandria, un romantico villaggio di pescatori arroccato ai piedi del Monte Brè che vi sorprenderà con uno stupendo panorama. Per il rientro un battello vi poterà da Gandria direttamente a Lugano. Pranzo libero presso uno dei ristoranti presenti in loco oppure pic nic.

Partenza alle ore 10:00 e arrivo alle ore 16:00: 
Lugano Region tourist office Piazza Riforma, Lugano.
 

Informazioni
- Prenotazione obbligatoria 72 ore prima.
- Per la prenotazione è richiesta la carta di credito come garanzia. Il pagamento viene effettuato direttamente alla guida.
- Escursione da riconfermare 48 ore prima.
- Gruppi a partire da 8 persone non sono ammessi. Min. 8 persone. Mass. 20 persone per tour.
- La gita sarà guidata prevalentemente in due lingue.
- La gita può venir cancellata in caso di cattivo tempo.
- Livello di difficoltà di passeggiata: facile - medio.
- Il partecipante deve raggiungere in maniera autonoma il luogo di ritrovo.

Programma*
10:00 – 16:00

 *Data da riconfermare. In caso di cattivo tempo l’escursione potrebbe subire una variazione.

PREZZI ENTRATA
Adulti CHF 10.- 
Bambini (6 - 16 anni) CHF 5.- 
(Inclusi: guide e battello, pranzo e bibite esclusi).

LuogoSentiero degli Ulivi
Indirizzo / ViaGandria
Info0041582206505
Prezzo10 CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
ArteperArte Flash Art Special
Mercato Coperto, Giubiasco
18.00

Apertura al pubblico dal 28 ottobre 2018 al 18 novembre 2018

Orari
Venerdì dalle ore 17-19.30, sabato e domenica dalle ore 15-19.30.

LuogoMercato Coperto
Indirizzo / ViaGiubiasco
Info0918578203
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Castagnata
Bar Geni , Mesocco
Ore 19.30
LuogoBar Geni
Indirizzo / Viastrada de la schèla 4a, Mesocco
PeriodoDal 26.10.2018 al 27.10.2018
GiorniVe Sa
Info0793063246
PiazzaParola: Emma Bovary e le altre. Le donne che leggono sono pericolose.
Lac, Lugano
18.00

La letteratura torna protagonista a Lugano, dal 24 al 28 ottobre, con il Festival PiazzaParola, che per la sua ottava edizione va ad occupare una delle piazze più frequentate della città, la Hall del LAC, luogo di ritrovo e di incontro per tutti gli appassionati di cultura.

Il programma si ispira ogni anno a un classico: al centro di PiazzaParola vi sono le figure archetipiche della storia della letteratura assurte a miti fondanti della cultura occidentale. Personaggi che tutti insomma un po’ conosciamo, perché sono entrati a far parte del nostro imaginario collettivo. Dopo Don Chisciotte (2016) e Don Giovanni (2017), fil rouge dell’edizione 2018 del festival sarà Madame Bovary, l’eroina romantica protagonista del capolavoro di Gustave Flaubert. Emma Bovary, grande divoratrice di romanzi, è l’antesignana di tutte le lettrici e prefigura il rapporto - potenzialmente pericoloso - che, a partire dalla seconda metà dell’Ottocento, si viene a creare tra donne tra donne e lettura. Protagoniste a Lugano saranno note romanziere, saggiste, poetesse, editrici - tra cui Dacia Maraini, Isabella Bossi Fedrigotti, Marta Morazzoni, Silvia Vegetti Finzi, Patrizia Valduga, Noëlle Revaz, Leta Semadeni, Eveline Hasler. Il festival, promosso dalla Società Dante Alighieri della Svizzera italiana è da quest’anno una coproduzione LAC Lugano Arte e Cultura nell’ambito del progetto LAC edu.

 

A partire da quest’anno PiazzaParola si insedia al LAC, cuore pulsante della cultura a Lugano: questa edizione del festival, infatti, è una coproduzione LAC Lugano Arte e Cultura nell’ambito del progetto LAC edu.

Tema centrale, il capolavoro di Flaubert, Madame Bovary: il grande classico della letteratura sarà riletto a più voci e vedrà dialogare tra loro scrittrici, editrici, giornaliste, saggiste, poetesse e storiche. Con loro il pubblico potrà riscoprire l'eroina romantica per eccellenza e avvicinare al contempo la produzione letteraria più recente della Svizzera tedesca, francese e romancia.

Ospiti dell’ottava edizione del festival le scrittrici Dacia Maraini, Isabella Bossi Fedrigotti, Marta Morazzoni, Sandra Petrignani, Alessia Gazzola, Rosa Teruzzi, Eveline Hasler, Noëlle Revaz, Noëmi Lerch, Leta Semadeni, la poetessa Patrizia Valduga; le editrici Emilia Lodigiani e Daniela di Sora, la saggista e giornalista Daria Galateria, la psicologa Silvia Vegetti Finzi e la storica Simone Müller. Donne che leggono, donne che scrivono e donne che pubblicano libri: sono loro al centro di PiazzaParola 2018. Non mancano le voci maschili, e sono quelle dello storico Alberto Mario Banti, dello scrittore, giornalista e critico letterario Paolo di Paolo e dello scrittore e giallista svizzero Andrea Fazioli. A far da corollario agli incontri una serie di eventi – due percorsi espositivi, una rassegna cinematografica e alcuni momenti musicali - che andranno ad arricchire queste cinque intense giornate.

Il tema dell’edizione 2018

Al centro di PiazzaParola, quale filo conduttore, vi è da sempre un’opera o un personaggio nato dalla penna di un grande autore, che intesse un immaginario dialogo con testi di scrittori contemporanei, rappresentanti di spicco della scena letteraria sia svizzera che italiana. La protagonista dell’edizione 2018 è Madame Bovary, lettrice appassionata, resa immortale da Gustave Flaubert nel suo romanzo del 1857.

Perché Madame Bovary? Perché questa figura letteraria che ci pare di conoscere così bene, nel tempo è divenuta un archetipo: l’eroina Emma Bovary è il simbolo della donna romantica, suicida per amore, ma soprattutto perché non riesce a tollerare la prosaicità della vita reale, così diversa dal mondo ideale rappresentato nei romanzi. Come Don Chisciotte, uscito di senno per aver letto troppi romanzi cavallereschi, anche Emma sarà vittima delle sue letture, che la portano a fantasticare un'esistenza lontana dalla meschinità della provincia. Con un libro tra le mani, Emma sfugge al controllo maschile. Come Emma, le donne che leggono “sono pericolose” perché con la lettura alimentano e nutrono i loro sogni: e non c’è nulla di più destabilizzante di una donna che sogna di cambiare la propria vita.

Gli incontri

Mercoledì 24 ottobre il festival apre con una serata speciale interamente dedicata al ruolo della donna nell’Ottocento: Madame Bovary nella letteratura, nella pittura e nella musica. In un secolo in cui il potere maschile trionfa, le donne che, come Emma Bovary, tentano di sfuggire al ruolo sociale e alla prigione domestica in cui sono confinate vanno incontro a pesantissime sanzioni.

Ospiti Alberto Mario Banti, professore di storia contemporanea all'Università di Pisa, Daria Galateria, docente di letteratura francese alla Sapienza di Roma e collaboratrice di RAI, La Repubblica e L’Espresso, e la scrittrice e insegnante milanese Marta Morazzoni, Premio Campiello nel 1988 con L'invenzione della verità e nel 1997 con Il caso Courrier. Conduce la serata Giuseppe Clericetti. Un momento musicale, incentrato sulle note di Saint-Saëns, è affidato al violoncello di Claude Hauri e al pianoforte di Corrado Greco.

A seguire aperitivo offerto da CORSI Società cooperativa per la Radiotelevisione Svizzera di Lingua Italiana.

Filo conduttore dei due incontri di giovedì 25 ottobre è Leggere ti cambia la vita. Di lettura, letteratura e archetipi letterari – ma anche di Emma Bovary lettrice ed eroina romantica per eccellenza – ne parlano la scrittrice Isabella Bossi Fedrigotti, giornalista al Corriere della Sera e Premio Campiello con Di buona famiglia, che ha spesso posto il mondo femminile a protagonista dei suoi romanzi e che in quest’occasione dialoga con Moira Bubola, e la psicologa Silvia Vegetti Finzi, autrice di numerosi importanti saggi dedicati alla psiche femminile, nota al grande pubblico per la sua intensa attività di divulgatrice (ha fra l’altro una rubrica su Sky TV) e pluripremiata per i suoi studi di psicoanalisi e bioetica. Silvia Vegetti Finzi dialoga con Simona Sala.

Dalla lettura l’obiettivo si sposta sulla scrittura, venerdì 26 ottobre, con Scrivere ti cambia la vita. Moderatore della serata Paolo di Paolo, curatore dell’epistolario di Indro Montanelli e autore, fra gli altri, di un libro-intervista con Dacia Maraini. E proprio la Maraini è la prima ospite: scrittrice, poetessa, saggista, drammaturga e sceneggiatrice, discuterà dello scrivere e di scrittura al femminile.

La seconda voce di donna della giornata è Sandra Petrignani, poetessa, autrice teatrale e giornalista, che negli ultimi anni ha dedicato alcune pubblicazioni a grandi figure femminili. Durante l’incontro ripercorrerà la vita di una delle maggiori protagoniste della cultura italiana del secondo dopoguerra, Natalia Ginzburg, personaggio principale del suo ultimo libro La corsara. L’incontro si tiene in collaborazione con il Festival Parolario di Como, che a sua volta, nell’edizione del giugno 2018, ha ospitato momenti progettati in partenariato con PiazzaParola.

Sabato 27 ottobre si apre in mattinata con il Focus Schweiz, Suisse, Svizra, sulle letterature svizzere contemporanee, con la trentenne Noëmi Lerch, singolare figura di scrittrice-contadina di lingua tedesca che nel 2016 con il romanzo Die Pürin ha ricevuto il Premio Schiller Terra-Nova. La Lerch dialoga con Natasha Fioretti e il suo intervento è accompagnato dal percussionista Francesco Miccolis. Nel pomeriggio Anna Pianezzola dialoga invece con Noëlle Revaz, autrice vallesana i cui romanzi Rapport aux bêtes, Efina e L’Infini livre hanno fatto incetta di riconoscimenti: Premio Schiller, Prix Lettres Frontière, Prix Marguerite-Audoux, Premi Dentan e Alpha, Premio svizzero di letteratura 2015.

Si continua poi parlando di Fare libri. Una vocazione femminile con due first ladies dell’editoria, Emilia Lodigiani (creatrice di Iperborea) e Daniela di Sora (fondatrice di Voland Edizioni e fine traduttrice dal russo e dal bulgaro). Chiude la giornata il documentario Inge Film (2010), di Luca Scarzella e Simonetta Fiori, omaggio a Inge Feltrinelli, figura di spicco dell’editoria italiana del secondo Novecento scomparsa di recente all’età di 87 anni.

La mattinata di domenica 28 ottobre è dedicata a Scrivere in giallo. A lungo considerato un genere letterario prevalentemente maschile, negli ultimi decenni il romanzo giallo è stato conquistato dalle scrittrici. Determinate e intriganti come i loro personaggi - spesso detective di sesso femminile – le gialliste di successo sono sempre più numerose. Di storie criminali e trame poliziesche (ma non solo) parlano Rosa Teruzzi, creatrice della poliziotta milanese Vittoria e di Libera, fioraia con il pallino dell’investigazione, Alessia Gazzola, medico legale e autrice della fortunata serie che ha come protagonista la dottoranda in medicina legale Alice Allevi, e lo scrittore e giallista svizzero Andrea Fazioli.

Nel pomeriggio, il Focus Schweiz, Suisse, Svizra dedicato alle letterature svizzere ospita le storie delle tante ragazze elvetiche emigrate in Inghilterra negli anni Cinquanta e Sessanta, raccontate da Simone Müller, e la passione di Eveline Hasler, scrittrice e storica, per le biografie di donne straordinarie e spesso dimenticate, protagoniste alcuni dei suoi più celebri romanzi. Le autrici dialogano con Yvonne Pesenti Salazar.

Per concludere, Leta Semadeni, autrice di poesie in lingua romancia che con il suo primo romanzo in prosa Tamangur, ha riscosso grande successo, sia in Svizzera che all’estero. Leta Semadeni dialoga con Natascha Fioretti.

Con La poesia delle donne, realizzato in collaborazione con Parolario, PiazzaParola prende congedo dal suo pubblico: ospite Patrizia Valduga, una delle maggiori poetesse italiane contemporanee, che presenta il suo ultimo libro Carlo Porta. Poesie (Einaudi 2018). Una raccolta delle più belle poesie del grande poeta milanese di cui la Valduga propone una straordinaria versione in lingua, che dei versi dialettali riesce a conservare tutto il colore e l’espressività. Patrizia Valduga dialoga con il dialettologo e direttore della Biblioteca Cantonale Stefano Vassere. Letture di Antonio Ballerio.

Il cinema

Quattro appuntamenti a cura di luganocinema93 si snodano parallelamente al festival letterario, il martedì sera presso il Cinema Iride di Lugano. Il cinema d’autore ha spesso tratto ispirazione dalla letteratura, cimentandosi con i suoi personaggi più emblematici. La rassegna disegna così un percorso attorno al tema dell’edizione 2018 di PiazzaParola: si inizia il 16 ottobre con Ferrante fever di Giacomo Durzi (2017), film in cui si indaga sulla febbre nata attorno alle opere e alla misteriosa identità della scrittrice Elena Ferrante; si prosegue il 23 ottobre con Madame Bovary di Claude Chabrol (1991); il 30 ottobre è in programma La Lectrice di Michel Deville (1988), incentrato sulla passione per i libri tipicamente femminile. La rassegna si chiude il 6 novembre con un omaggio alla grande poetessa americana Emily Dickinson, A quiet passion di Terence Davies (2016).

Due percorsi espositivi

Sono previsti due percorsi espositivi, uno etnografico e l’altro fotografico.

Il primo, nella hall del LAC: IMPRONTE - Scrittura al femminile in Ticino fra Otto e Novecento, a cura degli Archivi riuniti delle Donne Ticino (http://www.archividonneticino.ch/), propone una serie di dieci ritratti di donne ticinesi che si sono cimentate con la scrittura esplorando generi espressivi e comunicativi diversi. Si spazia dalla manualistica alla pubblicistica, dai testi per la radio ai diari, dalle leggende popolari alla narrativa per l’infanzia. La scelta delle autrici da presentare è orientata verso nomi meno conosciuti, con l’obiettivo di dare risalto a personalità con percorsi biografici eterogenei e interessanti: dalla giornalista Iva Cantoreggi alle insegnanti Anita Calgari, Lisa Cleis-Vela, Irene Marcionetti ed Erminia Macerati; da donne di lettere quali Alina Borioli, Anna Gnesa e Giuseppina Morosini Negroni alla pittrice Elena Hoppeler-Bonzanigo, fino ad Anna Fischer-Dückelmann, pioniera della medicina di genere con il suo rivoluzionario manuale dedicato alla salute femminile oltre un secolo fa. Domenica 28 ottobre alle 10 è in programma una visita guidata alla mostra.

Il secondo percorso, nello spazio ex Macello di Lugano, è realizzato dalle allieve e dagli allievi del CSIA ed è ispirato al tema di PiazzaParola “Le donne che leggono sono (ancora) pericolose?”: si tratta di una galleria di ritratti fotografici che vogliono dare una lettura personale e originale a questo argomento. D’altra parte, il tema della lettura femminile ha ispirato gli artisti di tutte le epoche.

PiazzaParola tra passato e futuro

PiazzaParola è una manifestazione fondata dalla Società Dante Alighieri della Svizzera italiana e curata da Yvonne Pesenti Salazar e Natascha Fioretti con il duplice obiettivo di promuovere la lettura attraverso l’incontro con scrittori, poeti e saggisti, e di contribuire alla conoscenza e alla diffusione delle quattro letterature svizzere. Sin dagli esordi, nel 2011, il festival PiazzaParola è diventato un appuntamento fisso anche per il Locarnese: ogni anno, in collaborazione con il Dipartimento Formazione e Apprendimento della SUPSI, viene realizzato un programma specifico rivolto agli allievi delle scuole della regione. La vocazione del festival supera però i confini nazionali, grazie al partenariato con Parolario, la kermesse dedicata ai libri che si tiene ogni anno a Como.

 

Dopo aver esplorato le opere di giganti del passato quali Omero, Dante, Boccaccio e Ovidio, PiazzaParola ha avviato dal 2016 un ciclo di riscoperta dei classici, ponendo al centro della manifestazione alcuni personaggi archetipici della letteratura, divenuti miti fondanti della cultura occidentale. Il 2016 è stato l’anno di Don Chisciotte, il 2017 quello del dissoluto Don Giovanni. Dopo Madame Bovary, magnetica e inquieta protagonista femminile dell’edizione 2018, la serie proseguirà nel 2019 con Faust.

Tutti gli eventi sono gratuiti

LuogoLac
Indirizzo / ViaLugano
PeriodoDal 24.10.2018 al 28.10.2018
GiorniMe Gi Ve Sa Do
Sito webVai al sito
Metamorfosi: Il clima cambia … E noi?
Lugano e Massagno, Lugano
Ore 18.15

Il tema “Metamorfosi” è importante, particolarmente attuale, antico e universale. Può essere visto dalla prospettiva delle cause, degli impatti sulle grandi mutazioni collettive, sul piano dell’individuo. Questa prima rassegna di incontri promossa dall’Associazione-Nel «Fare arte nel nostro tempo» nel ciclo “Visioni in dialogo” affronta soprattutto i fenomeni globali, gli impatti collettivi, gli interrogativi su possibili scenari, e si articola come da consuetudine in più sedi istituzionali all’insegna dell’interdisciplinarità proponendo importanti relatori di formazione culturale, artistica e scientifica diverse e avvalendosi di molteplici collaborazioni e partner, lungo l’autunno 2018 e il 2019. Nel corso della seconda metà del 2019 altri appuntamenti sul tema Metamorfosi si focalizzeranno sull’individuo, il progresso scientifico, le identità.

Il primo appuntamento del ciclo dedicato alle “Metamorfosi” sarà il 15 ottobre alla Sala Refettorio del Chiostro del Lac, con il patrocinio della Città di Lugano. Protagonista dell’appuntamento, Alfredo Jaar, artista, architetto e filmmaker che vive e lavora a New York ed è noto per il suo impegno etico e civile. Le sue opere sono state esposte nei più grandi musei del mondo. Ha partecipato alle Biennali di Venezia (1986, 2007, 2009, 2013) e di San Paolo (1985, 1987, 2010), oltre che a Documenta, Kassel (1987, 2002). Tra le personali più importanti quelle al New Museum of Contemporary Art di New York, alla Whitechapel Gallery di Londra, al Museum of Contemporary Art di Chicago, al MACRO Museo di Arte Contemporanea di Roma e al Moderna Museet di Stoccolma.

Jaar sarà presentato da Tobia Bezzola, direttore del MASI.

Il 20 novembre nella sala conferenze Studio 2 della Radio della Svizzera Italiana a Lugano Besso dalle 18.30 alle 20.30 vi sarà l’intervento «Tra metamorfosi delle culture e identità, quali mezzi concepire per costruire il nostro futuro?» di Marc Augé, tra i massimi antropologi viventi, ideatore del neologismo “non luogo”, per un incontro in francese, come tutti gli altri aperto al pubblico.

Il 24 novembre dalle 10.45 alle 16.30 nell’aula auditorio dell’Università della Svizzera Italiana, parlerà di “Cambiamenti globali, quali impatti sulle popolazioni?” l’ambasciatore Pio Wennubst, agroeconomista, Capo del Settore Cooperazione, Vice Direttore Generale dell’Agenzia Svizzera per lo Sviluppo e la Cooperazione (DSC) al Dipartimento degli Affari Esteri (conferenza a titolo personale).

Segue la conferenza del biologo e oceanografo Gilles Boeuf, professore all'Università Pierre et Marie Curie, professore al Collège de France e già presidente del Museo di Storia Naturale di Parigi su “L’uomo potrà adattarsi a sé stesso?”.

Nel pomeriggio sarà la volta di Mons. Dr. Alberto Rocca, Dottore della Veneranda Biblioteca Ambrosiana, Direttore della Pinacoteca Ambrosiana, Direttore della Classe di Studi Borromaici a Milano che parlerà di “Il sogno è effimero sotto la luna d’estate – Immagini e intuizioni dal Sol Levante per un mondo che cambia”.

A seguire, Camille Morineau, storica dell'arte, già conservatrice del Patrimonio e curatrice al Musée national d'Art moderne e al Centre Pompidou, ora direttrice delle collezioni e delle mostre alla Monnaie di Parigi, con la conferenza “Sogni, perdite, utopie, rapporto con la natura. La narrazione di artisti contemporanei”.

In conclusione, una discussione con Tobia Bezzola, direttore del MASI, Luigi Di Corato, direttore della Fondazione Brescia Musei e nuovo Capo della Divisione attività culturali della Città di Lugano, Giovanni Pellegri, coordinatore all’USI della Fondazione Science et Cité, i relatori e il pubblico.

LuogoLugano e Massagno
Indirizzo / ViaLugano
PeriodoDal 15.10.2018 al 24.11.2018
GiorniLu Ma Sa
Info0787146702
Sito webVai al sito
Il sussurrare delle cose - Das Flüstern der Dinge
Cons Arc / Galleria, Chiasso
Ore 11.13

Nel 2008 l’artista svizzero Thomas Krempke inizia a fotografare ogni giorno. Stampa queste immagini e le infila in quaderni, li collega tra loro e vi scrive. Il risultato è un registro della sua percezione, un diario fotografico, una cartografia della sua visione. Fotografa dovunque si trovi e quello che incontra. Non porta via nulla, non aggiunge niente, nessuna luce. Nelle foto di Krempke non si vedono eventi straordinari, niente guerre, niente povertà e niente paesaggi esotici, ma ciò che si chiama “la vita di tutti i giorni”. Ma la fotografia cambia questa vita di tutti i giorni – il mondo non è più lo stesso, lo sguardo conduce sempre più dentro i fenomeni della vita di tutti i giorni, è un viaggio quasi microscopico di scoperta attraverso sviluppi mai visti e mai conosciuti. La vita di tutti i giorni si mostra in nuova dignità e poesia, l’importanza e le relazioni dimensionali stanno cambiando. Krempke, in contrasto con il diluvio delle immagini dei media, crea una sorta di mondo parallelo, una versione criptata della sua vita – come nella memoria, come in un sogno. Come in un risveglio, quando la percezione oscilla ancora tra le immagini della notte e quelle del giorno, fotografa in uno stato di veglia e sogno, in una sorta di lucidità sonnambolica – seguendo in modo intuitivo ed involontario i suoi impulsi.
Con il montaggio delle immagini e dei testi esplora la sua percezione quotidiana, il suo aspetto, la sua fotografia e infine la creazione della sua visione del mondo.

Entrata gratuita

LuogoCons Arc / Galleria
Indirizzo / ViaVia Gruetli 1, Chiasso
PeriodoDal 14.10.2018 al 15.12.2018
GiorniMa Me Gi Ve Sa Do
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Festival Internazionale delle Marionette
Teatro Foce, Lugano
Ore 20

Festival Internazionale delle marionette di Lugano. Il grande appuntamento con il teatro della fantasia.

LuogoTeatro Foce
Indirizzo / ViaVia Foce 1, Lugano
PeriodoDal 13.10.2018 al 04.11.2018
GiorniSa
Info0764123034
EtàPer tutti, dai 3 anni
Sito webVai al sito
Phisis - Natura
Sala del Torchio, Balerna
Ore 18

" Phisis-Natura” sei artisti diversi interpretano in modo estemporaneo e secondo la loro particolare poetica, il tema della Natura. Saranno visibili opere dalle varie tecniche: acquerello, disegno, tempera, olio, fotografia, scultura, arti plastiche e mixed media. Momenti musicali con "Arpeincoro itinerante".

LuogoSala del Torchio
Indirizzo / ViaBalerna, Balerna
PeriodoDal 13.10.2018 al 01.11.2018
GiorniVe Sa Do
Info0041789751140
EtàPer tutti
Espozione di fotografia di Wolfgang Königer
Calzada Gallery, Locarno
--

"Portraits of a dfferent and more peaceful world"

La mostra rimane aperta fino al 9 novembre 2018: ma-sa 14-18

LuogoCalzada Gallery
Indirizzo / ViaVia Vallemaggia 5, Locarno
PeriodoDal 12.10.2018 al 09.11.2018
GiorniMa Me Gi Ve Sa
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Esposizione Gianna Boldini
Galleria Amici dell'Arte, Brissago
Ore 15

Dal 6 ottobre al 17 Novembre 2018 alla Galleria Amici dell’ Arte di Brissago si terrà la mostra con dipinti di Gianna Boldini. Il Vernissage avrà luogo Sabato 6 ottobre alle ore 17.00 nella Galleria in Via Leoncavallo 15 a Brissago.
Gianna Boldini ha iniziato a “sentire” la pittura con la ceramica. In seguito, la scoperta della tecnica giapponese del raku e il desiderio di saperne di più l’hanno iniziata al mondo della creatività. 
Questo “costruire primitivo e molto fisico” con tutto ciò che la natura offre, è ancora molto presente nell’artista e si riflette nella sua pittura. Il suo segno pittorico è libero, veloce e ripetitivo e carico di memorie e sentimenti. Reperti di vita, graffiti scoperti in viaggio, memorie dell’essere umano, la natura nel suo quotidiano, accompagnano l’artista nel dipingere sobrio, stendendo toni velati di colore e creando la scenografia per un segno incisivo e scaltro. 
Il linguaggio pittorico di Gianna Boldini non ha un’armatura difensiva, ma lascia libera interpretazione allo sguardo che si posa su uno scenario senza espedienti inutili. Alla domanda dove vai con la tua pittura? L’artista risponde: “Il gesto libero è sempre stata la mia ricerca e l’espressione autentica del mio sentire, la mia strada! Vorrei poter trovare in questo spazio sempre meno condizionamenti … sempre più libertà d’azione!’’.
L’Associazione Amici dell’Arte Brissago gestisce da oltre 35 anni una Galleria nel centro di Brissago che promuove esposizioni artistiche e manifestazioni culturali in favore di tutti gli amanti dell’Arte.

LuogoGalleria Amici dell'Arte
Indirizzo / ViaVia Leoncavallo 15, Brissago
PeriodoDal 06.10.2018 al 17.11.2018
GiorniMa Me Gi Ve Sa
Info0765640651
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Da Kandinsky a Nolde. Le collezioni Braglia e Johenning
Fondazione Gabriele e Anna Braglia, Lugano

Settantasei opere realizzate fra il 1901 e il 1955 da quattordici maestri dell'espressionismo tedesco.

LuogoFondazione Gabriele e Anna Braglia
Indirizzo / ViaRiva Antonio Caccia 6a, Lugano
PeriodoDal 27.09.2018 al 15.12.2018
GiorniGi Ve Sa
Info0919800888
Prezzo10 CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Andrea Ravo Mattoni - Street Art Ways
Artrust, Melano
--

La mostra presenta opere su tela e su carta di Andrea Ravo Mattoni, street artist italo-svizzero con cui Artrust collabora già dalle precedenti edizioni delle mostre Street Art. Noto per i suoi grandi murales realizzati con lo spray che replicano capolavori dell’arte classica e per il suo progetto artistico di “recupero del classicismo nel contemporaneo”, Ravo è reduce da un 2018 che lo ha visto premiato all’Arte Laguna Prize 2018 di Venezia, impegnato in collaborazioni con il Musée du Louvre e con l’ICART, attivo sul mitico Mur Oberkampf e per la prima volta anche con un’opera in Canton Ticino, in occasione del Long Lake Festival di Lugano.
Questa mostra rappresenta a tutti gli effetti la sua prima esposizione personale in territorio Svizzero.

 

Street Art Ways
ANDREA RAVO MATTONI
Dal 16 settembre al 31 ottobre 2018

Presso Artrust SA, Via Pedemonte di Sopra 1, 6818 Melano CH.
Dal lunedì al venerdì, dalle 13.30 alle 18. Sabato dalle 10 alle 18.
Apertura straordinaria, domenica 16 settembre, 10-18.

 

LuogoArtrust
Indirizzo / ViaMelano
PeriodoDal 16.09.2018 al 31.10.2018
GiorniLu Ma Me Gi Ve Sa
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Victor Vasarely - 51 steps. An upward exhibition
Artrust, Melano
Ore 20

“51 steps”: sono i 51 gradini che il visitatore deve salire nel corso della visita alla mostra che Artrust ha allestito presso gli spazi espositivi in via Pedemonte di Sopra 1 a Melano. La mostra condensa, in un inedito percorso ascendente, alcune opere dell’artista ungherese, naturalizzato francese, Victor Vasarely.

Se i gradini da salire per visitare la mostra obbligano lo spettatore al movimento, il cinetismo ottico di Vasarely costringe anche il suo sguardo, attratto dalle illusioni delle composizioni, a interagire e fondersi con le dinamiche dell’opera stessa.

LuogoArtrust
Indirizzo / Viavia Pedemonte di Sopra 1, Melano
PeriodoDal 16.09.2018 al 30.11.2018
GiorniLu Ma Me Gi Ve Sa
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
MOSTRA OLIO, GRASSI & AFFINI
GALLERIA BAUMGARTNER, Mendrisio
--
LuogoGALLERIA BAUMGARTNER
Indirizzo / ViaVIA STEFANO FRANSCINI 24, Mendrisio
PeriodoDal 01.09.2018 al 04.11.2018
GiorniMe Sa Do
EtàPer tutti
ASTANO in CORNICE
Galleria Còrt du Leòn, Astano
17-19

ASTANO in CORNICE.

La grande rassegna dei più bei dipinti, disegni e acquerelli del villaggio degli ultimi 100 anni.

LuogoGalleria Còrt du Leòn
Indirizzo / ViaNucleo, 6999 Astano, Astano
PeriodoDal 09.08.2018 al 28.10.2018
GiorniMe Ve Sa Do
Info0916082367
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
BIASCART IN MOSTRA ALLA HIDUJA BANK
1. PIANO NELLE SALE DELLA BANCA, Lugano
Orari di uffico

L'artista ticinese Ivano Biasca, alias Biascart, espone presso le sale della Banca Hinduja un ventina di opere recenti, fra le quali spicca un dipinto dedicato al grande Roger Federer. La pittura di Biascart esalta l'energia ed il calibro cromatico, finendo i dipinti con un panno di carta stropicciato, che fanno della sua movimentata arte una tecnica particolare e tattile, unica nel suo genere! La sua arte è pura emozione!

Vernice con rinfresco, giovedi 14 giugno dalle 17.
Per visite su appuntamento ( 079 230 17 85 ) tutti i giorni fino al 31 dicembre, negli orari di uffico.

 

Luogo1. PIANO NELLE SALE DELLA BANCA
Indirizzo / ViaVIA SERAFINO BALESTRA 5, Lugano
PeriodoDal 14.06.2018 al 31.12.2018
GiorniTutti i giorni
Info0792301785
Apertura Mostra: Nina Haab - Amnesie
Fondazione Archivio Donetta, Corzoneso
sa, do e festivi: 14-17

La giovane artista ticinese Nina Haab realizza il suo primo solo show, intitolato 'Amnesie'. La mostra è visibile dal 29.04 al 28.10.18.

LuogoFondazione Archivio Donetta
Indirizzo / ViaCasa Rotonda, Corzoneso
PeriodoDal 28.04.2018 al 28.10.2018
GiorniTutti i giorni
Info 0918711263
PrezzoGratuito
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Jean Arp artista e poeta. Sguardi sull’opera tardiva
Fondazione Marguerite Arp, Locarno-Solduno
Domenica 14-18

La mostra pone l’accento sulle opere che Arp ha realizzato a partire dal secondo dopoguerra fino agli anni Sessanta e le mette in dialogo con lavori di Bryen, Huf, Poliakoff e Taeuber-Arp.

LuogoFondazione Marguerite Arp
Indirizzo / ViaVia alle Vigne 46, Locarno-Solduno
PeriodoDal 01.04.2018 al 28.10.2018
GiorniTutti i giorni
Info091 751 25 43
Prezzo5.- CHF / 3.- CHF (Studenti fino ai 25 anni) Entrata gratuita fino ai 16 anni
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report