Gruppo Per Vacallo - PPD & Indipendenti
VACALLO
11.02.21 - 14:030

«Hanno rischiato la pubblica gogna, accusati di rovinare invece che curare»

L'attacco della direzione PLR dopo l'interrogazione del Gruppo Per Vacallo - PPD & Indipendenti.

La risposta: «Tutto per ottenere i classici 5 minuti di visibilità in ottica elettorale. Stendiamo un velo pietoso»

VACALLO - «Uno spazio vitale distrutto». «Interventi discutibili». Queste le accuse mosse dal Gruppo Per Vacallo - PPD & Indipendenti attraverso un'interrogazione presentata al Municipio. La richiesta? Fare chiarezza sulla situazione dell‘area boschiva che sovrasta la zona edificata di Vacallo e che si estende fino alle pendici del Monte Bisbino, toccando i comuni di Morbio lnferiore e Breggia.

Pronta la risposta, arrivata con l'intento di smorzare la polemica senza nascondere a sua volta toni accusatori. «Nessun "omicidio verde" ma interventi puntuali volti inizialmente a dare sicurezza in quei punti dove i cittadini potrebbero correre dei pericoli, in seguito a mettere in sicurezza i pendii vicini all'abitato», sottolinea la direttiva PLR.

Convocati dal Municipio i referenti del progetto volto al risanamento del «disastro meteorologico eccezionale e al ripristino del bosco» hanno spiegato tutti gli interventi finora svolti e gli intendimenti futuri, «sempre concordati con il committente».

«Con il mandato dei Municipi di Vacallo, Morbio Inferiore e Breggia - viene spiegato -, stanno provvedendo a una ricostruzione del bosco mettendo a dimora oltre 20'000 nuove piante, creando nuovi sentieri e aree di svago. Professionisti competenti e capaci che hanno rischiato la pubblica gogna, accusati di rovinare invece che curare, da parte di persone che di colpo si sono trasformate in selvicoltori e forestali solo per ottenere i classici 5 minuti di visibilità in ottica elettorale. Stendiamo un velo pietoso... e ricordiamoci di questo quando sarà il momento di votare», conclude la direttiva PLR, in replica.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
13 min
Allentamenti, Lega insoddisfatta: «Riaprire subito!»
Per il partito di via Monte Boglia il lockdown «non è più sostenibile» e nemmeno sostenuto dalla popolazione.
LUGANO
2 ore
Dieci giorni all'ex Macello: «Poi la polizia»
Scatta il secondo ultimatum del Municipio. Ma si slitta a dopo le elezioni
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
2 ore
Grave incidente a Gudo, strada riaperta
Un'auto, dopo aver sbattuto contro il guardrail, è uscita di strada prima della curva a esse, finendo nella scarpata
CANTONE
5 ore
Consuntivo influenzato dalla pandemia
Il 2020 si chiude con un disavanzo d’esercizio di 165.1 milioni di franchi
LUGANO
8 ore
Nasce il movimento di chi si sente tradito… dalla Città
La piattaforma villaggitraditi.ch dedica il primo capitolo alla piscina di Carona e al controverso progetto di “glamping” 
CANTONE
8 ore
76 nuovi contagi in Ticino, un decesso
8 i nuovi ricoveri e 4 i dimessi. Salgono gli ospedalizzati, oggi a quota 89.
LUGANO
11 ore
«Non stiamo contattando artisti, troppa incertezza»
Il Covid soffoca la cultura. Carmelo Rifici, direttore artistico del LAC: «Così non si possono fare pianificazioni».
CANTONE
12 ore
La pandemia in Ticino viaggia in Tesla
Le auto elettriche e ibride hanno raddoppiato le vendite negli ultimi mesi. Chi le acquista?
CANTONE
20 ore
«Così possono vedere le parole e le emozioni»
Le mascherine trasparenti renderanno più semplice l'apprendimento per i ragazzi con problemi di udito.
CANTONE
22 ore
«Sta fallendo più di un ristorante su cento»
I dati del Registro di commercio confermano una triste tendenza. Per Arioldi (Ire) il peggio potrebbe ancora venire
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile