tipress
CANTONE
19.05.19 - 13:460
Aggiornamento : 16:14

Bocciata l'iniziativa sulle Officine

È terminato lo scrutinio nei seggi ticinesi, con due risultati negativi. Anche il finanziamento dei semafori nel piano di Magadino non è passato alle urne

BELLINZONA - I ticinesi hanno detto due "no". E abbastanza secchi. Lo scrutinio dei seggi per le odierne votazioni cantonali si è appena concluso, e i risultati sono netti. No all'iniziativa per il salvataggio delle Officine di Bellinzona. No anche al finanziamento cantonale dei semafori sul piano di Magadino.

Il 73,1 per cento dei votanti ha bocciato il progetto cantonale di rimuovere le rotonde tra Cadenazzo e Quartino, e sostituirle con dei semafori. Un'operazione volta a velocizzare il traffico, ma su cui pesava un costo elevato: oltre 10 milioni di franchi. L'iniziativa è stata bocciata nella totalità dei 115 comuni ticinesi. 

Bocciata anche l'iniziativa "Giù le mani dalle Officine". Con il 65,3 per cento di "no" il popolo ha deciso - come raccomandato dal Consiglio di Stato - di non opporsi alla chiusura dello stabilimento delle Ffs a Bellinzona. Un oggetto, quest'ultimo, che ha provocato un acceso dibattito negli scorsi mesi e sembra destinato a restare un tema caldo.

Le reazioni - Difatti le reazioni non si sono fatte attendere. Per prima è arrivata quella del Movimento per il socialismo (Mps), uno degli sconfitti (dal punto di vista politico) nella giornata di oggi. «L'esito era abbastanza prevedibile» scrive il partito in una presa di posizione. «Ha sicuramente pesato il fatto che la campagna per il "no" sia stata svolta per iniziativa di personalità del Partito Socialista, contribuendo in questo modo a dividere in modo decisivo il fronte. Hanno brillato per la loro assenza nella campagna le organizzazioni sindacali». 

L'Mps non risparmia stoccate al Cantone, ai Comuni e alle Ffs, colpevoli di una «mancanza di volontà d'informazione» e di avere «alimentato ad arte una confusione sulle prospettive reali del progetto».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
1 ora
Centauro ferito in via Lugano
La moto si è scontrata con un'auto, per poi finire contro un altro veicolo che circolava in senso opposto
FOTO E VIDEO
CALANCA (GR)
3 ore
Parco Val Calanca a gonfie vele: «Natura selvaggia e incontaminata»
Il progetto sta vivendo un'ottima (prima) stagione estiva e si candida come Parco naturale regionale.
CANTONE
5 ore
Affitti in calo, grazie al Covid
In Ticino e in particolare a Lugano le pigioni stanno calando
CANTONE
6 ore
Covid-19: tre nuovi casi in Ticino
Salgono a 3'445 i contagi registrati nel nostro cantone da inizio pandemia. Le vittime sono 350.
CANTONE / SVIZZERA
8 ore
Oltre 570 auto truccate intercettate dalla polizia
Nel post-lockdown in tutta la Svizzera sono stati intensificati i controlli. In Ticino il fenomeno è stabile
LOCARNO
9 ore
Parte il Pardo, ma la città se n'è (un po') dimenticata
Vetrine spoglie e strade "nude" per un'edizione speciale che è luogo d'incontro online, ma non trascura le sale.
CANTONE
17 ore
«Albergatori ticinesi coscienziosi»
Per Trotta è importante fidelizzare la clientela. Un aumento ulteriore dei prezzi sarebbe stato controproducente
CANTONE
18 ore
Affari d'oro grazie a turismo interno e telelavoro
Non è solo la parziale chiusura delle frontiere ad aver fatto aumentare la cifra d'affari dei negozi alimentari.
VIDEO
LUGANO
20 ore
Lugano è un campo da golf?
Buche, rattoppi, milioni di spesa pubblica. E i cittadini si lamentano
BISSONE
21 ore
Incendio a Bissone: bruciava il soggiorno
Il rogo è scoppiato nel tardo pomeriggio di oggi. Non ci sarebbero feriti
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile