CANTONE
19.11.18 - 14:220
Aggiornamento 16:46

Pronzini torna all’attacco sulle pensioni dei consiglieri di Stato

Il deputato invia una nuova segnalazione al Ministero Pubblico e scrive alla Commissione della Gestione

BELLINZONA - «I consiglieri di Stato decidono su tematiche pecuniarie che li riguardano direttamente e personalmente, abusando della loro posizione». Oggi il deputato Mps Matteo Pronzini torna così all’attacco sulla questione dei rimborsi e dei trattamenti pensionistici dei membri del Governo ticinese. Lo fa con uno scritto alla Commissione della Gestione e con un nuovo appello al procuratore generale, «da parte di un deputato che vorrebbe far rispettare la legge, anche al Consiglio di Stato e al Gran Consiglio».

Si torna dunque a parlare del supplemento sostitutivo AVS/AI (la rendita annua di 22’560 franchi destinata a ogni ex consigliere di Stato che - lo sottolinea Pronzini - «non trova nessuna base legale») e del riscatto degli anni di contribuzione, che per i membri del Governo sarebbe «molto più vantaggioso». Ma anche del prelievo che Claudio Zali ha effettuato dal secondo pilastro per l’acquisto della casa. Per tutti questi aspetti, Pronzini chiede la restituzione di 8,3 milioni di franchi.

Al procuratore generale Andrea Pagani, il deputato chiede di «dare in qualche modo un contributo a che le cose non finiscano, ancora una volta, nel nulla». E sottolinea: «Le cittadine e i cittadini di questo Cantone, che sappiamo seguono con interesse queste vicende, trarrebbero conclusioni non certo positive sulle leggi e sul loro rispetto».

E nel suo scritto al Ministero Pubblico ricorda che due perizie giuridiche concordanti mostrerebbero che «qualcosa non funziona in materia di rendite pensionistiche», segnalando «l’incompatibilità del versamento della rendita transitoria AVS con le vigenti disposizioni di legge». E invita il procuratore generale a ordinare «una perizia indipendente sull'esistenza di una base legale che autorizzi i membri del Governo a riscattare anni di servizio come consiglieri di Stato e sulla conformità, da un punto di vista attuariale, delle somme versate per ogni anno di riscatto».

2 mesi fa «La denuncia di Pronzini basata su fatti successivi»
2 mesi fa Non luogo a procedere: «MPS 3 - Consiglio di Stato 0»
2 mesi fa «Gli anni riscattati dai ministri sono costati allo Stato tre milioni»
2 mesi fa «Gli ex ministri prendono 22'560 franchi all’anno senza base legale»
3 mesi fa Rimborsi, Matteo Pronzini ci riprova
Commenti
 
LAMIA 3 sett fa su tio
Pronzini vai a Berna a difendere il Ticino.
Kailasch 3 sett fa su tio
Interessi del Ticino.? Mi dispiace ma la mia opinione è che sbagli e di tanto cmq potrebbe attivarsi cantonalmente .
polonord 3 sett fa su tio
Questa è l’ennesima dimostrazione dell’inutilità di questi personaggi in Gran Consiglio. Ma chiniamoci sui veri problemi del nostro cantone e non splo (casse malati - per esempio) e smettiamola di fare campagna elettorale, anche perché questi elementi non vanno votati assolutamente. Bisogna votare persone che lavorino per il cantone non per se stessi.
curzio 3 sett fa su tio
@polonord Le casse malati sono una questione federale. A livello cantonale al massimo puoi discutere sui sussidi da distribuire. Il Ticino ha già un consigliere federale italo-ticinese che conosce bene come funzionano le casse malati. Sarebbe compito di quest'ultimo fare gli interessi del Ticino. O sbaglio?
Kailasch 3 sett fa su tio
Se questa enfasi la mettesse sulle casse malattia lo voterei pure io
curzio 3 sett fa su tio
@Kailasch Vedi la mia risposta a Sisky e a Polonord...
Bandito976 3 sett fa su tio
Si avvicinano le votazioni e si fanno a gara a chi le spara piú grosse. Peccato che il sottoscritto non si fa' piú prendere in giro
siska 3 sett fa su tio
Ma al sig. Pronzini (malgrado io l'abbia sostenuto anche giustamente per questioni che riguardano noi cittadini/e) vorrei porre 2 domande facili facili= 1° Lei naviga a vista o ha tanto di "suo"= stipendio, pensione e ancora tanto di suo? 2° Perché non mette mano alla questione dei premi di cassa malati pagati da tantissimi cittadini e cittadine che si vedono togliere una bella fetta di soldini dalla loro entrata mensili....ha difficoltà a mettere naso nella questione cassa malati? Se lei pretende di aver sempre ragione guardi che prima o poi se le non mette mano a questioni altrettanto importanti, nessuno la filerà più come nessuno filerà il suo partito.
curzio 3 sett fa su tio
@siska La questione "premi cassa malati" è federale. A livello cantonale c'è poco da fare. Al massimo si può discutere su come elargire i sussidi a chi fa fatica a pagarli. Inoltre, il Ticino ha orgogliosamente mandato a Berna un italo-ticinese che fino alla sua elezione ha curato gli interessi delle casse malati. Sarebbe compito di quest'ultimo occuparsi della questione. O sbaglio?
siska 3 sett fa su tio
@curzio Curzio, hai ragione eccome! Ma i cantoni potrebbero muovere il loro culetti per portare a Berna la situazione non più degna in questo paese cioé sempre più cittadini/e in ginocchio che devono richiedere i sussidi per pagare i premi é grottesco. I premi é un regalo ai super ricchi di questo paese ormai non più credibile, poi mettiamoci un fascismo sottile quasi strisciante che vorrebbe rendere questo ancora più povero e isolato per un falso pattriottismo! Ma se stanno segando le gambe alla democrazia andando nell'umus del popolo dove li la lungimiranza non vi abita più e queste destre lo sanno come prendere i polli per il didietro. (figuriamoci i premi di cassa malati come potrebbero finire in mano a questi qua che sono a capo di molte Cda delle casse malati ). L'Ignazio Cassis?.. ho sempre ribadito e ribadisco ancora oggi che quest'uomo é un ambizioso uomo d'affari arrampicatore e lì da vedere.
lügan81 3 sett fa su tio
Bravissimo Matteo! Avanti così!!
volavola 3 sett fa su tio
Colui che invece di partecipare al banchetto denuncia gli sperperi e gli abusivismi, a costo anche di inimicarsi la maggior parte dei politici, E' UN GRANDE !!! Sta' difendendo i NOSTRI SOLDI (delle tasse)
miba 3 sett fa su tio
@volavola Tranquillo, anche lui partecipa al banchetto con le quote degli affiliati-UNIA... Il Pronzino da Lumino, che getta letame su tutto il Ticino, non ha mai precisato quale parte finisce nelle sue tasche ed è una domanda più che legittima dal momento che appare evidente che una buona parte del suo tempo lo passa a scrivere interrogazioni e domande e non fa quindi "lavoro sindacale"... Tu ritieni che Pronzini sia "un grande"? Mi spiace ma non sono della tua opinione. Lui lotta contro i premi dell'assicurazione malattia sventolando slogan e bandiere rosse perché non ha semplicemente le conoscenze/competenze per proporre CONCRETAMENTE idee, progetti, soluzioni. Secondo lui l'iniziativa dei salari minimi è stato un cavallo di battaglia del MPS ma chiediti perché e come mai nel nostro cantone abbiamo i salari più bassi della Svizzera... Figurati se il Pronzino arriva a dichiarare apertamente che sono i frontalieri, cioè quelli che con le loro quote contribuiscono anch'essi a rimpolpare le casse di UNIA e Co. Appoggia apertamente l'eliminazione delle frontiere (v. ultima manifestazione organizzata dal MPS) ed è un supporter di Maduro (penso che la situazione socialista del Venezuela la vedi anche tu...) e della Bosia-Mirra dopo che è stata condannata (v. sito del MPS)
Mattiatr 3 sett fa su tio
@volavola Fidati che il giorno che riuscirà ad accedere al banchetto pure lui riempirà il piatto. Già oggi si gusta l'antipasto sindacale senza soffrirne troppo.
gp46 3 sett fa su tio
E' quello dove la protagonista femminile muore dicendo per ultimo " Inshallah" ? Sperem da no... :)
gp46 3 sett fa su tio
@gp46 Volevo rispondere a KilBill65...
seo56 3 sett fa su tio
Cosa non si fa per elemosinare un voto!!!!
KilBill65 3 sett fa su tio
Pronzini e' come il film "Attacco al Potere"........
Potrebbe interessarti anche
Tags
stato
pronzini
consiglieri
deputato
membri governo
consiglieri stato
governo
procuratore generale
attacco
procuratore
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report