CAPOLAGO
30.05.19 - 18:330
Aggiornamento : 18:53

Tabulati telefonici, il giallo del "gigante buono" si infittisce

La trasmissione "Chi l'ha visto?" ha cercato di contattare gli ultimi numeri chiamati col suo cellulare. Americo avrebbe cercato anche di recuperare 2'000 euro poco prima di sparire

CAPOLAGO - Emergono nuovi dettagli sui giorni precedenti la scomparsa di Americo Aldrovandi. Il 35enne svizzero aveva fatto perdere le proprie tracce il 20 marzo 2019, quando aveva lasciato il suo domicilio di Capolago.

Mercoledì sera la trasmissione “Chi l’ha visto?” ha ipotizzato che Americo potesse avere avuto una vita parallela, e che fosse stato messo a capo di una società fiduciaria, per poi essere truffato.

La trasmissione ha cercato di contattare gli ultimi numeri di telefono apparsi sui tabulati, recuperati dalla zia. Alcune persone non hanno proprio risposto, mentre altri hanno dichiarato di non conoscerlo. E nessuno dei contatti sembrava essere preoccupato per la sorte di Americo.

Recupero crediti - Tre settimane prima della scomparsa, Americo ha incontrato un “mediatore” che si occupa di recupero crediti. Sentito da “Chi l’ha visto?”, ha raccontato che Americo voleva riavere 2’000 euro, che aveva prestato ad un ragazzo. I soldi non verranno però mai recuperati. Il mediatore non ha però voluto aggiungere altro.

Coinquilini - Un altro fatto poco chiaro è chi si trovava a casa di Americo nei giorni precedenti la sua scomparsa. Sembrerebbe che nell’abitazione ci fosse anche un ragazzo giovane italiano, ma sarebbe stata solo una questione di pochi giorni. Stando alle sue dichiarazioni, ci sarebbe stato però anche un altro ragazzo americano in casa.

La zia avrebbe visto il nipote per l’ultima volta il 13 di marzo. Ma Americo non l’avrebbe fatta entrare in casa. E il motivo non è noto. Nei giorni successivi il 35enne leggerà i messaggi della zia, ma non le risponderà.

Il 20 marzo qualcuno invece ha risposto ad un messaggio inviato al telefono di Americo (vedi correlato). Si definisce un collega, e dice di non sapere quando il 35enne farà ritorno.

Il 23 marzo un amico riceve due telefonate dal “collega” di Americo, ma è impossibile rintracciarlo. Dai tabulati emerge anche che il cellulare di Americo, che molto probabilmente non è ormai più nelle sue mani, chiama anche un numero italiano. L’intestatario è però un certo Fittizio Fittizi. E anche lui non risponde.

Insomma, i tabulati telefonici invece di chiarire la situazione, sembrano ingarbugliarla ancora di più.  

TOP NEWS Ticino
CANTONE
26 min
Pestaggio di Gravesano, Losanna annulla la sentenza
Il Tribunale federale ha parzialmente accolto il ricorso presentato da uno dei due aggressori, condannato per tentato omicidio intenzionale
BELLLINZONA
1 ora
«Revocate il premio alla carriera a Haber»
Dopo le frasi sessiste, e le scuse dell'artista, arriva l'interrogazione alla città di Bellinzona, sponsor di Castellinaria: «Sessismo, razzismo e xenofobia devono essere denunciati»
CANTONE
2 ore
L'allerta neve resta, ma arriva la pioggia
Precipitazioni, anche importanti, attesa da stasera fino a domenica
CANTONE
2 ore
Emirati Arabi Uniti: grande interesse da parte degli imprenditori ticinesi
Il mercato è stato analizzato in una serata organizzata dalla Camera di commercio Cantone Ticino
CANTONE / CONFINE
4 ore
Aggredita a Lugano: «Mi ha salvata una mamma»
Paura al parcheggio di Cassarate: «Voleva il cellulare. Poi è scappato»
CANTONE
4 ore
La Federazione cacciatori boicotta la battuta tardo autunnale
Critiche al Dipartimento del territorio che ha «ignorato il loro parere», non dando il giusto peso ai problemi di sicurezza
CANTONE
5 ore
Isolato dal mondo per 18 giorni, Andrea ce l’ha fatta
Il ticinese Andrea Pawlotzki è riuscito nell'impresa di attraversare in solitaria l'Oceano Atlantico : «Non sono mai stato così ricco in tutta la mia vita, perché ero libero»
MASSAGNO
6 ore
«Ma quale polmone verde, si costruirà in modo eccessivo»
Il progetto per coprire la trincea a nord della stazione di Lugano non fa l’unanimità. E violerebbe addirittura la Legge sulla pianificazione del territorio
BELLINZONA
8 ore
Se la plastica serve per incenerire i rifiuti... ma anche no
Per il Municipio di Lugano il composto sintetico contribuisce a far funzionare il termovalorizzatore. Ma dall’impianto spiegano che non è così. La replica della Città che difende le scelte fatte.
LUGANO
15 ore
Tramonta il posto fisso, decolla l'interinale
I dati sono incoraggianti e il mondo del lavoro interinale è in continua espansione, tanto che fino al 20% delle persone che (ri)trovano un posto fisso vengono proposte dalle agenzie specializzate
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile