Polizia cantonale Grigioni
I funerali del 16enne si svolgeranno nei prossimi giorni a Samolaco. Il paesino è in lutto.
MESOCCO (GR)
27.02.19 - 20:220
Aggiornamento : 22:26

Incidente in motoslitta, il 16enne ha filmato la propria morte?

Il giovane italiano morto domenica sui monti sopra Mesocco aveva spesso con sé un telecamera con cui riprendeva le proprie evoluzioni per poi postarle sui social

MESOCCO - Quella che era iniziata come una bella gita in montagna tra padre e figlio si è trasformata in tragedia. F.S*, appena 16 anni, ha infatti perso la vita dopo essere precipitato in un burrone posto a oltre 2'000 metri di quota in zona Alp da Barna, sui monti sopra Mesocco. 

Tragitto conosciuto - Un tragitto, quello da San Sisto a Madesimo, che padre e figlio conoscevano bene. Non era infatti la prima volta che con la loro motoslitta affrontavano le nevi grigionesi. Ma qualcosa quattro giorni fa è andato storto. Alle 16.00 il mezzo con a bordo il giovane e suo padre è precipitato nel vuoto per diverse centinaia di metri. Il 16enne  è morto sul colpo. Mentre il 44enne ha riportato ferite medio-gravi. Attualmente - come riferito dal quotidiano italiano "Il Giorno" - è ricoverato in ospedale con varie fratture e oggi è stato nuovamente operato ai polsi.

La morte in diretta? - La vittima, che negli ultimi mesi ha spesso postato fotografie e video delle proprie evoluzioni con la motoslitta sui social, era solito portare una telecamera sul casco. I media online italiani ipotizzano quindi che l'adolescente abbia filmato anche l'incidente. E la sua morte. Nella giornata di oggi, intanto, è stata effettuata l'autopsia sul corpo del giovane, mentre i suoi funerali si svolgeranno nei prossimi giorni a Samolaco, il paese valtellinese dove abitava.

«Mi ricorda me» - Un borgo di neppure 3'000 anime scosso dalla tragedia. Come la scuola frequentata dal giovane dove si respira un clima di profonda tristezza. Un suo professore lo ricorda su Facebook: «La sua esuberanza e la sua voglia di vivere mi hanno sempre ricordato com'ero alla sua età».

* nome noto alla redazione

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
BELLINZONA
1 ora
Un corteo da record: oltre 25.000 spettatori
La tradizionale sfilata, cuore del carnevale Rabadan, è stata baciata dal sole. Podio tutto biaschese tra i carri
LUGANO
4 ore
La paura dei treni affollati. «Io lavorerò da casa»
L’effetto Coronavirus si fa sentire anche in alcune aziende ticinesi.
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
7 ore
È iniziato il mitico corteo del 157esimo Rabadan
Fra Guggen, gruppi e carri un pomeriggio di festa (e baciato dal sole) in quel di Bellinzona
BELLINZONA
8 ore
Quanta adrenalina, prima del super corteo
È il momento clou del carnevale Rabadan. Il backstage delle ore che lo hanno preceduto
CANTONE
8 ore
Coronavirus: «Nessun caso sospetto in Ticino. Ma siamo pronti»
Lo riferisce il DSS. Domani il gruppo di coordinamento allargato deciderà se attivare nuove misure
CHIASSO
9 ore
Volevano entrare in Svizzera con 225 chili di hashish. Arrestati
Le manette sono scattate per due cittadini stranieri. Entrambi residenti all'estero
CANTONE
11 ore
«Rassicurazioni poco credibili. Saremo pronti quando arriverà?»
Tiziano Galeazzi interpella nuovamente il Consiglio di Stato sul coronavirus. 19 domande a tutti i Dipartimenti
MENDRISIO
12 ore
Sono due gli infermieri dell'Obv sotto inchiesta
Oltre all'uomo accusato dell'omicidio di 17 pazienti malati terminali è indagata un'infermiera per tentate lesioni gravi
VIDEO
TORRICELLA-TAVERNE
22 ore
Treno diretto al Rabadan fermo in stazione
In (almeno) un vagone è partito l’allarme antincendio. Forse si tratta di «una bravata»
CANTONE / SVIZZERA
23 ore
«Nessuna limitazione all'ingresso»
L'Ufficio federale della sanità pubblica non intende intervenire alle dogane. «L'Italia segue la strategia comune»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile