fotolia
CANTONE
27.03.18 - 15:300
Aggiornamento : 17:32

Quel grido d’aiuto rimasto inascoltato

Il ruolo del tutore e dell’assistente sociale nella vicenda che vede una coppia affidataria alla sbarra per maltrattamenti su una bambina

LUGANO - «Noi ci sentiamo dei carnefici». Un grido d’aiuto, questo, che i genitori affidatari alla sbarra per una serie di maltrattamenti su una bambina avrebbero lanciato nell’autunno del 2011. Un grido che però, come emerge oggi davanti alla Corte delle Criminali di Mendrisio presieduta da Mauro Ermani, era rimasto inascoltato. Il tutore e l’assistente sociale che seguivano l’affidamento, a loro volta seduti al banco degli imputati, non avrebbero allora affrontato la situazione, lasciando la bambina alla coppia affidataria. «Ma noi non avevamo idea di quello che stava succedendo» sostiene in aula il tutore.

Altri segnali d’allarme sarebbero giunti nei primi mesi del 2012, ma anche allora il tutore e l’assistente sociale non avrebbero immediatamente preso nessun provvedimento per garantire il benessere della bambina. Soltanto a marzo il tutore si sarebbe attivato, «ma al centro di pronta accoglienza non c’era posto» afferma. L’allontanamento era poi avvenuto in seguito, nel mese di aprile. La vicenda è stata denunciata soltanto l’anno successivo, perché «altrimenti andiamo in merda anche noi» avrebbe detto all’epoca il tutore o l’assistente sociale, rivelano gli atti.

I fatti, lo ricordiamo, risalgono al periodo compreso tra il 2010 e il 2013. La vittima era una bambina che la coppia aveva in custodia. Nei confronti dei genitori affidatari la procuratrice Valentina Tuoni ipotizza i reati di coazione, lesioni semplici e violazione del dovere di assistenza o educazione. Il tutore e l’assistente sociale sono invece alla sbarra per violazione del dovere di assistenza o educazione e, in alternativa, favoreggiamento.

I quattro imputati sono difesi dagli avvocati Pietro Croce, Felice Dafond, Andrea Ferrari e Yasar Ravi.

TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
6 ore
Incidente in autostrada, un veicolo sul fianco
Chiusa in A2 per circa un'ora la corsia di destra dall'area di servizio di Bellinzona Nord fino a Bellinzona Sud
CANTONE
6 ore
Luci strane in cielo. È opera di Elon Musk?
Potrebbe trattarsi dei satelliti SpaceX Starlink, lanciati in orbita bassa per fornire una connessione Internet ad alta velocità in tutto il mondo
FOTO E VIDEO
SANT'ANTONINO
8 ore
Scontro tra due veicoli, automobilisti in ospedale
Il traffico è stato gestito e deviato dalla polizia comunale di Bellinzona
FOTO
LUGANO
10 ore
Quando la verdura è "brutta", ci pensano gli scout
Non è la solita zuppa quella preparata oggi in Piazza Manzoni. Azione 72 ore ha raggiunto anche il Ticino e ha coinvolto la popolazione
LUGANO
11 ore
Principio d'incendio in un appartamento in via Vignola
A prendere fuoco è stato un letto. Una persona è rimasta leggermente intossicata
RIVIERA
12 ore
Bimba di 3 anni cade dal balcone: per lei ferite serie
La piccola è stata elitrasportata in ospedale
LOCARNO
13 ore
Locarno pronta a scacciare l'inverno
Torna anche quest'anno la tradizionale manifestazione "Bandir Gennaio"
LUGANO
16 ore
PPD: Nadia Ghisolfi in corsa per il Municipio di Lugano
L'assemblea della sezione ha nominato i sette candidati all'esecutivo cittadino. Fuori Sara Beretta Piccoli
CANTONE
1 gior
Ecco le località in cui verranno piazzati i radar
La prossima settimana i controlli della velocità si concentreranno sui distretti di Bellinzona, Locarno, Lugano e Mendrisio
FOTO E VIDEO
CUGNASCO-GERRA
1 gior
Questo edificio da brividi è diventato un luna park gratuito
Sempre più ragazzi si vogliono mettere alla prova in un luogo tanto affascinante quanto pericoloso. Il municipale Marco Calzascia: «Situazione incresciosa». Guarda il video
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile