Tipress
CANTONE
18.02.21 - 20:560
Aggiornamento : 22:00

«Il nuovo volto della povertà: gli indipendenti»

L'impatto del Covid sull'economia ticinese misurato con gli aiuti elargiti dal Soccorso d'Inverno Ticino

La direttrice Manuela Nünlist sull'anno in corso: «Molte attività sono ancora chiuse, in tanti hanno perso il lavoro e la ripresa si annuncia difficile»

MANNO - «La pandemia ha purtroppo creato una nuova povertà» afferma Manuela Nünlist, direttrice di Soccorso d’Inverno Ticino. Più che commentare i numeri diffusi oggi dall’Ufficio federale di statistica (UST) sull’aumento degli svizzeri in difficoltà finanziarie, la direttrice parla della situazione attuale. Quella diffusa dall’UST è infatti la fotografia del 2019, dati che rischiano di essere stravolti dalla pandemia.

Aiuti triplicati in Ticino - «Come Soccorso d’Inverno Ticino, durante i tre mesi della prima ondata, ossia marzo-maggio 2020, abbiamo ricevuto il doppio delle richieste d’aiuto che riceviamo nel corso di un anno» dice Nünlist. Durante l’anno, continua, «le domande sono più che triplicate.  

I nuovi poveri - A chiedere una mano per arrivare a fine mese sono volti nuovi: «È subentrata una nuova fascia di popolazione che prima riusciva a vivere del proprio reddito. Soprattutto lavoratori indipendenti, penso a parrucchieri, pittori, estetiste. Tutte persone messe in difficoltà dalle chiusure o dalle stesse misure di protezione che hanno ridotto fortemente la clientela e le entrate».

I buoni per mangiare - Arduo tratteggiare un ritratto tipo di chi ha chiamato Soccorso d’Inverno: «Ma tanti sono stati gli indipendenti con famiglia a carico» dice la direttrice. «Tra luglio 2019 e giugno 2020 abbiamo erogato aiuti per 858mila franchi di aiuti, di cui circa 600mila nel periodo della pandemia». Durante la prima ondata particolarmente apprezzata è stata la distribuzione dei buoni spesa. Una spia di quali erano i bisogni.

Per distribuire si deve ricevere - Ogni caso viene valutato a sé, «perché ogni persona - spiega Nünlist - ha la propria situazione finanziaria. Chiediamo una documentazione e collaboriamo con i servizi sociali cantonali e comunali che fanno una prima analisi dei casi». Soccorso d’Inverno, ricorda la direttrice, «vive di donazioni, senza donazioni non potremmo a nostra volta elargire aiuti. Durante la pandemia la popolazione ticinese ha reagito con grande generosità. È per quello che siamo riusciti ad aiutare tanto». Un bisogno che, purtroppo, non calerà tanto presto: «Molte attività sono ancora chiuse, in tanti hanno perso il lavoro, la situazione è precipitata e la ripresa si annuncia difficile».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
58 min
«A rischio l'esistenza di molte aziende, mancano materie prime»
Le previsioni del direttore della Camera di commercio: «Speriamo che per l'estate prossima tutto si normalizzi, ma...»
PARADISO
2 ore
Gli operai del Comune protestano
A Paradiso questa mattina una ventina di dipendenti comunali ha incrociato le braccia
FOTO
CANTONE
2 ore
Il miglior tiramisù del mondo è a Massagno
Un 35enne di Lugano si è portato a casa ben due medaglie dal "Campionato del mondo di Tiramisù".
CANTONE
5 ore
Gli alpeggi scivolano (ancora) sul burro
Il Laboratorio cantonale definisce «globalmente buona» la produzione casearia ticinese, ma...
CANTONE
7 ore
Nel weekend 54 contagi in Ticino
Nessuna nuova classe in quarantena. Il bollettino del medico cantonale
CANTONE
7 ore
Abbattuti oltre 1'600 cervi, ma non è sufficiente
Il bilancio della caccia alta 2021 che ha avuto luogo lo scorso mese di settembre
CANTONE
8 ore
Cosa fa il Cantone per l'ambiente?
Tante cose in realtà. E da oggi, saranno tutte raccolte su una piattaforma web
CANTONE / BERNA
8 ore
Il Covid ci ha "tolto" circa due anni di vita
Il Ticino è tra i cantoni che hanno registrato la diminuzione maggiore dell'aspettativa di vita.
LUGANO
11 ore
«Quanto è meno stressante partorire a casa»
Nel Ticino dove non si nasce più, una levatrice racconta di un "nido" in controtendenza
FOTO
LOCARNESE
22 ore
Camionista nei guai per tutta una serie di infrazioni
Danni e utenti della strada in pericolo nel Locarnese. Ma poi è intervenuto un pedone, togliendo la chiave di avviamento
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile