Immobili
Veicoli
tipress
Luca Albertoni
CANTONE
09.02.21 - 22:110

«Avverto sempre più nervosismo»

Il direttore della Camera di commercio Luca Albertoni invoca una riapertura. «I piani di protezione funzionano»

LUGANO - Chiusi, va bene: ma fino a quando? Tra esercenti e aziende in Ticino c'è un «nervosismo crescente» per le chiusure imposte dal Consiglio federale. Secondo Luca Albertoni, direttore della Camera di commercio, la situazione potrebbe «sfociare in tensioni sociali difficili da gestire» se non si avrà al più presto un allentamento. 

Ai microfoni di Radio Ticino il portavoce dei commercianti ha espresso «preoccupazione» non solo per le implicazioni economiche del lockdown. «Per molte persone non poter lavorare è psicologicamente difficile» ha sottolineato Albertoni. «Con il virus dovremo convivere a lungo, e se i piani di protezione funzionano come si sostiene, non vedo perché mantenere tutte le chiusure». 

Già in passato il direttore della Camera di Commercio si era espresso criticamente nei confronti delle restrizioni alle imprese, una posizione ribadita nelle scorse ore dalla Cc-Ti in un comunicato. La sicurezza sul posto di lavoro - secondo l'associazione di categoria - è stata «implementata in modo efficace da moltissime aziende». L'appello alle autorità - mentre a Berna si susseguono voci di una proroga del lockdown fino alla primavera - è quindi di scegliere la via della "convivenza" con il virus «per evitare che si continui a chiudere magari anche in maniera irregolare, e con delle discriminazioni verso determinati settori» conclude Albertoni. 

TOP NEWS Ticino
CONFINE
3 ore
Frontalieri italiani, l'accordo avanza
La commissione economia e tributi del Nazionale promuove la riforma fiscale (quasi) all'unanimità
CANTONE
6 ore
La marcia di chiusura dei Centri vaccinali: «Affrettatevi ad iscrivervi»
Il rallentamento delle richieste ha portato le autorità a ridimensionare progressivamente il dispositivo
CANTONE
8 ore
Identikit dell'astensionista ticinese
Chi è, che lavoro fa, cosa ha votato e perché non vuole votare più. Lo studio dell'Università di Losanna
BELLINZONA
9 ore
La capitale è ancora più grande
A fine 2021 sotto l'ombra dei Castelli abitavano 44'530 persone, ovvero 474 in più rispetto a un anno prima.
CANTONE
10 ore
Altri due decessi in Ticino, dieci nuove quarantene nelle scuole
Negli ospedali si contano quattro Covid-pazienti in meno, per un totale di 173.
CHIASSO
12 ore
«Insultata e minacciata solo per aver svolto il mio lavoro»
Finita più volte al centro di un polverone mediatico, la dottoressa Mariangela De Cesare ha voluto “vuotare il sacco”.
FOCUS
14 ore
I detenuti che non vogliono uscire
Il reinserimento sociale è un problema, per chi è dietro le sbarre. Tanto che molti preferiscono rimanerci
LUGANO
15 ore
«Non era il pianto di mia figlia»
Una 90enne luganese vittima dei "falsi poliziotti". Racconta come ha morso la foglia
CANTONE
1 gior
«Una relazione moralmente inappropriata, ma legale»
«Si è trattato di una relazione consenziente, e lei aveva 16 anni», si è giustificato il Governo.
CANTONE
1 gior
«Nessun allarme diossina in Ticino»
A differenza del Canton Vaud, in Ticino i valori nel terreno di questi composti sono sotto il livello di guardia.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile