Foto lettore Tio/20minuti
CANTONE
19.01.21 - 09:290

Il telelavoro non cambia la situazione sui bus

Interpellanza PPD al Consiglio di Stato: «Perché non fa qualcosa invece di chiedere a Berna di intervenire?»

BELLINZONA - I mezzi pubblici affollati sono un problema. Le foto che ogni giorno vengono scattate all'interno di treni e (soprattutto) bus sono un controsenso rispetto alle norme per combattere la pandemia che da oltre dieci mesi si sentono ripetere. Le ultime immagini di cui ci siamo occupati arrivano dal bus che porta gli allievi delle medie di Mendrisio. L'obbligo di telelavoro in vigore da ieri sembra non avere risolto tutte le situazioni. Eppure qualcosa, forse, si potrebbe fare. Ne sono convinti due deputati PPD che hanno inoltrato un'interpellanza al Consiglio di Stato.

Il Governo ticinese - poco più di una settimana fa - nel rispondere a Berna in merito alle misure messe in consultazione, aveva domandato al Consiglio federale di «proporre delle misure per ridurre la concentrazione di persone nei mezzi pubblici». Una richiesta che per ora sembra restare inascoltata. Ma per Claudio Isabella e Fabio Battaglioni, il Ticino potrebbe intervenire (se non sui treni) almeno sui collegamenti su gomma, che hanno quale committente principale il Cantone con responsabilità diretta del Governo ticinese.

I deputati PPD avanzano quindi una proposta: «Consapevoli delle difficoltà legate alla necessità di procedere in poco tempo ad aumentare il numero dei mezzi di trasporto così come il personale formato - scrivono -, in questo periodo in cui vi sono aziende private di trasporto praticamente senza lavoro, si potrebbe pensare di subappaltare loro le corse supplementari così da sopperire alle mancanze indicate». La spesa che ne conseguirebbe potrebbe essere compensata con la mancata necessità di versare le indennità per lavoro ridotto.

Isabella e Battaglioni tornano infine sul posticipo degli orari dell'inizio delle lezioni delle scuole medie superiori. Una misura messa in atto dopo la metà di novembre per evitare gli assembramenti sui mezzi pubblici. Il 17 dicembre, parlando al Gran Consiglio, il direttore del DECS Manuele Bertoli aveva spiegato che non sarebbe stata più in vigore dopo la pausa natalizia, «perché gli effetti erano stati parzialmente positivi ma non significativamente tanto da confermarla». Ora i deputati PPD intendono capire qual è la valutazione del Governo ticinese su questa misura.

«È intenzione del Lodevole Consiglio di Stato aumentare i trasporti pubblici nelle ore di maggior affollamento? - domandano -. In caso contrario, per quali motivi non reputa necessario intervenire anche in tale ambito alfine di diminuire i contatti?».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Cry77 2 mesi fa su tio
e poi dicono che per l'obbligo del telelavoro si sono svuotati i treni, per forza vanno tutti in auto
vulpus 2 mesi fa su tio
Abbiamo dei consiglieri di stato che si comportano come dei bambini dell'asilo. Il DECS dice che il problema è del DT, mentre questo fa dire che non hanno più risorse, da mettere sulle strade. Ora le risorse sono state indicate ( han dovute essere i gran consiglieri a farlo presente e questo dà già da pensare). Ci sono 2 varianti: o si va ad ingaggiare i privati ( e questo non è uno scandalo!!) oppure si faccia scuola a distanza. Visto che Bertoli, tanto ha decantato la sua informatica scolastica , ora che la utilizzi. Oppure anche quì è un flop tremendo coperto da censura? Eh già, anche le statistiche degli infetti scolastici sembra siano state smagrite.
Volpino. 2 mesi fa su tio
@vulpus I securini privati da ca. 50.-- all'ora vengono impiegati solo per i cantieri e manifestazioni. A questo punto meglio tagliare corto e fare le lezioni online fino a quando la situazione è più stabile.
Diablo 2 mesi fa su tio
Evidente che visti i commenti di ieri (una marea) e quelli di oggi (11)...non traspare la preoccupazione...bensi la frustrazione che qualcuno vuole vivere, e lo fa facendo sport in montagna..altrimenti anche questo articolo avrebbe 200 e piú rotti commenti visto l'importanza del problema assembramenti...ma...é li da vedere....
Volpino. 2 mesi fa su tio
Dogmatismo catatonico ed opportunismo per non pagare le indennità di perdita di guadagno per Covid-19.
Moga 2 mesi fa su tio
"PPD" e "fare qualcosa" sono un ossimoro
Volpino. 2 mesi fa su tio
La cosa più semplice ed efficace è la scuola col remote login. Avevano tutta la seconda metà del 2020 per organizzarsi e comprare la tecnologia necessaria dato che dopo tutte le varianti Covid-19 arriverà anche un'altra grande pandemia ancora più pericolosa, quella dei germi multiresistenti negli ospedali e strutture pubbliche. Il Covid-19 è soltanto un warm-up per altre pandemie più letali.
MrBlack 2 mesi fa su tio
@Volpino. Ustia. Hai già avvisato l’OMS? Mi sa che loro non lo sanno ancora :-))
Lore61 2 mesi fa su tio
@Volpino. Pentiti dei tuoi peccati fin che sei in tempo, la fine del mondo è vicina! XD
F/A-19 2 mesi fa su tio
@Volpino. Interessanti le tue osservazioni, servono sopratutto per rassenerare gli animi, altre catastrofi signor Otelma ne ha ?
Volpino. 2 mesi fa su tio
@Lore61 Discutere con una persona che ha rinunciato all'uso della ragione è come somministrare una medicina a un morto.
Diablo 2 mesi fa su tio
ma i paladini della giustizia voyeur delle webcam dei comprensori di sci oggi sono in ferie ?
Boh! 2 mesi fa su tio
....e intanto i numeri continuano comunque a scendere.....
chris76 2 mesi fa su tio
Ma io mi domando: con tutti i pullman delle varie ditte private fermi a causa dell'annullamento dei viaggi organizzati, è cosi difficile dare mandato a queste ditte per raddoppiare le linee di trasporto pubblico che hanno problemi di affollamento? Tanto il Cantone li paga per stare fermi (lavoro ridotto), almeno li si pagherebbe per un servizio!
Luca 68 2 mesi fa su tio
chiudere tutto scuole, cantieri ecc. se la gente si sposta per scuola o lavoro il virus continua a girare, mi sembra semplice da capire, ma forse dobbiamo rimandare in prima elementare anche i nostri politici così ci arrivano anche loro
Gio58 2 mesi fa su tio
@Luca 68 Sì certo, chiudiamo tutto e buttiamo via la chiave!! E poi viviamo di sussidi? Ma sì dai, tanto la Svizzera è ricca. Ricordo che anche l'Argentina era ricca. Ed ora è nella m....
Dani/hcl 2 mesi fa su tio
Totale menefreghismo dei nostri politici sia cantonali ma soprattutto degli scalda-sgabelli di Berna!! Tanto loro girano con Mercedes e autista!!!
ceresade36@gmail.com 2 mesi fa su tio
Bisogna essere giusti in tutto chiudere ristoranti pure quelle dei supermercati che ci sono tantti asembramenti Autobus afolati orari flessibili a tutti Facile sistemare il problema della pandemia se tutti ci metesero d'accordo e facesero altrettanto per combattere questo virus maledito
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile