key/famiglia Fäh
CASLANO/FORTALEZA
06.12.20 - 16:210
Aggiornamento : 09.12.20 - 10:29

Ucciso in Brasile, cherchez la femme

Nuovi dettagli sulla morte dell'ex municipale di Caslano, Paul Fäh. I familiari: «Noi lo avevamo avvertito»

Indagini in corso, la telecamera di sicurezza fornisce una pista sull'omicidio. Le ceneri verranno disperse nel mare di Fortaleza

CASLANO - Un tipo con la «testa dura», l'ex municipale Paul Fäh. A Caslano è ancora famoso il suo litigio con il "Nano" Bignasca, quando uscì dalla Lega e fu eletto da indipendente. Anche in Brasile avrebbe litigato con qualcuno. Ma non gli è andata altrettanto bene. 

A raccontarlo a tio.ch/20minuti sono i famigliari del 78enne, trovato senza vita giovedì a Fortaleza. Il pensionato - ex proprietario di un'azienda di giardinaggio a Caslano - si era trasferito in Brasile 16 anni fa. Nel paese si era rifatto una vita, tra spiagge, donne, divertimenti. Una vita stroncata tre giorni fa da ignoti, sulla cui identità la Polizia brasiliana sta ora indagando. 

Stando alla stampa carioca, Fäh è stato trovato legato mani e piedi a una sedia nel suo appartamento, dove viveva da solo. Imbavagliato, sarebbe morto per asfissia. L'autopsia è ancora in corso, e sono stati disposti degli esami tossicologici, per capire se il 78enne sia stato drogato. Gli inquirenti stanno passando a setaccio la vita e le abitudini della vittima, in cerca di una pista.

Una cosa sembra certa: non era la vita di un tranquillo pensionato. «Ogni tanto esagerava un po' con l'alcol, e aveva un debole per le donne» racconta chi lo conosceva. «Ma era una bravissima persona». Lo confermano le reazioni alla tragedia in quel di Caslano - ieri il Municipio ha inviato una nota di condoglianze - e le molte amicizie in Brasile, specie nella comunità svizzero-tedesca. 

«Era molto amato e conosciuto qui in paese, ma aveva il suo carattere» raccontano i famigliari contattati da tio.ch/20minuti. «Quando se ne è andato in Brasile, non c'è stato verso di fargli cambiare idea. Lo sentivamo periodicamente, e gli dicevamo di stare attento: là le cose non vanno come in Svizzera». 

Stare attento a cosa, in particolare? «Alle relazioni con la gente del posto. Due mesi fa, ad esempio, gli avevano rubato tutto, carte di credito, documenti. Aveva litigato con diverse persone» ricorda il genero Roberto Monti. «Purtroppo in certi ambienti bisogna stare attenti con chi si litiga. Crediamo che qualcuno gliel'abbia fatta pagare». 

I sospetti della polizia brasiliana, al momento, si concentrerebbero su una donna delle pulizie, licenziata da Fäh di recente, e una 28enne con cui aveva una relazione da alcuni anni. Quest'ultima sarebbe stata ripresa da una telecamera di sicurezza mentre entrava e usciva dal palazzo dell'omicidio, la sera stessa. 

Un'altra pista conduce a due sconosciuti con cui il 78enne ticinese avrebbe cenato, in un ristorante, la sera dell'omicidio. Ma nessuno dei sospetti è stato ancora rintracciato e interrogato. La famiglia Fäh è in contatto con la Procura brasiliana e con il Consolato svizzero. Settimana prossima il corpo verrà cremato. Le ceneri dell'ex municipale verranno disperse nel mare di Fortaleza, secondo la sua volontà. 

foto fam Fäh
Guarda le 2 immagini
TOP NEWS Ticino
CANTONE
14 min
Altri 188 casi e nove quarantene di classe
I pazienti Covid ospedalizzati salgono a quota 83. Un nuovo positivo nelle case anziani.
CANTONE
15 min
Ecco come studiare
Sono aperte le iscrizioni per i corsi indirizzati ai ragazzi della Scuola media
CANTONE
2 ore
Parla chi non ha voluto fare il vaccino
Salgono i contagi. Si teme il ritorno del lockdown. Cinque donne over 60 raccontano il loro disagio.
LOCARNO
11 ore
Ragazzo preso a calci, l'appello della madre
L'episodio risale alla serata di sabato. Il branco che lo ha aggredito sarebbe recidivo.
ZURIGO
12 ore
«Sono giovane e sano, non ho paura». Ecco perché è un errore pensarlo
Si ha sì un minor rischio di morire, ma sono molti i fattori da valutare.
Vacallo
12 ore
Da otto anni, Edo Pellegrini chiede spiegazioni al Municipio sul fondo 451
Ci sono un sentiero impraticabile, una costruzione di utilità non specificata e delle domande rimaste senza risposta
STABIO
16 ore
Non accetta il salario fuorilegge: licenziata
Alle dipendenze della sua azienda da cinque anni, la donna è stata messa alla porta.
CANTONE / SVIZZERA
17 ore
«Spostarli nel Luganese non è una soluzione»
Simonetta Sommaruga ha risposto a Marco Romano, che si è fatto portavoce delle preoccupazioni dei comuni momò.
FAIDO
22 ore
Alcuni bimbi in sciopero: niente scuola
Genitori in protesta. Manifestazione pacifica contro l'obbligo della mascherina durante le lezioni.
CANTONE
22 ore
Otto arresti per droga
I soggetti finiti in manette sono sospettati di aver preso parte allo smercio tra Albania, Italia e Ticino.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile