Archivio Tipress/Keystone
CANTONE/SVIZZERA
09.03.20 - 16:060

Berset: «Il sistema sanitario ticinese ha bisogno dei frontalieri»

Nel frattempo in Ticino si registrano 68 persone positive

BERNA - Chiudere le frontiere o introdurre un divieto dei trasporti pubblici in provenienza dall'Italia? «Senza i frontalieri, il sistema sanitario ticinese non potrebbe funzionare normalmente». Lo ha detto oggi il ministro della sanità Alain Berset, intervenendo oggi alla tradizionale Ora delle domande al Consiglio nazionale. «Il virus non si arresta alle frontiere» ha aggiunto.

Per quanto riguarda la diffusione del nuovo coronavirus in Svizzera, l'Ufficio federale della sanità pubblica - ha fatto sapere il ministro - ritiene che la progressione dei casi non sia finita. «Basta vedere le ultime cifre per rendersi conto che i contagi aumentano tutti i giorni».

Il consigliere federale ha inoltre spiegato ai parlamentari che il virus è diverso dall'influenza stagione e che esistono ancora numerose incognite quanto alle sue caratteristiche. È stato constatato che, contrariamente alla "grippe", i bambini non sono considerati un gruppo a rischio.

Il Consiglio federale ha preso le misure che ritiene necessarie per proteggere la popolazione e frenare la propagazione del virus. Le adatta, ogni giorno se del caso, in funzione dell'evoluzione della situazione. Il divieto delle manifestazioni con più di mille persone è uno dei provvedimenti più importanti.

Secondo Berset, infine, il fatto di rispettare le misure proposte dalla Confederazione «è un atto di solidarietà» verso le persone più fragili, come gli over 65 e i malati cronici.

Lo Stato maggiore cantonale di condotta ha comunicato poco fa che attualmente in Ticino si registrano 68 persone positive al test del nuovo coronavirus. Si tratta di un malato in più rispetto al precedente aggiornamento dell'Ufficio federale della salute pubblica.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
22 min
«Ci hanno dato un contentino»
L'esperto di sanità Bruno Cereghetti non è contento dello "sconto" delle assicurazioni malattia. L'analisi e le critiche
CANTONE
2 ore
Pochi centesimi in meno al mese: «Un timido passo, ma nella giusta direzione»
Il DSS ha commentato il leggerissimo calo dei premi di cassa malati per il 2022.
CANTONE
3 ore
Multe illegali per 28'800 franchi, ma niente rimborsi
«Sono stati sottratti illegalmente 28'800 franchi a 288 cittadini», così il copresidente del PS Fabrizio Sirica.
LAMONE
6 ore
Investito da un'auto: il ciclista 81enne non ce l'ha fatta
L'anziano era stato vittima di un incidente il 14 settembre in via Cantonale a Lamone.
CANTONE
8 ore
Covid in Ticino, 26 casi e ricoverati stabili
Non ci sono nuovi decessi né nuove quarantene di classe. Fermi a quota 18 gli ospedalizzati.
FOTO
BELLINZONA
10 ore
È stata un'estate complicata per gli animali selvatici
Tra aprile e fine agosto la Spab ha dovuto soccorrere un «numero impressionante» di bestiole in difficoltà.
BELLINZONA
12 ore
Forse c'è la svolta per i due "mostri"
Palazzine lasciate a metà in Viale Olgiati: tutto fermo da inizio 2019. Proprietaria vicina alla cessione del progetto.
CANTONE
12 ore
Aghi, inchiostro e quel vuoto (formativo) da colmare
Per diventare tatuatore a oggi non esiste alcuna formazione regolamentata e ufficialmente riconosciuta.
FOTO
BREGGIA
1 gior
Gli alberi stanno tornando in piazza
Le piante erano state rimosse lo scorso marzo per i lavori di valorizzazione a Cabbio
MENDRISIO
1 gior
Si getta ancora la spugna, niente Fiera di San Martino
La tradizionale fiera di novembre non avrà luogo per il secondo anno di fila: «Decisione sofferta, ma obbligata»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile