Archivio Tipress/Keystone
CANTONE/SVIZZERA
09.03.20 - 16:060

Berset: «Il sistema sanitario ticinese ha bisogno dei frontalieri»

Nel frattempo in Ticino si registrano 68 persone positive

BERNA - Chiudere le frontiere o introdurre un divieto dei trasporti pubblici in provenienza dall'Italia? «Senza i frontalieri, il sistema sanitario ticinese non potrebbe funzionare normalmente». Lo ha detto oggi il ministro della sanità Alain Berset, intervenendo oggi alla tradizionale Ora delle domande al Consiglio nazionale. «Il virus non si arresta alle frontiere» ha aggiunto.

Per quanto riguarda la diffusione del nuovo coronavirus in Svizzera, l'Ufficio federale della sanità pubblica - ha fatto sapere il ministro - ritiene che la progressione dei casi non sia finita. «Basta vedere le ultime cifre per rendersi conto che i contagi aumentano tutti i giorni».

Il consigliere federale ha inoltre spiegato ai parlamentari che il virus è diverso dall'influenza stagione e che esistono ancora numerose incognite quanto alle sue caratteristiche. È stato constatato che, contrariamente alla "grippe", i bambini non sono considerati un gruppo a rischio.

Il Consiglio federale ha preso le misure che ritiene necessarie per proteggere la popolazione e frenare la propagazione del virus. Le adatta, ogni giorno se del caso, in funzione dell'evoluzione della situazione. Il divieto delle manifestazioni con più di mille persone è uno dei provvedimenti più importanti.

Secondo Berset, infine, il fatto di rispettare le misure proposte dalla Confederazione «è un atto di solidarietà» verso le persone più fragili, come gli over 65 e i malati cronici.

Lo Stato maggiore cantonale di condotta ha comunicato poco fa che attualmente in Ticino si registrano 68 persone positive al test del nuovo coronavirus. Si tratta di un malato in più rispetto al precedente aggiornamento dell'Ufficio federale della salute pubblica.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
PONTE CHIASSO
7 ore
Ricercato per omicidio, in manette
Un cittadino russo è stato fermato mentre lasciava il Ticino, spacciandosi per greco
CANTONE
9 ore
Vota Merlani! «Smentisco»
Il medico cantonale sgombera il campo dalle voci che lo danno in corsa per il 2023
CANTONE
11 ore
I vaccinati in cliniche e ospedali? Il dato sarà pubblico
Dal prossimo 1. agosto è prevista la pubblicazione sulla pagina dell'autorità sanitaria ticinese
FOTOGALLERY
RIVA SAN VITALE
12 ore
Il tempo così così non li ha fermati
Traversata del Ceresio: in 120 si sono tuffati questa mattina a Riva San Vitale
CANTONE / URI
14 ore
Anche oggi sull'A2 si sta in coda
Traffico verso sud, con attese al portale nord del San Gottardo e al valico di Chiasso-Brogeda
FOTO
CADENAZZO
1 gior
Scontro tra due veicoli: danni e disagi al traffico
L'incidente è avvenuto questo pomeriggio attorno alle 17
CANTONE / URI
1 gior
«Il giorno con meno ore di coda è il martedì»
Il traffico dei vacanzieri è tornato al livello pre-pandemia, al San Gottardo ma anche alla frontiera
CANTONE
1 gior
Maltempo: in vista un pomeriggio e una serata di allerta 3
Su tutto il territorio si prevedono temporali stazionari con possibile grandine, forte vento e caduta di fulmini.
CHIASSO
1 gior
La lenta (e congestionata) marcia verso sud
Lunghe colonne tra Mendrisio e Chiasso e verso il Ticino in questo inizio di fine settimana.
LOCARNO
2 gior
Clinica Santa Chiara: Swiss Medical Network estromesso dal CdA
Fuori il CEO del gruppo Dino Cauzza. Lo comunica la parte lesa stessa.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile