Deposit
LUGANO
12.11.19 - 18:360

Su terra ferma, ma si pattinerà su ghiaccio a Natale in Città

L’idea della pista sul lago è stata rinviata al 2020 per allestire la perizia idro-geologica. «Da un pool di sponsor 300mila franchi per un evento di qualità e sociale» rivela Stefano Artioli

LUGANO - Sospesa tra aria e acqua la pista di ghiaccio annunciata per il prossimo Natale in città si farà. Non galleggiante sul lago, come nelle intenzioni, ma saldamente ancorata a terra, nello slargo di Piazza Rezzonico. E sarà ghiaccio vero. 

«Sicuramente i tempi sono stretti - commenta l’imprenditore Stefano Artioli, tra gli sponsor dell’evento - ma il progetto temporaneo di una pista sulla riva ci poteva stare. Però accettiamo di buon spirito che le varie autorità preposte al demanio chiedano perizie idrogeologiche o di altra natura». Accertamenti che sono stati affidati al geologo Urs Luechinger.

Artioli, che è tra i promotori dell’Associazione di Vivi Lugano, aggiunge che «l’iniziativa, che verrà presentata la prossima settimana, ha un piano B che trova una soluzione per quest’anno». La pista si farà in Piazza Rezzonico e avrà le stesse dimensioni, 15 metri per 30, del progetto originario.

Un progetto, quello sul lago, che, si toglie un sassolino Artioli, «sicuramente avrebbe affascinato anche per la sua originalità. Già nelle città di Zurigo, Lucerna e sui Navigli di Milano sono state realizzate iniziative del genere. Vuol dire che sono fattibili». E conclude, sottolineando che la proposta natalizia complessiva nata da una sinergia tra l’Associazione Vivi Lugano e il Comune sarà realizzata anche grazie ai circa 300mila franchi offerti da una ventina di sponsor privati, tra cui anche enti bancari. «È un progetto pensato sui tre anni, così da proporre Lugano tra le mete natalizie internazionali. La pista galleggiante è solo rinviata al Natale 2020».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Litapeppino 1 anno fa su tio
Certo che se la priorità di Lugano è una piccola pista di ghiaccio sul lago, fa pensare che ci sono persone che non vedono problemi piu importanti da risolvere. L'imprenditore Artioli a tutti i costi ( 300.000 franchi solamente per una perizia, il geologo Urs ha già ricevuto il suo regalo di Natale questo anno ) vuole la pista di ghiaccio dul lago, ma per fare una perizia da 300.000 franchi va in giro a chiedere soldi agli sponsor, io credevo che li metteva di tasca sua. Poi se daranno una eventuale autorizzazione a costruirla, cosa farà Artioli l'imprenditore, andra dal comune di Lugano a chiedere i soldi dei contribuenti, oppure li metterà di tasca sua ? Staremo a vedere.
sedelin 1 anno fa su tio
Sarà per l’anno prossimo a perizie ultimate.
albertolupo 1 anno fa su tio
Ma certo che è fattibile. Tutto è fattibile. Basta non improvvisare.
TOP NEWS Ticino
LUGANO
55 min
La famiglia rompe il silenzio: «Chiediamo rispetto»
Fotografi e giornalisti davanti all’abitazione dei genitori della 28enne che ha accoltellato una donna ieri alla Manor.
CANTONE
1 ora
«Non sapevamo. Chiariremo e affronteremo»
Sui presunti abusi in Rsi viene comunicato che le indagini saranno affidate ad esterni.
CANTONE
2 ore
«In Ticino restrizioni prorogate fino al 18 dicembre»
Durante una conferenza stampa a Palazzo delle Orsoline il governo ha illustrato la sua strategia
LUGANO
3 ore
«Questo terrore non c'entra con l'Islam»
Aggressione alla Manor: la dura condanna della comunità musulmana sciita in Ticino
FOTO
CANTONE
3 ore
«Gli assembramenti sono stati solo spostati di un'ora»
Lo slittamento dell'orario delle scuole superiori non avrebbe finora avuto l'effetto sperato.
CANTONE
6 ore
Aveva tentato di recarsi in Siria, senza successo
La fedpol ha fornito nuove informazioni sulla donna che ieri ha ferito due persone alla Manor di Lugano.
ONSERNONE
7 ore
Mentre tagliava le piante, gli è caduto addosso un muro
L'incidente si è verificato in Valle Onsernone. Gravi ferite per un 52enne della regione
CANTONE
7 ore
«Sconcerto e delusione» per la conferenza stampa di ieri
Critiche da parte dell’Associazione ticinese dei giornalisti per come Gobbi e Cocchi hanno gestito la conferenza stampa
CANTONE
8 ore
Altre dieci vittime del Covid-19 in Ticino
Nelle ultime ventiquattro ore 21 persone sono state ricoverate in ospedale, mentre 29 lo hanno lasciato.
CANTONE
9 ore
«Quando mi ha detto “ti ammazzo” qualcosa si è rotto»
Quella di Federica è solo una delle tante, troppe, storie di violenza. Che non è solo fisica, ma psicologica, verbale
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile