Tipress/Deposit
LUGANO
11.11.19 - 20:070

La pista galleggiante rischia di "spiaggiarsi" sulla sicurezza

Sul tavolo del Cantone il progetto finanziato da privati per un impianto sul lago dove pattinare a Natale. Decisiva sarà la perizia del geologo sulla tenuta dei fondali a riva

LUGANO - Non è ancora una doccia gelata, ma… l’idea di costruire per Natale una pista di ghiaccio galleggiante sul lago rischia di restare sulla carta. Poca carta, a dire il vero, perché a sollevare perplessità a livello cantonale è stata innanzitutto la forma minimalista della richiesta.

La richiesta appena giunta - Un sintetico scritto giunto meno di una settimana fa, con un paio di disegni, ritenuto lacunoso sia dal profilo ambientale che da quello relativo alla sicurezza. Considerato che si tratta di un'infrastruttura in parte sul lago e che ospiterà centinaia di fruitori, un minimo di dettaglio e di verifiche si è reso necessario per questa piattaforma galleggiante che verrebbe attraccata vicino alla nuova banchina, all’altezza di Palazzo Civico.

La visione di Artioli - Il traino finanziario del progetto arriva dal vulcanico imprenditore Stefano Artioli, che ha dato vita ad un’associazione per promuovere eventi del genere. «Fondi per eventi la Città non ne ha molti a disposizione - spiega Roberto Badaracco, capodicastero cultura, sport ed eventi di Lugano -, per cui abbiamo trovato questo tipo di collaborazione del pubblico coi privati. È una proposta fatta all’interno di un’offerta complessiva della città. Uno degli elementi di tutto il Natale».

Badaracco: «Tempi stretti» - Il municipale conferma che il nodo di una struttura del genere sul lago non è ancora stato sciolto: «Ci sono da valutare alcune richieste formali da parte del Demanio cantonale». Si è in una fase di chiarimenti, ma i tempi ammette lo stesso municipale: «Sono abbastanza stretti».

La perizia del geologo - Per il promotore, Stefano Artioli, sembrerebbe la conferma della mentalità da lui spesso denunciata in passato del “non si può fare”. Vista dal Cantone è invece soprattutto una questione di sicurezza, sia dei fruitori che ambientale. I funzionari cantonali non vogliono sottovalutare i rischi per le centinaia di pattinatori nel caso di cedimento della struttura. Del resto l’idea di Lugano Beach, la spiaggia sognata dal professor Alessio Petralli, trovò un serio ostacolo nei fondali a riva ritenuti problematici. L’autorità ha quindi richiesto agli istanti la perizia di un geologo e la documentazione che già doveva essere presentata come previsto dalle procedure.

Non solo pista - Anche senza la pista galleggiante, non sarà comunque un Natale spento per Lugano, che ha in serbo, tra le sorprese, anche uno scivolo neve per bambini e l’illuminazione natalizia con proiezioni sulle pareti del Municipio e di altri edifici di Piazza della riforma. «Lo scorso anno abbiamo avuto un grande successo e la voglia di migliorarci c’è. Se tutti i progetti andranno in porto si parla di investimenti per alcune centinaia di migliaia di franchi» sottolinea il municipale.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Laura Bianchi 8 mesi fa su fb
Potrebbe forse chiamarsi burocrazia?
Silvia Pazzi 8 mesi fa su fb
Ma a questo punto mi chiedo se il Lago Ceresio è più pericoloso e movimentato dell’oceano Pacifico, manco la Spiaggetta artificiare di Barbie si puó fare adesso, a Dubai costruiscono isole artificiali e a Gibilterra hanno costruito mezza pista d’atterraggio per gli aerei sul mare.. (Gibilterra conta 35.000 abitanti) e in Canada pattinano direttamente sui laghi e fiumi ghiacciati.. noi abbiamo lo scivolo e il villaggetto in mano ai soliti 👍🏻
Igor Petralli 8 mesi fa su fb
Mi sembra anche normale fare accertamenti.... poi chi mettiamo a fare sicurezza una volta aperta? È sempre pericolosa per certi sbadati...
Massimo Frassi 8 mesi fa su fb
Il municipio non ha soldi per finanziare l operazione senza l intervento dei privati....prendiamo carta e penna e facciamo i conti caro municipale...
Litapeppino 8 mesi fa su tio
Ma zona Cornaredo mi sembra che gia ci sia una pista di ghiaccio... andate li a pattinare. Gia pronta, nessun pericolo ecc...
Mattiatr 8 mesi fa su tio
@Litapeppino Se è finanziata da privati non vedo il motivo di tante polemiche. A me è stato insegnato che non si sputa mai in un piatto offerto. Sopra tutto se per mangiare quel piatto il ristorante ti fa avere anche una bottiglia di vino (introiti dovuti a eventuale turismo).
Cristina Botta 8 mesi fa su fb
Ma le studiano di notte?
Maury Bernasconi 8 mesi fa su fb
Mi sono chiesto una cosa. Oggi è il 12.11, idealmente tra 2 settimane la pista dovrebbe essere pronta, giorno più giorno meno. E non è ancora pronto nulla???? Ma allora non sono l'unico che fa le cose all'ultimo momento. FIUUUU
Alessandro Milani 8 mesi fa su fb
Si puo fare come il pontile abusivo allargato sul lago di una nota persona dove alti municipali sapevano ma....i ga fa nagott!!
Max Bartolini 8 mesi fa su fb
Giovanni Albertini.... come ti avevo detto
Giovanni Albertini 8 mesi fa su fb
Max Bartolini se non sul lago si farà poi altrove
Max Bartolini 8 mesi fa su fb
Giovanni Albertini io l'idea l'avrei... perche come ti ho detto cosi é troppo complicata, costosa e appunto problema strutturale
Giovanni Albertini 8 mesi fa su fb
Max Bartolini ci sono diverse possibilità anch’io ho l’idea, ma chi ci mette i soldi decide.
Max Bartolini 8 mesi fa su fb
Giovanni Albertini 🤣🤣
albertolupo 8 mesi fa su tio
Allora, piazzare una cosa così per Natale, si presume possa voler dire averla pronta per il 15 dicembre? E questi qua arrivano adesso a presentare i primi disegnini? Poi si grida allo scandalo per l’eccessiva burocrazia se le cose non vanno in porto. Magari un po’ di serietà, no?
Davide Motta 8 mesi fa su fb
Strano, non succede mai, le gare delle barche “sicurezza”, gare automobilistiche “sicurezza” , magari le gare di palloncini si possono fare....😂😂 pagliacci come al solito
Athos Quadri 8 mesi fa su fb
Davide Motta a galleggiare 🎈 🎈
Dario Curti 8 mesi fa su fb
Davide Motta hai ragione... siamo un cantone sfigato! Perizie contro perizie... alla fine non si fa mai nulla! Mentre nel resto del mondo le iniziative e le innovazioni si sviluppano e migliorano la comunità! Attenzione.. i palloncini inquinano i boschi quando ritornano a terra... non si può fare!
Davide Motta 8 mesi fa su fb
È più facile vietare e buttarla sulla sicurezza invece di impegnarsi a fare le cose
Ambra Gregorio 8 mesi fa su fb
Meno male che il Ticino per intanto è ancora Svizzera e gl' imprenditori "fut-fut", quelli che non hanno né tempo né voglia di valutare i rischi, non sono ben visti da nessuno... 😬
Sabrina Lurati 8 mesi fa su fb
L’idea può essere bella, ma la sicurezza di una struttura simile deve essere al primo posto.
Gerard Lusenti 8 mesi fa su fb
Sabrina Lurati già , peccato che in altre città e già stata realizzata , sarà il tormentato ceresio a dare problemi di sicurezza.
Be Pe Ziber 8 mesi fa su fb
Che mettano un tetto alla pista di Rivera o che spendano per costruire una pista a Lugano che manca ghiaccio per i vari sportivi.
Roberto Barboni 8 mesi fa su fb
Tra 20 giorni aprirá il villaggio di Natale a Lugano, con tante attrazioni e attivitá! Senza tante megalomanie dei privati imprenditori...
Tony Guadagnini 8 mesi fa su fb
Roberto Barboni bello il villaggetto di natale, in mano ai soliti 4 ristoranti, dove un bicchiere di vino costa 15.- e non c’è nemmeno la musica. Proprio stupendo
Roberto Barboni 8 mesi fa su fb
Tony Guadagnini non parlavo di “ristorazione” e se al posto di spendere 15.- per un bicchiere andresti a scoprire cosa trovi nel villaggio natalizio in P.zza Manzoni, forse ti accorgeresti di quello che si offre...
Tony Guadagnini 8 mesi fa su fb
Roberto Barboni vorrà dire che quest’anno passerò a vedere.
Roberto Barboni 8 mesi fa su fb
Tony Guadagnini se vieni prima del 12.12 passa all’angolo degli Artigiani del Ticino! 😉
Mara Grisoni 8 mesi fa su fb
Prevenire è meglio che curare. Bravi
Emanuele Rossi 8 mesi fa su fb
Mara Grisoni maddai, è sicuro.. loro sanno come creare spiagge abusive e affini.. perché dover fare tutto un iter? 😒
Elena Rusconi 8 mesi fa su fb
La sicurezza è la cosa piu importante peccato
Michela Michi 8 mesi fa su fb
Peccato😔
Colette Stella 8 mesi fa su fb
Usare i soldi per qualche progetto più fattibile no è???
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
8 ore
A colloquio con due massoni, e le loro rivelazioni
Ne abbiamo incontrati due. Hanno rivelato ciò che accade nei gruppi massonici e chi sono. Qualcosa di inquietante è emerso
FOTO / VIDEO
LUGANO
10 ore
Il venerdì sera deserto della Foce
Prima serata di chiusura per lo sbocco del Cassarate. La zona sarà off-limits dopo le 20 anche domani e domenica
PORZA
11 ore
Qualche goccia di pioggia, un po' di sole... e spunta l'arcobaleno
La breve parentesi di temporale ha regalato uno spettacolo di colori in cielo
CANTONE
14 ore
Radar sull'attenti in quattro distretti
L'elenco dei rilevamenti della velocità previsti per la prossima settimana
SONDAGGIO
CANTONE
14 ore
«Rilanciamo il turismo con un hovercraft tra Locarno e Bellinzona»
Una mozione UDC invita il Ticino a risollevare il settore con idee innovative
LUGANO
16 ore
Un giro di boa per la traversata ai tempi del coronavirus
La nuotata popolare avrà luogo il prossimo 23 agosto e la partecipazione è limitata ai residenti in Svizzera
CANTONE
18 ore
Poliziotti sotto tiro, il sindacato reagisce
Il sindacato Ocst funzionari di polizia segnala l'aumento di attacchi, fisici e verbali, contro le forze dell'ordine
GORDOLA
19 ore
Chi ha aiutato Aurèle sulla via dei Monti Motti?
La polizia è in cerca dell'uomo che aveva aiutato Aurèle a ritrovare la via. Si è smarrito di nuovo.
CANTONE
19 ore
Furbetti dei crediti Covid: denunciati in 10
In Ticino la Procura indaga su una serie di presunti abusi sui prestiti garantiti dalla Confederazione
LUGANO
20 ore
Spaccio di coca, quattro arresti
In manette anche un 75enne. Sequestrati alcune decine di grammi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile