keystone
Il progetto propone un risarcimento di 50 franchi e dovrebbe avvenire al più presto nel 2020
CANTONE
17.04.19 - 13:080

IVA sul canone radio-televisivo: «Le autorità definiscano un rimborso equo»

L’ACSI e le organizzazioni partner dell’Alleanza chiedono che l’ammontare del rimborso sia equo e che rispetti i principi emessi dal Tribunale federale

LUGANO - Il Consiglio federale apre la consultazione per il progetto di legge sul rimborso dell’IVA che i consumatori hanno pagato per anni con il canone radio-tv, ma che non era dovuta.

L’ACSI e le organizzazioni partner dell’Alleanza (FRC e SKS) chiedono che l’ammontare del rimborso sia equo e che rispetti i principi emessi dal Tribunale federale, ossia che l’interesse generato dal ritardo del risarcimento sia compreso nella somma finale.

Come si ricorderà, lo scorso novembre l’ACSI e le altre organizzazioni dell’Alleanza dei consumatori (FRC e SKS) hanno ottenuto ragione di fronte al Tribunale federale sulla causa che li opponeva all’Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) sulla questione del rimborso dell’IVA pagata in eccesso dai consumatori sul canone radio-televisivo tra il 2010 e il 2015.

In parallelo era stata adottata una mozione parlamentare per estendere l’indennizzo a tutte le economie domestiche. In seguito a queste azioni, l’UFCOM ha elaborato una base legale per effettuare il rimborso.

Quella di oggi è la tappa successiva a questi fatti: Il Consiglio federale ha aperto la procedura di consultazione per il progetto di legge che consentirà l’applicazione dell’esito della sentenza. L’ACSI e le altre organizzazioni di consumatori dell’Alleanza sostengono l’elaborazione della nuova base legale, indispensabile per poter indennizzare le economie domestiche, e restano vigili sul principio di un rimborso equo.

Il risarcimento verrà versato in modo forfettario con una deduzione sulla fattura dell’attuale organo di riscossione del canone radiotelevisivo, Serafe, e riguarderà unicamente le economie domestiche assoggettate al momento del rimborso. Il progetto propone un risarcimento di 50 franchi e dovrebbe avvenire al più presto nel 2020, tenuto conto che ciò dipenderà naturalmente dall’ultima parola del Parlamento che dovrà ratificare la proposta di legge.

5 mesi fa Iva illegale sul canone: rimborso di 50 franchi per le famiglie
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
27 min

A Lugano una notte tropicale da record

Dall'inizio delle misurazioni è la prima volta che accade a metà settembre. Le alte temperature ci accompagneranno ancora per qualche giorno

SONOGNO
1 ora

Un Pentathlon del boscaiolo baciato dal sole

Claudio Groppengiesser è stato incoronato campione ticinese, mentre nella categoria a squadre hanno prevalso i "Wald Verzasca"

FOTO E VIDEO
LOCARNO
2 ore

Un'auto ed un quad si scontrano nella rotonda dell'aeroporto, un ferito

L'incidente è avvenuto questa mattina attorno alle 11.00. Sul posto i soccorritori del Salva e la polizia

LUGANO
5 ore

La manifestazione dei molinari si è svolta «in maniera prevalentemente pacifica»

Lo comunica oggi la polizia. Al corteo hanno partecipato circa 400 persone

LUGANO
7 ore

Porte aperte all'aeroporto, tutti col naso all'insù

Tante le famiglie e i bambini presenti, che hanno potuto ammirare la torre di controllo e le esibizioni in cielo

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile