Keystone
Peter Hegglin ha criticato il Governo per alcune richieste giunte in modo tardivo.
SVIZZERA
02.06.21 - 10:230

Altri 2,6 miliardi di franchi contro la pandemia

Il credito è stato approvato oggi all'unanimità dal Consiglio degli Stati. Il dossier ora passa al Nazionale.

BERNA - Ulteriori 2,6 miliardi di franchi da destinare essenzialmente alla lotta al coronavirus. Il Consiglio degli Stati ha approvato oggi all'unanimità questa prima aggiunta al preventivo 2021. Un parte consistente sarà usata nella strategia di depistaggio.

Suddivisa in 11 crediti, include 1,28 miliardi di franchi per i test Covid, che porteranno l'ammontare complessivo versato dalla Confederazione a questo scopo a 2,4 miliardi. L'obiettivo è di condurre rapidamente l'offensiva in questo settore, ha spiegato Peter Hegglin (Centro/ZG) a nome della commissione.

La strategia di depistaggio comporta compiti supplementari per i cantoni, ai quali saranno concessi 64 milioni per creare le infrastrutture necessarie. Altri 25 milioni di franchi e 9 milioni di franchi saranno destinati rispettivamente per il traffico turistico e interventi della protezione civile.

Altri crediti, per un totale di 30,8 milioni di franchi, non sono legati alla pandemia. Riguardano i programmi europei di navigazione satellitare (5,6 milioni di franchi), la perequazione finanziaria (5,2 milioni di franchi) e la navigazione in alto mare (3 milioni di franchi). Per il rinnovo completo e la modernizzazione informatica dell'Amministrazione federale delle dogane sono previsti 17 milioni di franchi.

Altri crediti, anch'essi approvati all'unanimità, sono stati oggetto di richieste tardive da parte del Governo. «Il Consiglio federale invia richieste praticamente da un giorno all'altro», e la commissione preparatoria non può occuparsene, si è lamentato Peter Hegglin (Centro/ZG).

Un pacchetto supplementare di 148 milioni di franchi sarà stanziato per finanziare il sostegno al settore culturale previsto dalla legge Covid-19. Altri 226 milioni saranno utilizzati per contribuire all'iniziativa comune della Commissione europea e del G20 per accelerare l'accesso agli strumenti di lotta contro il coronavirus. A questi vanno ad aggiungersi 600 milioni per l'acquisizione e lo sviluppo di farmaci per combattere il Covid-19 e per produrre vaccini.

È difficile avere una visione d'insieme delle spese per la crisi, ha riconosciuto il ministro delle finanze Ueli Maurer. Il deficit causato dalla pandemia potrebbe raggiungere i 30 miliardi di franchi entro la fine del 2021, ha aggiunto, precisando che il Governo sta lavorando a soluzioni per ridurlo.

Il dossier va al Nazionale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
26 min
Covid: «Tasso di riproduzione in metà dei cantoni di nuovo sopra l'1»
Continua l'offensiva di vaccinazione volta a convincere gli indecisi, ma già si parla di terza dose.
SVIZZERA
48 min
Positivi in forte aumento, decessi e ricoveri in calo
Stando all'aggiornamento dell'UFSP, sono due i nuovi decessi avvenuti a causa di un decorso infelice della malattia.
SVIZZERA
1 ora
In Svizzera si scierà senza certificato Covid
Lo ha deciso l'associazione di categoria degli impianti. Sulle funivie sarà invece obbligatoria la mascherina
SVIZZERA
2 ore
Berna autorizza una manifestazione contro il certificato Covid
I promotori si sono impegnati a rispettare un piano di sicurezza. E sconsigliano di prendere parte a proteste abusive
SVIZZERA
2 ore
I ghiacciai perdono ancora terreno, nonostante la neve e l'estate fresca
Nel 2021 hanno perso l'1% del loro volume, come rilevato dall'Accademia svizzera di scienze naturali
SVIZZERA
4 ore
Altre cinque aziende si impegnano per il clima
PostFinance, Autopostale, SSR, Flughafen Zürich e RUAG hanno aderito all'iniziativa energia e clima esemplare
SVIZZERA
5 ore
La paura del black-out riaccende il dibattito sul nucleare
L'esperto: «L'approvvigionamento elettrico deve avere la massima priorità». E le fonti rinnovabili non bastano
SVIZZERA
6 ore
La terza dose è sempre più vicina
Swissmedic dovrebbe approvarla entro la fine di ottobre. Rudolf Hauri: «Meglio non aspettare troppo».
FOTO
SAN GALLO
16 ore
«Uccidere la propria figlia, come si può arrivare a questo?»
È un quartiere sotto choc quello che questo pomeriggio ha appreso del delitto compiuto da un padre di 54 anni.
VAUD / FRANCIA
16 ore
Uccise una prostituta, ora ha deciso di ricorrere
L'uomo era stato condannato a 30 anni di prigione per il brutale omicidio di una giovane rumena a Sullens.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile